RECENSIONE: STARS - NOI STELLE CADENTI DI ANNA TODD

Hola readers,
non so voi ma io oggi sono veramente stanca, sarà l'antibiotico, l'herpes o il dente del giudizio ma dire che sono un rottame è famri un complimento ahahah
Ora però voglio parlarvi del nuovo libro della Todd che da oggi troverete in tutte le librerie e gli store online.
Ringrazio la casa editrice Sperling & Kupfer che mi ha fornito una copia in anteprima ARC del romanzo.

STARS
Noi stelle cadenti
di Anna Todd

Genere: Romance
Editore: Sperling & Kupfer
Prezzo: € 17,90 (ebook € 8,99)
Pagine: 312
Uscita: 11 Settembre 2018

Karina ha vent'anni, ma ha già imparato sulla propria pelle quanto la vita possa essere complicata e le relazioni fragili. Per questo, dopo il divorzio dei genitori e anni di traslochi da una città all'altra per via del lavoro del padre, ora è in cerca con tutte le sue forze di certezze e stabilità. Per ricominciare ha scelto un lavoro tranquillo e un piccolo appartamento, bisognoso di qualche riparazione, come il suo cuore, che da tempo si è decisa a non ascoltare. Un giorno, però, incontra Kael, che l'attira a sé con i suoi modi gentili e rassicuranti. Kael è riservato, paziente e un ottimo ascoltatore. Quando è con lui, i dubbi e le insicurezze di Karina si dissipano e il rumore della sua vita caotica sembra magicamente affievolirsi. Ma Kael non è quello che sembra. C'è qualcosa sotto quella facciata calma e rasserenante, uno spirito ribelle, che non sa stare dentro schemi troppo rigidi. Per Karina, però, è ormai troppo tardi e, nonostante la sua ostinata resistenza, si trova coinvolta in un nuovo vortice, in un nuovo mondo ancora più oscuro del suo, e pieno di passione.
RECENSIONE

Parto subito con una premessa, questa è la prima volta che leggo un libro della Todd infatti penso di essere una delle poche lettrici rimaste ad non aver avuto ancora modo di leggere la serie Afler ma almeno questo fa sì che non mi senta influenzata dalla precedente serie.

Sinceramente appena iniziato il libro non sapevo proprio cosa aspettarmi ma il fatto di intuire che la storia stava iniziando dalla fine mi ha subito incuriosito. Si parte infatti dal 2019 anno in cui Karina e Kael, i protagonisti di questa nuova serie, si rincontrano dopo un lungo tempo di separazione per partecipare ad un funerale. Non sappiamo quindi cosa sia accaduto e in quali rapporti fossero i due personaggi prima di questo momento.
Per capire cosa sia realmente accaduto, l'autrice ci rimanda due anni indietro, nel 2017.
Qui inizia la vera storia di "STARS Noi stelle cadenti". Avremo così modo di fare la conoscenza di Karina che a soli vent'anni, a causa di un'infanzia piena di trasferimenti da una città all'altra per il lavoro del padre e il divorzio dei genitori, sente un forte bisogno di stabilità, sia territoriale che sentimentale.

Le stelle più luminose bruciano più in fretta, perciò dobbiamo amarle finchè possiamo.
Legata indissolubilmente al fratello gemello Austin, è sempre pronta a tutto pur di tenerlo fuori dei guai ma soprattutto, tenerlo lontano dal mondo del padre ovvero quello militare.
Karina è una Massoterapista e sarà proprio durante una seduta di massaggio che farà la conoscenza di Kael, un affascinante soldato rientrato da poco da una missione in Afghanistan.
Kael è taciturno, introverso e sembra ancora combattere con i demoni interiori causati dalla guerra ma grazie all'incontro con Karina, piano piano riuscirà ad aprirsi e ad instaurare con lei, un rapporto che va ben oltre a quello dell'amicizia, finchè però, la dura verità, piomberà sulle vite di entrambi i ragazzi.


Sono sincera per gran parte del libro mi sono veramente annoiata. La voce narrante della storia è Karina che non fa altro che ricordare i periodi della sua infanzia o i problemi esistenziali legati a lei o alla sua famiglia. L'arrivo di Kael porta una ventata di fresco alla storia ma prima che il personaggio diventi "attivo" ed inizi ad interagire veramente nella storia, mi sono ritrovata a metà libro.
Fortunatamente i capitoli sono brevi quindi il romanzo si legge in pochissimo tempo ma probabilmente se non ci fosse stata la svolta finale, lo avrei classificato come uno dei peggior libri letti in questi ultimi anni. Non accade mai niente di eclatante tutto scorre come se fosse il diario personale della protagonista, non mi sono emozionata, innamorata, arrabbiata... niente.

Voglio sperare che questo sia stata solo una lenta e approfondita introduzione a quella che succederà nei prossimi libri.
Nonostante tutto però devo dire che la Todd è riuscita ad incuriosirmi soprattutto per come è iniziato il libro... di chi sarà il funerale in cui i ragazzi sono stati costretti a rincontrarsi?

Una volta andato via, sono crollata nell'erba e sono rimansta là finchè le stelle non hanno asciugato le mie lacrime e la luna mi ha guardato torva convincendomi a raggiungere il mio letto e a lasciare il suo.
Proprio per questo voglio ancora dargli una piccola possibilità, sperando che nel secondo volume troveremo quella sferzata in più necessaria a far decollare la storia.

Nessun commento

Powered by Blogger.