RECENSIONE: SARAH DI ROBERTA ZETA

Buongiorno gattolettori,
come avete passato il week end? Io mi sono divisa tra centri commerciali e la dolce casetta, direi proprio in total relax ehehe.
Ora sono pronta e carica per ricominciare la settimana e lo faccio subito nel migliore dei modi parlandovi di un libro molto carino.

SARAH
di Roberta Zeta


Genere: Picture Book
Editore: Hop
Collana: Per aspera ad astra. La forza delle donne
Prezzo: € 18,00
Pagine: 88
Uscita: 28 Settembre 2018

Carrie Bradshaw, protagonista della serie TV "Sex and the City", ha regalato a Sarah Jessica Parker una notorietà planetaria e un destino non immaginabile, stando almeno alle premesse. C'era una volta, prima di Carrie, Sarah: una bambina intelligente e vivace, nata in Ohio, da una famiglia poverissima, ma convinta dell'importanza dell'arte nella vita di ogni persona. Nonostante un'infanzia da romanzo di Dickens, Sarah ha coltivato, con immensi sacrifici, la propria vocazione artistica e cominciato prestissimo a recitare in teatro e poi al cinema. Fino alla consacrazione in quel ruolo che l'ha resa notissima in tutto il mondo, in una delle serie TV che hanno cambiato il volto della televisione e per cui i suoi ruoli, non solo di protagonista ma anche di produttore esecutivo, sono stati fondamentali. Dopo la fortunata parentesi del serial, Sarah Jessica Parker, insieme alla carriera di attrice, porta avanti diversi progetti personali in ambito umanitario, culturale e imprenditoriale con l'equilibrio e la pacatezza che la contraddistinguono. C'è molto della bambina di Nelsonville nella Sarah di oggi: una donna intelligente, pragmatica e di grande cuore.
RECENSIONE

Parto subito da un presupposto, sinceramente non pensavo che la vita di un attrice super famosa come Sarah Jessica Parker potesse suscitarmi interesse ma avendo amato la serie tv che l'ha resa famosa, Sex and the City e incuriosità da questa novità quale il Picture Book, mi sono prestata alla lettura del libro.

Bhè che dire, mi è bastato leggere il primo capitolo per capire che la lettura sarebbe stata sicuramente molto interessate. Questa è infatti la storia di una ragazza che nata in povertà e per povertà intendo quella vera dei sussidi, assistenza sociale, vestiti usati ecc..., è riuscita lo stesso a portare avanti il suo sogno diventare quella che è oggi, un'attrice affermata.

Sarah Jessica Parker nasce a Nelsonville in una piccola città conservatrice il 25 marzo del 1965, ed è la quarta figlia di Stephen e Barbara Parker. Purtroppo a causa delle condizioni poco ambienti della sua famiglia, la parola povertà è all'ordine del giorno.
La mamma seppur con poche risorse disponibili, cerca di mantenere viva e aperta la creatività e l'immaginazione dei suoi figli e forse è stato proprio questo ad indirizzare Sarah verso la recitazione. Amante della lettura,  ha dichiarato spesso che grazie ai libri ha avuto la possibilità di vivere mille vite in mille posti lontani.
"Ho sempre amato leggere per la stessa ragione per cui amo recitare, il fatto che le storie degli altri mi interessano più della mia vita".

Dopo anni di gavetta, teatro, piccole parti, film di successo e non, Sarah viene scritturata dal regista Michael Patrick King per la serie tv tratto dal romanzo di Candace Bushell: Sex and the City.
Diventato presto un programma di culto in tutto il mondo, dopo sei stagioni e diversi premi vinti, viene definitivamente consacrato il successo di Sarah.


Sarah/Carrie diventa così grazie a Sex and the City, l'amica di tutti i giorni, colei capace di consigliare e ascoltare, l'amica pronta a correre in qualsiasi momento del bisogno e proprio lei attraverso le sue storie e i resoconti sarà il narratore onnisciente dell'intera serie. 
Serie in cui le protagoniste, non trovano affatto disdicevoli le saltuarie avventure con uomini appena incontrati. Utili soprattutto per una dose di autostima ma attenzione, spesso possono diventare catastrofiche proprio per la stessa autostima.

La serie ovviamente non è incentrata solo su problemi esistenziali, sesso e stravaganze, vengono trattati anche temi importanti come la malattia, la morte, il rapporto di coppia. Inoltre viene calcata la mano anche su un fattore molto importante: l'aspetto glamour! Le quattro protagoniste infatti hanno stili completamente diversi tra loro e queste le rende delle vere e proprie fashion victim. Sarà grazie a questa serie che sono nate le fashion blogger?

I testi di Lorenza Tonani e le fantastiche illustrazioni di Roberta Zeta sono riuscite a catturarmi e a coinvolgermi in quella che mai avrei pensato fosse una storia interessante... e invece...
Non mi resta che consigliare questa stupenda Picture Book a tutte le amanti di Sex and the City e a chi almeno una volta nella vita ha desiderato di essere Carrie,  Miranda, Charlotte e Samantha e ritrovarsi a sorseggiare un buonissimo Cosmopolitan.


Nessun commento

Powered by Blogger.