Pagina 69 #4

Buon pomeriggio carissimi, le temperature si stanno abbassando vero? Io sono al lavoro ma sto morendo dal freddo brrr... dai che manca solo un giorno al week end e finalmente si può rimanere un po' di più sotto le copertine, tra l'altro cambia anche l'orario questa settimana giusto? Vabbè torniamo a noi e con questa bellissima rubrica del giovedì oggi vi presento un altro autore emergente.

Rubrica a cadenza settimanale (GIOVEDI') ideata da Ornella di Peccati di Penna in cui sarà dato spazio agli autori emergenti

  1. prendete un libro di un autore emergente ancora da leggere
  2. scrivere la pagina 69 (pagina 69 che vedo sul mio dispositivo)
  3. scrivere titolo e autore per chi fosse interessato a leggere il libro
  4. aspettate i commenti

 
 
Fashion Love di SARA J. DEL CONSILE
 
Oh, mon dieux! Vuole accompagnarmi a casa! Vorrei tanto andare a casa insieme a lui, anzi è la cosa che desidero di più al mondo. Sto per accettare quando mi sorge un dubbio. E se me l’avesse chiesto solo per gentilezza? Se fosse semplicemente un modo per mettersi la coscienza a posto? Probabilmente vuole solo assicurarsi che arrivi a casa sana e salva ed evitare così la mia ennesima stupida caduta, magari da un marciapiede. O, peggio ancora, direttamente dentro ad un tombino aperto. Per questo, anche se a malincuore, decido di declinare la sua offerta. “Sei molto gentile, ma stasera hai già fatto tanto per me e non voglio approfittare oltre della tua generosità perciò resta qui e divertiti. Io prenderò un taxi”, annuncio con un sorriso mentre estraggo il cellulare dalla borsa per chiamare il ‘servizio taxi’. “Non si accettano rifiuti”, ribatte lui, appoggiando prontamente una mano sulla mia in modo che non possa telefonare. “E poi devo dire che mi sono divertito abbastanza per stasera. A dire la verità mi aspettavo una di quelle serate noiosissime e invece si è rivelata una serata davvero … interessante”, termina la frase guardandomi dritto negli occhi, la mano ancora appoggiata sulla mia. Restiamo così per qualche secondo. I cinque secondi più belli della mia vita. Esagerata? Forse. Patetica? Probabile. Ma chiunque di voi abbia vissuto quei cinque secondi almeno una volta nella sua vita, sa di cosa sto parlando. Si dice che certe emozioni non si possano descrivere, ma semplicemente vivere. E all’improvviso mi ritrovo a chiedermi se è possibile che la vita sia così crudele da riservarci solo un brevissimo attimo di vera felicità in tutta la nostra lunga e difficile esistenza.
Sapete una cosa?

E si volete sapere una cosa? Non ci resta che leggere il libro per scoprire cosa eheheh
Che ne dite?

1 commento

Powered by Blogger.