PROGETTO INFANZIA: UN UOVO STRAORDINARIO DI LEO LIONNI

Buongiorno Gattolettori,
oggi la nostra mamma amica Eliana ci parlerà di una rana molto curiosa e di un uovo straordinario. 



Un uovo straordinario
di Leo Lionni


Editore:
Babalibri
Prezzo: € 11,40

Un giorno una rana, insieme a due amiche, scopre un bellissimo uovo bianco. Non ne hanno mai visto uno prima, ma sono sicure che si tratti di un uovo di gallina. Quindi, quando l’uovo si schiude e striscia fuori una lunga creatura verde e squamosa, pensano naturalmente che si tratti di... un pollo! Un pollo che, appena nato, chiede una cosa sola alle tre rane: «Dov’è l’acqua»? Età di lettura: da 4 anni.
Recensione

 

Un giorno una rana, insieme a due amiche, scopre un bellissimo uovo bianco.
Non ne hanno mai visto uno prima, ma sono sicure che si tratti di un uovo di gallina. Quindi, quando l’uovo si schiude e striscia fuori una lunga creatura verde e squamosa, pensano naturalmente che si tratti di… un pollo! Un pollo che appena nato chiede alle tre rane: "Dove, è l'acqua?".

 


 

In Italia abbiamo dovuto attendere quasi 30 anni per la pubblicazione di "Un uovo straordinario" di Lionni e naturalmente dobbiamo ringraziare Babalibri per averci regalato questa ennesima perla! Non è un caso che i suoi albi siano sempre estremamente attuali.

Un albo tutto da ridere per i più piccoli: giocando sull'equivoco iniziale dell'erronea associazione tra uovo e gallina,  con le sue illustrazioni senza tempo e il suo stile comunicativo semplice e asciutto, Leo Lionni cattura l'attenzione dei bambini suscitando la loro ilarità. 

 

 

Per tutta la durata della storia l'alligatore sarà chiamato gallina perchè- ovviamente- certe cose si sanno e basta. E neppure l'evidenza riuscirà a scardinare la convinzione da parte delle rane di essere nel giusto, anzi: si prenderanno addirittura gioco della mamma della gallina! Per un lettore più esperto, quindi, le chiavi di lettura sono molteplici e più profonde. L'autore insiste sul valore dell'amicizia e della condivisione, sulla diversità come continuo arricchimento ma soprattutto sul fatto che a volte siamo così convinti di possedere le risposte che smettiamo persino di farci le domande.

 

Nessun commento

Powered by Blogger.