RECENSIONE: L'ESTRANEO DI URSULA POZNANSKI E ARNO STROBEL

Buongiorno readers,
dopo due giorni di pioggia finalmente è ritornato il sole qui a Roma meno male... già è un periodaccio in un più ci si mette anche il tempo!
Oggi sono qui per parlarvi di un thriller psicologico che è stato molto intrigante e promettente fino a che...

L'Estraneo
di Ursula Poznanski - Arno Strobel
                                               
Genere: Thriller
Editore: Giunti
Prezzo: € 14,00 (ebook € 8,99)
Uscita:  18 gennaio 2017
Immagina di essere sola in casa, avvolta in un accappatoio, mentre ti asciughi i capelli dopo un bagno caldo. Improvvisamente senti un rumore al piano di sotto, uno strano tintinnio, poi un cassetto che si apre e si richiude. Scendi le scale, ti avvicini alla porta della cucina e d'un tratto ti trovi davanti uno sconosciuto: occhi azzurri, capelli scuri, spalle larghe. Sei paralizzata dalla paura, inizi a gridare. Ma lui non scappa. E, cosa ancora più inquietante, ti chiama per nome, sostiene di essere il tuo fidanzato e non capisce come tu possa non riconoscerlo. Tu però sei certa di non averlo mai visto prima, afferri un fermacarte e glielo scagli contro. Chi è quell'uomo? Perché dice di conoscerti? Stai forse diventando pazza? Immagina di tornare a casa una sera e scoprire che la tua fidanzata non ti riconosce più. Comincia a gridare, è convinta che tu sia un ladro o un maniaco, ti scaglia addosso un fermacarte e corre a rinchiudersi in camera. Non riesci a capire, inizi a guardarti intorno e all'improvviso realizzi un fatto agghiacciante: le tue cose non ci sono più. Le tue giacche, che stamattina erano appese nel guardaroba, sono sparite. Non c'è più niente di tuo in quella casa. Stai forse diventando pazzo? Siete entrambi intrappolati in un incubo. E l'unico modo per uscirne è provare a fidarsi l'uno dell'altra...
Recensione

Appena i vostri occhi si poseranno sulla trama di questo libro, non potrete fare a meno di esserne catturati. Vi assicuro che è stato così anche per me, ho messo da parte quello che stavo leggendo e ho iniziato subito la sua lettura sperando di capire al più presto chi, tra Joanna e Erik, stesse mentendo.

Entrambi siamo certi di avere ragione, ma uno di noi vive in mondo immaginario, che non esiste.
E le premesse che possa essere un gran thriller psicologico ci sono tutte fin da subito! Infatti dal momento in cui Joanna, uscendo dal bagno dopo una doccia rilassante, viene terrorizzata dall'estraneo che si ritrova in casa, al momento in cui Erik, l'estraneo in questione, non riesce a capire se la sua fidanzata, Joanna, stia scherzando o altro, ma soprattutto si rende conto che in quella casa non sembra esserci stata traccia della sua convivenza con lei, capiamo che questa, sarà una gran bella lettura. La vostra mente inizerà a porsi mille domande...Erik è uno stolker che si è inventato di conoscere Joanna per estorcere del denaro visto che ha un padre milionario o è Joanna che improvvisamente è impazzita o magari è stata vittima di qualche violenza da parte di Erik che le ha procurato l'amnesia sistematizzata? A complicare il tutto poi ci saranno gli strani incidenti che capiteranno prima a Joanna e poi a Erik, con un occhio di riguardo poi agli "atti di autolesionismo" di Joanna. 


Capitolo dopo capitolo, attraverso sia il punto di vista di Erik che quello di Joanna, saremo accompagnati verso una verità sconcertante. Punti di vista poi che scritti a due mani, ci proietteranno le differenti visioni dei due protagonisti sulla storia.
Si tratta infatti di un thriller ben progettato in cui il valore aggiunto alla narrazione è dato dal fatto che i capitoli di Joanna sono stati scritti da Ursula Poznanski, una donna, mentre quelli di Erik hanno avuto il tocco maschile di Arno Strobel.

Per non rischirare di spoilerarvi qualcosa però non voglio dirvi altro ma vi invito a vedere il booktrailer che ho realizzato appositamente per questo libro durante il blogtour per il suo lancio.


Con una premessa del genere quindi come non si può desiderare di averlo subito tra le mani?

L'ho completamente divorato e entrare nella testa dei due protagonisti, provare le loro paure e le loro angosce non ha fatto altro che farmelo piacere sempre di più finchè però è arrivato il finale...
E io lì mi chiedo PERCHE'?? Mi spiace ma questo finale l'ho vissuto veramente male, è stato come comprare dopo mille fatiche un quadro di Picasso per poi accorgersi solo alla fine che il quadro era stato danneggiato e che quindi aveva perso di valore. 
Per tutta la prima parte sono stata presissima dal libro, mi sono sentita parte integrante del racconto cercando di capire cosa poteva spingere uno dei due protagonisti a mentire, poi però arrivata verso la fine, quello che ormai ritenevo un thriller psicologico "capolavoro"... si è trasformato in un libro d'Azione "grottesco e surreale". 

Ma nonostante la mia delusione sia stata tale vi consiglio lo stesso la lettura di questo libro perchè vi assicuro è così coinvolgente e scritto bene che è quasi impossibile staccare gli occhi dalle sue pagine.
Peccato sarebbero stati cinque "gattoni" sicuri ma visto il finale mi sento di dargli come voto 3 e mezzo!

1 commento

  1. Decisamente ci troviamo d'accordo xD E' un vero peccato perchè il romanzo si portava dietro tutti gli elementi giusti per puntare alle 5 stelle o gatti nel tuo caso xD

    RispondiElimina

Powered by Blogger.