RECENSIONE: CR7 LA BIOGRAFIA DI GUILLEM BALAGUE

Buongiorno readers,
a quanto pare il brutto tempo inizia ad affacciarsi anche qui a Roma... che l'estate sia finita veramente? Per fortuna che è ritornato il mio amato campionato di calcio e che ha portata una bellissima novità nella mia squadra del cuore.  Non avete ancora capito di chi sto parlando?


CR7 - La Biografia
di Guillem Balague


Genere: Sportivo
Editore: Piemme
Prezzo: € 19,50 (ebook € 9,99)
Pagine: 355
Uscita: 18 Settembre 2018

«Cristiano Ronaldo è un'ala destra? Anche. Cristiano Ronaldo è un'ala sinistra? Pure. Cristiano Ronaldo è un centravanti? Quando vuole. Cristiano Ronaldo è un difensore? A volte. Cristiano Ronaldo segna di testa? Sì. Segna di destro? Ovvio. Segna di sinistro? Certamente. E in rovesciata? Se serve.» I media non smettono di cantarne le gesta. Perché Ronaldo è un fenomeno, una macchina da record, anzi: il calciatore che i record li ha polverizzati tutti. Quando il 3 aprile del 2018, a Torino, tutto lo Juventus Stadium si è alzato in piedi per omaggiarlo dopo lo strepitoso gol contro i bianconeri, uno dei più belli mai visti, sembrava il tributo a un dio irraggiungibile. «La Juve mi piace sin da bambino», aveva dichiarato CR7. Nessuno allora poteva immaginare che il sogno si realizzasse. Ma adesso Ronaldo è qui, per una stagione che sembra far rivivere l'epoca d'oro del calcio italiano, quando sul campo si potevano ammirare Platini, Van Basten, Zico, Maradona. Della sua carriera sportiva si sa tutto o quasi, poco o nulla si conosce dell'uomo. Quarto figlio non voluto di una famiglia povera di Madeira in Portogallo, padre alcolizzato e assente, Cristiano sin da bambino non si staccava dal pallone. È un narcisista e un perfezionista, un maniaco dell'allenamento e della forma fisica, il primo a iniziare gli allenamenti e l'ultimo ad andarsene, in eterna sfida con se stesso e con il limite. Il ragazzino che si è costruito fuoriclasse. Guillem Balague ha seguito le tracce del campione, ha parlato con amici, allenatori, ex compagni di scuola, e decine di altre persone a lui vicine. Ora svela tutto. E finalmente sapremo perché Ronaldo è il più grande.
RECENSIONE

Cristian Ronaldo... chi è un presidente, un personaggio storico, un super eroe? Dai la smetto subito... tutti sappiamo chi è Cristiano Ronaldo! E' uno dei giocatori più forti al mondo in attivo e vi assicuro che non serve essere un'esperta di calcio per saperlo, le competizione, i trofei e i premi vinti, a quanto pare, parlano per lui.

Quello che forse non sapete però è che Cristiano Ronaldo, chiamato ormai dai tifosi CR7, o si odia o si ama! I giornalisti spesso lo definiscono un giocatore dalla personalità forte, un narcisista, un perfezionista, una persona capricciosa e arrogante, diventato ormai il simbolo del mercenarismo calcistico.
Nonostante tutti questi appellativi negativi però, Ronaldo ha dimostrato in più occassioni che oltre a tenere alla sua immagine e ad essere ricco e famoso, è anche una persona "vera"... una persona sensibile e generosa.

A questo punto la domanda sorge spontanea, chi è realmente Cristiano Ronaldo? Prova a svelarci chi si nasconde dietro alla maschera di una macchina da record, Guillem Balague, considerato uno dei più autorevoli giornalisti sul calcio, che in questa Biografia, ci mostrerà entrambe le facce di Ronaldo. A quanto ho potuto intuire dai primi capitoli infatti, Guillem Balague, diciamo che non è proprio il giornalista preferito da Cristiano ma questo ha fatto si che nella biografia, non vengano elencate solo le gesta e le imprese magnifiche del ragazzo, ma vengano raccontati anche fatti, aneddoti e storie di persone che si sono scontrati in più occasioni, con il suo carattere per niente facile dell'atleta.
E' una biografia nata da una profonda ricerca, in cui Balague si è fatto guidare per le vie di Madeira, Lisbona, Machester, Madrid e infine Torino.

Questo libro è il risultato di ricerche, studi, di venticinque anni di esperienza come giornalista, dei colloqui con persone che lo conoscono, con psicologi, sociologi, con i giocatori che hanno condiviso con lui lo spogliatoio, con i dirigenti delle società e alcuni dei suoi allenatori, oltre alle conversazioni avute con lui stesso e con la sua cerchia prima della controversia... a microfoni spenti e accesi.
Non ha usato mezzi termini, non ha cercato di indorare la pillola del perfetto giocatore, Balague con questo libro, ha voluto far conoscere il bello e il cattivo di Ronaldo ma soprattutto ha cercato di capire sei i suoi comportamenti tanto discussi, sono stati necessari per permettergli di diventare quello che è oggi.

Cesare Pavese disse: «Non c’è arte senza ossessione»

Quella che troverete qui è la mia versione del viaggio di Ronaldo, la storia delle influenze che lo hanno plasmato, dei tratti di Madeira che ancora conserva, della sua crescita al Manchester United, di ciò che il Real Madrid ha fatto per lui e degli eventi che lo hanno portato alla Juventus. Parlerò della sua arroganza e vanità, provando a capire se questi due elementi fossero davvero essenziali per permettergli di diventare quello che è oggi.
In queste pagine verrà così ripercorsa la carriera di Ronaldo, di come a dodici anni atterrò da solo, all'aeroporto di Lisbona, lasciando la sua amata isola di Madeira e la famiglia, per perseguire il suo sogno di diventare il Migliore. Ci parlerà delle squadre che lo hanno aiutato a forgiare il suo carattere come lo Sporting Lisbona, il Manchester United e il Real Madrid e delle persone che nella buona e nella cattiva sorte, lo hanno reso quello che oggi, Alex Ferguson, Josè Mourinho, Carlo Ancellotti, Jorge Mendes, Zinedin Zidane, Rafael Benitez, Valter Di Salvo ecc...

Balague ci parlerà di quell'incredibile costanza che ha sempre dimostrato di avere, di quell'ossessione nel migliorarsi e quella tenacia capace di farlo diventare il numero uno al mondo. 
Inoltre fra queste pagine troveremo anche interessanti interventi fatti da psicologi famosi, pronti a spiegare i comportamenti più inconsueti del campione che lo hanno contraddistinto e reso tale in tutti questi anni.

Apprenderemo così, come la trasformazione da ragazzo mingherlino a Robocop, sia avvenuta per gradi e solo grazie al duro lavoro e alla cattiveria agonistica che questo ragazzo ha messo in ogni giorno della sua vita. Se gli altri si allenavano 4 ore lui raddoppiava la dose... questo vuole dire essere arroganti, narcisisti ecc? Se non si è abituati a fare dei sacrifici e a lottare per il proprio sogno, probabilmente si, è quello che gli altri percepiscono di te, ma se conosci la determinazione, la passione e la competitività, che solo qualcosa che ami può sviluppare in te, allora forse certi atteggiamenti riesci anche a capirli e a giustificarli.

Cristiano Ronaldo è un campione fenomenale, una macchina da gol strepitosa, un professionista che ha saputo costruire la sua immagine in maniera impeccabile. In questa biografia però conosceremo anche il lato umano di questo instancabile ragazzo, una persona fragile, generosa, emotiva e che ha sofferto tanto il distacco dalla famiglia e della mancanza del padre.

E' coraggioso, sfacciato, conscio della sua bellezza, non nasconde la sua vanità, ma è anche timido e insicuro. Vuole conquistarti e questa è la sua grande forza. E la sua grande debolezza. Mai nulla sembra essere abbastanza.
Probabilmente neanche in questa Biografia sarà stata raccontata tutta la verità ma per quanto mi riguarda e non lo dico solo perchè sono Juventina, per tutto quello che ha passato, per i sacrifici fatti, per l'impegno e la costanza avuti nel migliorarsi giorno per giorno, Cristiano Ronaldo si merita veramente tutto il successo che ha!

Che poi il giro di soldi che si muove intorno al Calcio sia assurdo, quello è un altro discorso, ma a livello empatico e dopo aver letto questa biografia, posso tranquillamente affermare che Cristiano Ronaldo, è e sarà per sempre un calciatore unico e indimenticabile.
Detto ciò ora ditemi che anche voi (ovviamente mi rivolgo al pubblico femminile) non state lì a pregare che segni affinchè si tiri su quella maglia che nasconde i suoi 2000 addominali da urlo...

Non farò l’errore di dire che non potrò vivere senza il pallone. Ma non riesco a immaginare una vita senza allenamenti, senza il campo, senza una partita, senza l’adrenalina e l’eccitazione della competizione
(Cristiano Ronaldo)

8 commenti

  1. Bello e scorrevole! Affascinante biografia di un campione vero.

    RispondiElimina
  2. Sinceramente non sono un suo fan... ma dopo questa recensione mi sono incuriosito e invogliato a leggere questo libro �� complimenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille magari chissà...ti ritroverai ad essere un suo fan ;-)

      Elimina
  3. bel libro e bella la recensione, un campione dentro e fuori dal campo.
    Ad ogni modo gente col potere mediatico come il suo avrà sempre chi lo amerà e chi lo criticherà...intanto lui partendo dal niente è arrivato ad avere tutto questo, possiamo solo fargli i complimenti.

    RispondiElimina
  4. Non sono una fan di Ronaldo...riconosco il talento e la bravura ma nessun tipo di empatia con lui.
    Detto questo, mi è piaciuta molto la recensione che hai fatto del libro e stimando la tua testa mi toccherà leggere la biografia per iniziare ad apprezzare questo CR7! :p

    RispondiElimina
  5. Non sapevo che eri anche juventina, ora non c'è dubbio che seguirò il tuo blog, e per quanto riguarda CR7, incrociamo le dita ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah grande Pietro ahahah visto si che gran partita sabato? ;-)
      Grazie mille e a presto

      Elimina

Powered by Blogger.