RECENSIONE: LA DONNA PERFETTA DI MAGDA STACHULA

Buongiorno Gattolettori,
chi vuole leggere un bel thriller psicologico intigante e al limite della follia?
Allora non potete assolutamente perdervi questa piccola delizia della Giunti, La donna perfetta!

La donna perfetta
di Magda Stachula
                                                      

Genere: Thriller
Editore: Giunti
Prezzo: € 19,00 (ebook € 9,99)
Pagine: 384
Uscita: 30 Gennaio 2018


Bella, colta, indipendente, Anita ha trent'anni e una vita apparentemente perfetta. Finché il suo matrimonio con Adam non entra in crisi: i due non riescono ad avere un figlio, e poco a poco quello che per Adam è un desiderio, per Anita diventa una vera e propria ossessione. Lavorando su internet, Anita non esce quasi più di casa e passa le giornate cercando online giocattoli e vestitini per il suo bambino. Bambino che però, nonostante le cure per la fertilità consigliate dalla ginecologa, continua a non arrivare. La sua unica distrazione ormai è spiare il mondo esterno attraverso l'occhio delle webcam situate nelle varie città. Intanto Adam, esasperato dagli sbalzi di umore e dagli improvvisi scatti di rabbia della moglie, passa sempre più tempo fuori casa e cerca consolazione altrove. Finché nell'appartamento cominciano a succedere cose strane... Anita trova un vestito nell'armadio che non ricorda di aver mai avuto: è sicura che non sia suo. E di lì a poco, nella sua borsa, compare un rossetto. A chi appartengono quegli oggetti? Suo marito ha portato in casa un'altra donna? Oppure è tutto frutto della sua paranoia, come sostiene Adam? Sta impazzendo, o davvero qualcuno sta tentando di insinuarsi nella sua vita facendo leva sulle sue insicurezze?
RECENSIONE

Anita è ossessionata da quell'unico grande desiderio che ogni donna custodisce fin da bambina... diventare mamma.
Sono due anni che prova a rimanere incinta, calendario alle mani e temperature monitorate, Anita non riesce a coronare il suo sogno. Adam, suo marito, sembra non capire la sua frustrazione, la fa' facile lui, infondo è lei a doversi sottoporre a cure su cure, a visite specialistiche o semplicemente vedere ogni aspettativa infrangersi all'arrivo del ciclo mensile.

Dall'altra parte però abbiamo un Adam trascurato, trattato come un oggetto, considerato solo in quei giorni del mese quasi fosse un estraneo. In casa non si comunica più, si litiga solo, figuriamoci poi ad uscire insieme per regalarsi attimi di spensieratezza come una volta...

E' così che il matrimonio di Anita e Adam inizia ad entrare in crisi e poco a poco quello che per Adam era un desiderio, visto la bellezza della moglie, per Anita diventa una vera e propria ossessione.
Anita non si capacita di come non riesca a rimanere incinta, eppure è seguita da una bravissima ginecologa che ogni mese non fa che aiutarla con delle punture stimolanti, è così danneggiata?
Sempre nervosa, apatica e depressa, Anita trova come unica distrazione quella di spiare il mondo esterno attraverso l'occhio delle webcam situate nelle varie città ed è così che quasi ogni giorno, inizia ad aspettare virtualmente Erik, un artista che accompagna una giovane donna alla fermata del tram di Praga.

Adam invece ormai esasperato dai continui litigi e gli sbalzi di umore della moglie, intraprende pericolosamente una storia extraconiugale con Marta, una donna intrigante ma allo stesso tempo misteriosa.
Nell'appartamento di Anita e Adam però iniziano ad accadere delle cose strane, Trattorina, la lora gatta, muore in circostanze misteriose, dei ratti vengono trovati in casa e Anita si accorge che nel suo armadio, ci sono molti vestiti nuovi che è sicura di non aver mai acquistato, per non parlare poi dei cosmetici che magicamente compaiono nella sua borsa... o Adam ha deciso di farla impazzire per portarla al divorzio, o qualcuno sta cercando di intrufolarsi nella sua vita.
Si tratta solo di paranoia o realmente qualcuno sta giocando con lei? Chi è la donna misteriosa che ha conosciuto Adam e cosa nasconde Erik?
La donna perfetta è stata una lettura veramente piacevole, pagina dopo pagina mi sono ritrovata coinvolta, in una storia di ossessioni, tradimenti, desiderio e vendetta in cui i protagonisti, quattro, come i punti di vista narrativi, mi hanno permesso di entrare nei loro pensieri e di scoprire i loro segreti.
La storia parte abbastanza lentamente ma grazie alla scelta narrativa dei Pov alternati, piano piano si delineano tutte le sfaccettature del thriller psicologico e quando nella parte centrale del libro, il ritmo inizia ad aumentare notevolmente, non riuscirete più a staccare gli occhi dal libro.

Il finale devo dire che mi ha lasciata un po' così, tutto mi sarei aspettato da questo thriller, tranne che  una scelta così particolare, quasi ironica, da parte dell'autrice, però... fatemelo dire, ripensandoci a menta fredda vi dico che alla fine ha funzionato alla grande.

Perchè leggere La donna perfetta? Perchè l'autrice ha magistralmente intrecciato la storia di quattro personaggi apparentemente disconnessi tra di loro, ma che in realtà, alla fine si ritroveranno tutti collegati e complici.


Nessun commento

Powered by Blogger.