REVIEW PARTY: TUTTA COLPA MIA DI JUNO DAWSON

Buongiorno readers,
come state? Io questo periodo veramente fiacca ma allo stesso tempo anche con tantissime cose da fare e per non farmi mancare niente mi sono iscritta anche ad un corso di grafica ahahah... Basta con le chiacchere però perchè ora è arrivato il momento di parlarvi di un libro veramente molto bello e interessante che da oggi, troverete in tutte le librerie e gli store online.
Tutta colpa mia
di Juno Dawson


Genere: Young Adult
Editore: Newton Compton Editori
Prezzo: € 10,00 (ebook € 2,99)
Pagine: 352
Uscita: 25 Ottobre 2018

Dopo un'overdose, la ricca e viziata diciassettenne Lexi Volkov finisce in una lussuosissima clinica di riabilitazione Quando si sveglia sul sedile posteriore di un'auto di lusso, Lexi non capisce cosa le sia successo. Possibile che qualcuno l'abbia rapita? Mentre tenta di articolare qualche parola, riconosce la voce di suo fratello Nik. Le sta dicendo che va tutto bene, che presto tornerà a stare bene. Ed ecco che i primi ricordi della notte precedente cominciano a farsi più nitidi. Il suo vestito da diecimila sterline, le luci, la festa, lo sballo... La sensazione di milioni di glitter iniettati nelle vene. E poi il buio. Quando la macchina si ferma, non ha bisogno di guardare fuori per capire dove l'ha portata Nik. Lexie pensava di aver toccato il fondo con la droga, ma si sbagliava. Il fondo è la Clarity Clinic, un lussuoso centro di riabilitazione. La terapia è durissima, medici e infermieri sono premurosi ma inflessibili: l'unica speranza di uscire dal tunnel è stringere amicizia con gli altri pazienti. E forse c'è spazio anche per qualcosa di più. Perché non c'è danno che non si possa riparare e la droga più potente di tutte è l'amore.
RECENSIONE

Lexi Volkov è la classica ragazza ricca, viziata e annoiata dalla vita, passa le sue intere giornate tra lo shopping e le feste di rappresentanza. Il padre possiede dodici lussuosissimi alberghi sparsi in tutto il mondo e per questo, lei e suo fratello Nik, si trovano a vivere da soli, all'interno di uno di questi. Senza controllo e praticamente allo sbando, quando la strada di Lexi si incrocia con quella di Kurt, un altro ragazzo annoiato e sempre pronto allo sballo, la vita di Lexi precipita pericolosamente finchè un'overdose e la scelta di suo fratello di portarla in riabilitazione, non cambieranno la sua vita.

Primo step: riconosco di avere un problema     
Secondo step: la scelta di uscirne è soltanto mia     
Terzo step: imparare a fidarmi di me stessa e degli altri     
Quarto step: sono più forte di quanto penso     
Quinto step: accetto di non essere una persona cattiva    
Sesto step: mi sforzerò di essere una persona migliore    
Settimo step: abbraccio il cambiamento in me stessa, negli altri e nell’ambiente circostante     
Ottavo step: accetto di aver ferito me stessa e gli altri     
Nono step: farò ammenda     
Decimo step: capisco che il recupero è un impegno continuo e permanente

Nel lussuoso centro di riabilitazione, la Clarity Clinic, Lexi, oltre ad affrontare la strada della disintossicazione, si ritroverà ad intrapredere anche un percorso di crescita che, grazie a questi dieci step, ci porteranno a conoscere, ad amare questo personaggio e a capire perchè sia caduta così in basso.


Juno Dawson infatti ha dato vita ad una protagonista ineguagliabile... egocentrica, viziata, caparbia ma allo stesso tempo ironica, sensibile e intelligente che riuscirà a scaturire nel lettore, una serie di emozioni contrastanti.

No. Probabilmente no. Più che altro, penso di essermici abituata. Forse è allora che si cresce, quando si smette di sentirsi al sicuro
In Tutta colpa mia la Dawson ha trattato temi forti, grandi e spaventosi come la droga, l'alcolismo e qualsiasi altra dipendenza che porti a logorare anima e corpo, con una caparbietà e un'autorevolezza tali da sviluppare nel lettore sia una sensazione di ansia che di appagamento, dandoci tra l'altro la possibilità di esplorare il lato neagativo e reale delle dipendenze.
Vi assicuro però che il romanzo non risulta affatto noioso o pesante perchp l'autrice non vuole assolutamente fare la morale o la maestrina ma vuole solamente porre l'attenzione su molti degli argomenti che purtroppo, in questa generazione, sono all'ordine del giorno.
Non si parlerà infatti solo di droghe e alcol ma anche di bulimia, anoressia o il disturbo d’identità di genere

Ah. Be’, il tradizionale programma a Dodici step fa riferimento a un “potere superiore”. Qui al Clarity, incoraggiamo a guardare il quadro nel suo complesso. Chi ha una dipendenza tende a vederla come il centro dell’universo. Qui, invece, pensiamo che nella vita ci sia molto di più della prossima dose. Per alcune persone è Dio; per altri, la famiglia o gli amici, o perfino una fede nell’amore o nella natura
Si cade nell'oblio delle dipendenze ogni qualvolta si provi a sfuggire da un presente inquieto e pieno di rimorsi o semplicemente, solo perchè non si ha il coraggio di affrontare la propria vita... è un segno di debolezza o di vittivismo questo? Nessuno può sapere cosa scatta nella testa di persone con questi problemi ma sarà proprio questa sensazione di non essere ad unire Lexie agli altri ragazzi "problematici" della Clarity Clinic: Brady, Kendall, Guy, Saif, Ruby e Sasha.

Come avrete capito la storia si svilupperà seguendo le fasi del recupero del programma della Clarity Clinic ma state tranquilli, la scrittura è talmente piacevole e scorrevole che in un batter d'occhio vi ritroverete ad aver letto tutti e dieci gli step e a desiderarne altri...

Tutta colpa mia non è una lettura facile, non è un libro che si può leggere senza essere poi assimilato con tranquillità... ogni episodio, avvenimento o azione infatti, viene raccontata con un'intensità così coinvolgente che è difficile non esserne travolti. Quindi vi prego, leggetelo con attenzione e aprite le menti... ma state tranquilli, Lexi, riuscirà spesso e volentieri, anche a farvi sorridere e battere il cuore con un nuovo amore.


1 commento

  1. Woah! E pensare che a prima lettura della trama e per il tema trattato delicato, lo stavo per mettere da parte ed invece mi ritrovo con molti che ne pensano positivamente. Poi, leggendo che l'autrice riesce a trasmettere tutte queste emozioni, è proprio quello che mi ci vuole. Spero di poterlo leggere al più presto ^^

    RispondiElimina

Powered by Blogger.