RUBRICA: LIBRI VS FILM - 2° APPUNTAMENTO I PASSI DELL'AMORE

Buongiorno readers,
è da poco passato San Valentino quindi che ne dite di continuare il mese dedicato all'amore con un bellissimo film/libro romantico? Grazie alla nuova rubrica gestita da me e da Annalisa, metteremo a confronto un libro e la sua trasposizione cinematografica. Ci daremo battaglia a suon di opinioni, chi la spunterà? Io con il libro o lei con il film?



I passi dell'amore


LIBRO VS FILM

Un accenno di trama

Libro
A distanza di tempo, Landon Carter rivive con rimpianto i giorni della sua adolescenza a Beaufort, una sperduta cittadina del Sud. Erano gli anni Cinquanta e lui era il tipico ragazzo "ribelle" in una piccola comunità conformista e sonnolenta. Un giorno, proprio in occasione del ballo della scuola, viene lasciato dalla fidanzata e, controvoglia, invita Jamie, la riservata e devota figlia del pastore. Insieme non formano certo una coppia bene assortita, eppure il destino ha in serbo per loro la più straordinaria delle sorprese.

Film
Tempi più moderni per la trasposizione cinematografica del 2002, in cui due liceali molto diversi tra loro si innamorano giorno dopo giorno. Landon è il classico cattivo ragazzo che per redimersi ha bisogno di qualcuno totalmente opposto a lui: trova in Jamie, figlia del pastore, la sua àncora di salvezza. E allo stesso tempo, lui sarà la sua durante il periodo più buio e più bello della vita della ragazza. Diretto da Adam Shankman con Mandy Moore e Shane West.


Differenze tra libri e film


Sonia
Nel libro di Nicholas Sparks, Landon Carter è semplicemente il classico ragazzetto vivace che cerca continuamente di fare colpo sui propri amici, e quando viene lasciato dalla sua ragazza al ridosso del ballo si vede costretto ad invitare Jamie, la figlia del Pastore. Nel film invece il loro incontro è completamente diverso, vero amica?

Annalisa
Nel film Landon fa parte di un gruppo di amici ribelli, in cerca di sfide e di divertimento. Quando supera il limite, il destino unisce Landon e Jamie, compagni di scuola da anni che non si sono mai rivolti la parola prima. Sono molto diversi e lo si capisce fin da subito, così come si pone l'accento sul destino/casualità presente in tutto il film.

Sonia 
Anche l'aspetto fisico dei due personaggi è completamente diverso rispetto al film e mentre nel libro l'autore da molta importanza alla figura dell’amicizia, nel film si passa dall'indifferenza all'amore.

Annalisa
L'amicizia nel film è marginale e resa nel gruppetto di amici di Landon. Jamie non ha amiche o amici, è solitaria e considerata "stramba" dai suoi coetanei. In realtà è una ragazza dai mille interessi e sogni, molto più interessante della maggior parte dei ragazzi della sua età.

Sonia 
Nel film Landon è praticamente un ragazzaccio, condizione dovuta anche alla mancanza di una figura maschile, visto che i genitori sono divorziati e il padre, dottore, non è mai presente. Nel libro invece i genitori non sono separati e il padre di Landon è un politico. 

Annalisa
Ho trovato interessante il cambiamento del ruolo del padre rispetto al libro, anche molto sensato ai fini della storia. Un rapporto che commuove, in cui il ragazzo ritrova suo padre proprio grazie a Jamie. 

Sonia
Infine, nel romanzo, a narrare la storia è Landon all’età di 57 anni, che afferma di non essersi mai tolto la fede...

Annalisa
Nel film, invece, abbiamo un salto in avanti negli anni in cui Landon torna in città: si è iscritto al college, ora è un ragazzo con la testa sulle spalle. Si reca dal padre di Jamie e parla di lei (in uno dei - tanti - dialoghi più belli del film, tra l'altro: "Landon: Mi dispiace solo che non abbia assistito ad un miracolo…" - Reverendo Sullivan: "L'ha visto,invece… eri tu"). 
Tornare in quella città non fa che riportare in mente tutti ricordi condivisi con Jamie, sempre presente perché il loro amore "è come il vento: non lo vedo, ma lo percepisco".

 

 

Personaggi


Landon Carter
 

Sonia
Landon Carter è il classico ribelle degli anni ’50, che si diverte a sputare le noccioline nei pressi delle lapidi del cimitero. A diciasetteanni non ha ancora trovato uno scopo nella vita e preferisce di gran lunga bighellonare con gli amici ed essere considerato popolare piuttosto che "diverso".
 
Annalisa
Io mi fermerei un attimo a ricordare che Landon Carter interpretato da Shane West è stato uno dei primi grandi amori di tutte noi ragazzine (ai tempi). Bello, tenebroso, con tanto di percorso di redenzione intrapreso per una donna: cosa si poteva volere di più? 
 
Jamie Sullivan
 


Sonia
Jamie è una ragazza molto semplice poco interessata al trucco e agli abiti di marca,  sarà l'influenza del padre Pastore? Jamie è infatti una ragazza credente, porta sempre la Bibbia con sé, aiuta i bambini dell’orfanotrofio, ama partecipare alle recite e cerca sempre di aiutare come può, il prossimo.
Jamie non si cura dell’opinione degli altri, preferisce essere additata come "diversa" piuttosto che non seguire la propria strada, secondo le sue convinzioni. Nonostante la malattia poi, Jamie è una ragazza molto ottimista.
 
Piccola curiosità: Il personaggio di Jamie Sullivan e alcuni eventi della storia sono ispirati alla sorella di Nicholas Sparks, a cui è dedicato il libro.

Annalisa
Io adoro il personaggio di Jamie e l'interpretazione di Mandy Moore: è l'attrice a cui dobbiamo parte delle bellissime canzoni del film ("Only hope" e "Cry") e il personaggio che porta a vedere la vita sotto un altro punto di vista. Piena di voglia di vivere, ama il suo Dio ma allo stesso tempo si chiede perché proprio lei, così giovane, deve affrontare la malattia. Una grandissima forza che le viene data dalla fede, ma che non ha paura a mettere in discussione, così come una vita difficile che non le impedisce di amare.

Pareri personali

Sonia: Da accanita lettrice si sa che adoro di gran lunga più i libri che le loro trasposizioni cinematografiche, ma devo dire che questa volta sono rimasta più colpita dal film, che mi ha fatto versare fiumi di lacrime, rispetto al libro che ho trovato comunque molto emozionante e commovente.
Nicholas Sparks ha una capacità innaturale di farti immergere nella storia e provarne tutti i sentimenti sia quelli belli che quelli dolorosi ma per una volta, il grande schermo è stato più bravo!

Annalisa: Ho letto quasi tutti i libri di Sparks per la sua impressionante "scrittura cinematografica". I libri hanno la capacità di mostrare la storia, che è visivamente lì, davanti gli occhi dei lettori e pronta a essere portata su uno schermo. Però il film è stato molto seguito dallo scrittore in ogni passo produttivo, e ha trovato un cast tecnico e artistico innamorato di ciò che stavano raccontando; questo ha dato quel tocco in più. Gli attori, all'epoca minorenni, si dividevano tra il set e la scuola, senza mai rimpiangere i grandi sforzi, proprio perché sapevano quanto grande fosse quella storia. I tempi e il ritmo, la scelta delle canzoni e delle frasi da riportare dal libro allo schermo sono perfette, così come la regia di Shankman e, naturalmente, Moore e West. 


Piccola curiosità... Perché il libro si intitola I passi dell'amore?
 
A metà della navata, Jamie d’un tratto parve affaticata e si fermò a riprendere fiato. Chiuse gli occhi e per un momento temetti che non ce la facesse. So che passarono solo dieci o dodici secondi, ma non mi sembrarono molti di più e alla fine lei fece un lieve cenno con il capo e ricominciò a muoversi, sostenuta da Hegbert. Il mio cuore traboccava di orgoglio. Ricordo che pensai che erano i passi più difficili che nessuno avesse mai intrapreso. Ma erano soprattutto i passi dell’amore.
 
 
Vi ricordiamo i prossimi appuntamenti:
 
Marzo - Streghe - 29/3/21
Aprile -  Il giardino segreto - 26/4/21
Maggio - Assassino sull'Orient Express - 31/5/21
Giugno - Piccoli Brividi - 28/6/21
Luglio - Orgoglio e Pregiudizio - 26/7/21
Agosto - La storia infinita - 30/8/21
Settembre - L'amore bugiardo. Gone Girl - 27/9/21
Ottobre - Misery non deve morire - 29/10/21
Novembre - A spasso con Bob - 29/11/21
Dicembre - Il canto di Natale - 24/12/21

2 commenti

  1. Nella questa rubrica! Ricordo il film, ai tempi mi era piaciuto. Un po' meno il romanzo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma ciaoooo da quanto tempo :-) E si concordo con te il libro carino ma il film veramente bello :-)

      Elimina

Powered by Blogger.