LA PIUMA DI GIORGIO FALETTI

Buongiorno readers,
questa mattina voglio aprire le danze con la recensione di un autore per me favoloro...La Piuma di Giorgio Faletti...purtroppo questo uomo dalle mille risorse (comico, attore, cantante e scrittore) ci ha lasciato lo scorso anno e se qualcuno di voi ancora non lo conosce come scrittore questo libro dolcissimo è quello che fa al caso vostro.

Titolo: La piuma
Autore: Giorgio Faletti
Editore: Baldini&Castoldi
Genere: Narratica Contemporanea
Pagine: 79
Giorgio Faletti si accomiata dai suoi lettori con la sua opera più bella, originale e dolente. Una favola morale, che accompagna il lettore attraverso le piccole, meschine, ignoranti bassezze degli uomini, sino a comprendere, attraverso il più innocente e semplice degli sguardi, il senso profondo delle cose. Del loro ruolo. E della fine. Seguiamo una piuma mentre traccia il suo invisibile sanscrito nel cielo, la vediamo posarsi sul tavolo dove il Re e il Generale tracciano i piani per la battaglia per la conquista di Mezzo Mondo, noncuranti di chi poi dovrà combatterla; ascoltiamo insieme a lei i tentativi del Curato di intercedere a favore dei contadini con il Cardinale privo di fede; attratti da una dissonante melodia volteggiamo dentro al Teatro, per assistere allo spettacolo meraviglioso e crudele della Ballerina dal cuore spezzato: il nostro volo ci porterà a conoscere altri, sventurati personaggi finché la piuma non incontrerà lo sguardo dell'unico che saprà capire quello che nessuno prima aveva compreso.

Ultima opera del compianto Giorgio Faletti e che dire....anche con questo romanzo breve, completamente differente dai suoi precedenti romanzi, ha saputo dimostrare di essere un GRANDE scrittore.
Faletti infatti pur avendoci abituato ad un genere talmente diverso come quello dei thriller, con "La Piuma" siamo invitati a leggere una sorta di Favola Morale.
In questo libro ci viene raccontato il viaggio straordinario di una piuma che, accompagnata dal suo amico vento in evoluzione fantastiche (quasi a ricordare la sigla finale di Forrest Gump), di volta in volta, si poserà in luoghi dove le persone purtroppo, sono talmente prese dai loro problemi e dalle loro "comodità", che non hanno neanche il tempo di guardare più su del loro naso e accorgersi di questo meraviglioso dono.
Sarà poi lo sguardo innocente di colui che non si aspetta niente dalla vita ma percepisce il senso profondo delle cose, ad accompagnare la piuma nel suo viaggio finale.

Questa breve Favola morale, non è poi molto lontata dai giorni nostri...siamo talmente presi dalla frenesia di questa vita che non riusciamo neanche più a valorizzarne il vero senso...
Comunque è curioso e commovente pensare che proprio "la piuma" che compie un viaggio "finale" sia stato l'ultimo libro pubblicato di Faletti...
Sono di parte lo so, è inutile nascondere il mio amore profondo per i romanzi di Giorgio Faletti, è uno dei miei scrittori preferiti, ma è sorprendente vedere come qualsiasi cosa sia uscito dalla sua penna, dal thriller, al noir o in questo caso la Favola, si sia poi rivelato sempre un qualcosa di meraviglioso e geniale.
A mio avviso abbiamo perso un grandissimo scrittore e se ancora non avete mai letto niente di suo, forse la Piuma potrebbe essere il giusto libro per iniziare a conoscerlo, se invece come me già lo amate, la lettura di questo libro sarà il modo migliore per salutarlo...Ciao Giorgio...



2 commenti

  1. Bel pensiero...concordo su tutto...abbiamo perso un grandissimo scrittore e un bravissimo attore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono veramente contenta che qualcun altro la pensa come me :-)

      Elimina

Powered by Blogger.