RECENSIONI A CONFRONTO: NELLIE BLY - GIUGNO

Buongiorno readers,
pronti per un altro appuntamento della Challenge, recensioni a confronto? Questo mese abbiamo deciso di farvi conoscere una grande donna, Nellie Bly.


Nellie Bly
di Luciana Cimino e Sergio Algozzino
 
                                                      

Genere: Graphic Novel
Prezzo: € 17,50
Editore: Tunuè
Uscita: 19 settembre 2019

Come poteva una donna, sul finire dell'Ottocento, aspirare a uscire dagli angusti confini mentali che la vedevano madre e moglie servizievole? La vita di Nellie Bly segna uno dei primi, luminosi esempi di riscatto della condizione femminile, e in questo graphic novel si rievocano i momenti salienti della sua esistenza e della sua carriera di giornalista: fin da quando rispose a un polemico articolo firmandosi Lonely Orphan Girl, Nellie si è dimostrata una paladina delle lotte di emancipazione delle donne, oltre a una pioniera del giornalismo investigativo, capace di farsi ricoverare in un sanatorio per condurre un'inchiesta dall'interno. Grande e instancabile viaggiatrice, Nellie Bly è stata - e oggi ancor più è - un'autentica donna simbolo. Prefazione di David Randall.
RECENSIONE sonia

Mi vergogno quasi ad ammetterlo ma se non fosse stata per questa graphic novel e per Sabrina che me l'ha proposta, probabilmente non avrei mai conosciuto la grandezza di questa donna coraggiosa e instancabile come Nellie Bly.
Attraverso le tavole della graphic novel infatti, vengono messi in risalto i momenti salienti della sua esistenza e della sua carriera di giornalista.

Carriera che l'ha portata ad affrontare e a combattere i pregiudizi sulle donne in ambito giornalistico, che sul finire dell'Ottocentro, non erano assolutamente prese in considerazione e a cui venivano attribuiti solo ruoli marginali e escluse da alcune professioni solo per essere donne. 
Ma dopo essersi finta malata di mente e essersi fatta ricoverare in un manicomio femminile per denunciarne le condizioni disumane in cui venivano trattati i pazienti, Nellie Bly, riesce finalmente a dimostrare la sua bravura e professionalità.
Diventa così una pioniera del giornalismo investigativo sotto copertura. 


Nellie Bly però ha bisogno di dimostrare ancora di più l'indipendenza delle donne e per questo decide di osare e lanciarsi in una impresa che solo pochi uomini sono riusciti a portare termine, il giro del mondo viaggiando da sola e ci riuscirà in ben 72 giorni.
Sicuramente Nellie Bly, pseudonimo di Elizabeth Jane Cochran, ha rivoluzionato il mondo del giornalismo ma soprattutto è stata una paladina delle lotte di emancipazione delle donne.

Luciana Cimino e Sergio Algozzino hanno creato veramente un prodotto interessante e profondo in cui il lettore non può che ammirare. La scelta dei colori poi, soprattutto quella relativa al giallo, sembrano proprio indicare la forte propensione investigativa della protagonista.
In conclusione, se amate i misteri, le sfide e il giornalismo, questa è la graphic novel che fa per voi.

RECENSIONE sabrina

Ho iniziato a conoscere Nellie Bly tempo fa dopo aver letto del suo internamento volontario in un manicomio femminile per poterne poi denunciare da giornalista le terribili condizioni in cui versava la struttura e i trattamenti inumani che venivano riservati alle pazienti. La sua personalità e le sue azioni mi ha subito colpito e quando ho visto questa graphic novel non ho resistito a voler non solo leggere ma anche osservare riprodotta attraverso le immagini la vita di una donna moderna e controcorrente che fino alla fine dei suoi giorni non ha mai smesso di usare la sua voce e le sue parole a supporto dell'emancipazione femminile e a difesa delle ingiustizie.

In questo volume attraverso tavole dai colori tenui troviamo una giovane giornalista che intervista un'anziana Nellie Bly che attraverso i ricordi ci fa rivivere il suo passato. Dagli inizi scopriamo come riesce a farsi notare attraverso una lettera inviata alla redazione del Pittsburgh Dispatch in risposta ad un articolo estremamente maschilista che invita le donne a rimanere al loro posto e dedicarsi al focolare domestico senza troppe velleità. Il suo carattere forte emerge fin da subito, lei è una donna che non si accontenta dell'etichetta che la società le vuole assegnare e lo vuole dimostrare al mondo intero. La sua carriera di giornalista investigativa e anche la sua fama iniziano quasi subito a decollare e per le sue inchieste e ricerche non ha paura di travestirsi e nonostante i pericoli, arrivare fino alla fonte. Dimostra che ciò che riescono a fare gli uomini sono imprese adatte anche alle donne, come il suo viaggio intorno al mondo in soli 72 giorni, sulle orme del protagonista del libro "Il giro del mondo in 80 giorni" di Jules Verne, che diventa record assoluto!

Un'icona che ha dedicato se stessa e la sua vita alla verità e al riscatto della condizione femminile, artefice del suo destino è stata fonte di ispirazione di numerose altre giornaliste dopo di lei. Questa graphic novel va letta e riletta per non dimenticare questa meravigliosa donna che a modo suo ci ha fatto strada e non si è mai arresa anche quando a combattere era da sola.







Nessun commento

Powered by Blogger.