PAGINA 69 #5

Eccomi nuovamente qui readers,
ora è arrivato il momento di scoprire l'autore di oggi che sarà ospite della rubrica Pagina 69 ovvero quella dedicata al Self. Vi presento Mariangela Pedone e L'erede di Sargas.

Pagina 69

Se sei un autore emergente e vorresti anche tu il tuo spazio nella Pagina 69 pui inviarmi il tuo materiale a gattolibraio@libero.it

Autore Emergente se ti sei appena sintonizzato sul mio blog, il giovedì è dedicato a te quindi scegli come vuoi avere un po' di visibilità (segnalazione o pagina 69) e invia un email a gattolibraio@libero.it con il libro 

Sia per la pagina 69 che per la segnalazione dovrai inviarmi il seguente materiale:
- Libro da segnalare
- Piccolo estratto a piacere del libro
- Biografia
- Foto autore/autrice o qualcosa che vi rappresenti

Avviso: Tutte le email sprovviste di questo materiale non saranno neanche prese in considerazione

Ricordo che la rubrica è stata ideata da Ornella di Peccati di Penna.
 
L'EREDE DI SARGAS - MARIANGELA PEDONE

Genere: Fantasy
Prezzo:
€ 10,00 (ebook € 3,99)
Editore: Lettere Animate
Pagine: 162
Pubblicazione: Giugno 2018

L'erede di Sargas è un romanzo fantasy per ragazzi. É una storia unica e originale, incentrata sul binomio sogno-realtà. Il protagonista, Willy, un normalissimo bambino di dodici anni, viene a scoprire di stare sognando il mondo in cui vive e che in realtà lui è il legittimo erede al trono di un regno lontano. È un romanzo di formazione, dove Willy dovrà affrontare una serie di pericoli per riunire i cinque pezzi della spada che Sargas, prima di scomparire senza lasciare traccia, gli ha lasciato in eredità.
Morte è quando vediamo da svegli/ sogno, quando vediamo dormendo.
Così si apre il libro che Willy trova per caso in camera sua. La storia è ambientata in un mondo lontano, dove i dieci maghi del Consiglio degli Anziani fanno cadere il piccolo Fansrog appena nato in un sonno incantato per proteggerlo dal Re Bianco, suo padre, che vuole ucciderlo a causa di una profezia. Dopo dodici anni, un giovane mago, figlio di un membro del Consiglio, viene catturato dal Re Bianco e costretto a rivelare dov'è tenuto nascosto Fansrog.
Il racconto si interrompe in questo punto, allora Willy decide di completare la storia da solo. Ed è così che finalmente si risveglia e scopre che in realtà lui è Fansrog. Avversato dalle uniche persone che possono aiutarlo, intraprenderà un lungo viaggio alla ricerca dell'Incubo, la sua unica speranza di porre fine alla tirannia del Re Bianco. Scoprirà dunque di essere l'erede di Sargas, il grandissimo eroe delle forze del Male, e figlio dell'Incubo, che gli cederà il suo esercito per riconquistare il trono.

ESTRATTO


Qui giace Sargas,
l'eroe
che sgominò
le forze del Bene.


All'improvviso, come venuta dal nulla, una figura emerse dall'ombra di un'alta casa diroccata. L'uomo si avvicinò ansimando e strascicando i piedi con estrema lentezza; indossava abiti laceri e sporchi e in mano teneva una bottiglia vuota. Fuoriuscì dall'ombra ed entrò nel cono di luce della grande stella che dominava il firmamento. Ora Willy poté osservare il suo volto di uno strano colorito verdognolo e grigiastro, come se fosse malato. Quando si trovò a solo mezzo metro da loro, Willy sentì il suo alito fetido e carico di alcool.
“Chi era Sargas?” chiese Willy allo sconosciuto, arricciando il naso per l'odore che emanava.
L'uomo non rispose. Sollevò lo sguardo sulla statua che li sovrastava e i suoi occhi vacui si riempirono di lacrime. Dopo aver contemplato la statua per qualche minuto, parlò con voce roca ed esaltata.
“Il giorno dopo l'epica battaglia, Sargas scomparve senza lasciare traccia. Fece in tempo però a dividere la sua spada magica, spada che lo aveva condotto alla gloriosa vittoria, in cinque parti che affidò a cinque persone fidate.
“La punta consegnò a uno dei due guardiani del mondo degli incubi, gli uomini-scorpione. Il pezzo più grosso al re dei lupi mannari, il terzo invece a una strega, la parte più piccola la diede ai morti-viventi e infine, il manico, lo affidò al tempio di questa città, Fobos. I cinque pezzi sarebbero dovuti passare di padre in figlio e di madre in figlia, finché non fosse venuto a bussare alle loro porte il suo vero erede.
“'Lo riconoscerete' spiegò Sargas, 'dal segno'. L'erede ricongiungerà i cinque pezzi e forgiata sarà di nuovo la spada che un tempo dominò il mondo.
“Sono passati da allora più di sette secoli e ancora siamo tutti qui ad aspettare l'erede di Sargas. Di certo, ci aspettiamo da lui grandi cose... grandi imprese...”

MARIANGELA PEDONE

Mariangela Pedone (nata ad Arezzo nel 1992) attualmente vive in Toscana, dove esercita la professione di medico-chirurgo. Appassionata di letteratura, in particolare di genere fantasy, comincia a scrivere all'età di 14 anni. A 17 anni scrive "L'erede di Sargas".



Allora che cosa ve ne sembra? Vi ho incuriosito? Qui potrete trovare il link d'acquisto.



Nessun commento

Powered by Blogger.