BLOUGTOUR: LA SECONDA MOGLIE DI JUKS WAY - 5° TAPPA

Buongiorno readers,
è con piacere che oggi vi presento la bellissima tappa del blogtour dedicato a La seconda moglie di Paola Russo. In questo appuntamento vi presenterò l'emancipazione della donna.




La seconda moglie
di Juls Way


Genere: Romanzo Storico
Prezzo:
€ 13,90 (ebook € 2,99)
Pagine:
265
Editore: Words Edizioni
Uscita: 8 Luglio 2020

Londra, 1899.
All’alba del nuovo secolo, lady Lavinia Roseland, figlia del Conte di Carvanon, è costretta a un matrimonio combinato con lord Edward Montegue. Un’unione nata male in partenza: lei ha una reputazione macchiata, un carattere terribile e una lingua ben affilata; lui, vedovo e con una carriera politica da portare avanti, la vorrebbe tenera e devota. Tuttavia, Edward non è immune al fascino di Lavinia che, con le sue mise maschili, si fa ambasciatrice di idee nuove e rivoluzionarie. Ad avvicinarli sarà la strana e improvvisa sparizione del padre di lei. Marito e moglie si ritroveranno così nella romantica Cornovaglia, ospiti di una tenuta ricca di misteri, per scoprire vecchi e nuovi intrighi della famiglia Carvanon.
L'EMANCIPAZIONE DELLA DONNA

Il romanzo di Juls Way pone l'accento, in maniera molto marcata, sui diritti delle donne e sull'evoluzione del suo ruolo nella società. A cavallo del nuovo secolo, la protagonista Lavinia si fa ambasciatrice di idee rivoluzionarie anche per il suo tempo: il diritto di voto, ad esempio, ma più di tutto la parità dei sessi. Lavinia frequenta di nascosto i club privati, si veste da uomo, beve e fuma, legge il giornale per informarsi e non ricevere le informazioni semplicemente filtrate da altri. 
 
Accanto alla figura di Lavinia compaiono tutta una serie di figure femminili: Lisbet, Charlotte King, madame Luiselle. E tutte fanno rete, si sostengono a vicenda, si coprono le spalle per non perdere quella libertà a cui si stanno faticosamente aggrappando nel tentativo di trattenerla. Juls Way, all'interno della narrazione, snocciola gli eventi di quel tempo non mancando di sottolineare come la società iniziasse a muoversi anche a favore del genere femminile. L'Università di Londra che apre anche alle donne, gli scioperi in piazza tanto cari a Lavinia da costarle uno scandalo, l'emancipazione tanto agognata che deve essere conquistata anche nel quotidiano e che sta nell'indossare liberamente un paio di pantaloni, ad esempio. 
 
Lavinia Montegue diventa l'emblema, in questo senso, di ogni ragazza, ogni donna che ha lottato per i propri diritti. Un'eroina molto più che moderna, fuori dal suo tempo dove l'etichetta vittoriana aveva lasciato il segno e decisamente proiettata verso un nuovo futuro. 

Non perdetevi la prossima tappa sul Blog "Libri: sulle ali dell'immaginazione" che vi parlerà di: Viaggio in Cornovaglia.


Nessun commento

Powered by Blogger.