RECENSIONE: LA CASA DI NATASHA PRESTON

Buongiorno gattolettori,
finalmente durante questo periodo di feste e ferie sono riuscita a recuperare un po' di letture che purtroppo si erano arenate nella mia libreria da tempo e questo Thriller YA è uno di quelli...

La Casa
di Natasha Preston

Genere: Thriller YA
Editore: Piemme
Prezzo: € 17,50 (ebook 6,99)
Pagine: 300
Uscita: 17 Luglio 2018

Mackenzie non è molto entusiasta del fine settimana in montagna con i suoi amici. La casa è bellissima, la compagnia però non la convince: dopo tutto quello che è successo con Josh, non ha voglia di rimanere chiusa con lui tra quattro mura, e la presenza di suo fratello, affascinante ma non particolarmente simpatico, non migliora la situazione. Ma al risveglio dopo la prima notte tutti insieme, i peggiori film di Mackenzie sembrano soltanto fiabe per bambini: due suoi amici sono morti, uccisi in un lago di sangue in cucina, e diventa chiaro che tra di loro è nascosto un assassino. Mentre la polizia porta avanti l'inchiesta, anche Mackenzie inizia a indagare il passato del suo gruppo di amici per scoprire cosa sia davvero successo. L'assassino è ancora libero, ognuno di loro è un sospettato. E forse nessuno è veramente innocente.
RECENSIONE

Vi dico subito che con questo libro ho avuto un rapporto di amore e odio, perchè? Ve lo spiego velocemente... Parto con il dirvi che si tratta di un Thriller YA quindi, non aspettatevi una trama super intrigante perchè alla fine è abbastanza sempliciotta e poco articolata, soprattutto a causa dei personaggi che non fanno altro che ripetere le stesse cose.

Machenzie e i suoi amci decidono di passare un fine settimana tutti insieme nella casa di Josh nonostante, proprio quest'ultimo, a causa di dissapori passati non è particolarmente simpatico al gruppo ma in fin dei conti, si tratta del ragazzo della sua migliore amica, Courtney e per questo Mackenzie decide di fare uno sforzo. Se non altro ha avuto modo di conoscere Blake, l'affascinante e misterioso fratello di Josh.

Ok gente... sette persone si trovano all'interno di una casa sperduta nel bosco, hanno a disposizione alcool a go go e sono giovani... secondo voi che cosa accadrà? Che due di loro, ovviamente l'antipatico Josh e Courtney, vengono ritrovati morti, uccisi in un lago di sangue in cucina. La casa è chiusa ancora dall'interno, non ci sono segni di infrazione e di rapina quindi agli occhi della polizia è da subito chiaro che uno dei cinque ragazzi ancora in vita è l'assassino... Senza fare spoiler è ovvio che la nostra protagonista, Machenzie, appunto perchè è la protagonista, è innocente quindi tra Blake, Megan, Aron e Kyle chi è stato a compiere questo gesto ignobile?

Ed è qui che si casca subito nella banalità, infatti tutti sembrano apparentemente innocenti, ma in realtà ognuno di loro nasconde un segreto agghiacciante, a tal punto che per tenerlo nascoso si potrebbe diventare anche un assassino. La polizia ovviamente è inesistente e a parte il ruolo iniziale,  le indagini sono così ridicole che si intuisce fin da subito che la loro funzione sarà solo marginale.
Machenzie è troppo coinvolta, loro sono i suoi migliori amici, è convinta che nessuno sarebbe stato capace di uccidere Josh e Courtney e ovviamente, gli altri hanno puntanto subito il dito sull'intruso, il misterioso fratello, Blake ma anche Machenzie nasconde un segreto e sa che di lui, si può fidarsi.

Fin qui storia abbastanza scontata? Si, se non fosse però che tra la trama che ha iniziato ad ingarbugliarsi e la storia d'amore tra Blake e Machenzie, i miei occhi non sono più riusciti a staccarsi dal libro tanto che...sono scesa anche ad una fermata del treno sbagliata.
Natasha Preston ha uno stile che riesce a catturare il lettore nonostante a volte la storia sembri abbastanza scontata. 
E' vero, la protagonista con questo suo ottimismo "no il mio amichetto/a non può essere il colpevole, noi ci vogliamo tutti bene, siamo cresciuti insieme e trallallà" ogni tanto stucca e viene voglia di prenderla a sberle ma l'autrice è stato così brava ad ingarbugliatrmi il cervello che alla fine sono rimasta di stucco.

Ecco parliamo proprio del finale... tranquilli non spoilero niente.... ma voglio veramente sperare che ci sia un continuo perchè altrimenti lettori miei qui c'è proprio l'esigenza di tirare il libro dentro un burrone. Quindi facciamo finta che rimango in attesa di leggere il secondo capitolo e che questo è il mio parere per il primo volume...
Ora però vi lascio con una domanda... Siete veramente così sicuri di conoscere bene le persone che vi circondano?

Nessun commento

Powered by Blogger.