RECENSIONE: ABSENCE - L'ALTRO VOLTO DEL CIELO DI CHIARA PANZUTI

Hola readers,
ben ritrovati... come già vi ho accennato il Blog riprenderà a pieno ritmo direttamente da lunedì ma visto che in questo periodo di ferie mi sono concessa il piacere di leggere solo libri ESTREMAMENTE belli, potevo non parlarvi del secondo volume della trilogia di Chiara Panzuti?

Absence - L'altro volto del cielo
di Chiara Panzuti


Genere: Distopico
Editore: Fazi Editore
Prezzo: € 15,00 (ebook € 6,99)
Pagine: 312
Uscita: 10 maggio 2018

In "L'altro volto del cielo", nuovo capitolo della trilogia di Absence, è trascorso appena un mese dall'inizio del gioco insidioso di cui l'uomo in nero tiene le fila, e le coordinate dell'ultimo biglietto conducono Faith e i suoi compagni a Est. L'invisibilità è diventata per Faith, Jared, Scott e Christabel una strana routine, per sopravvivere in un mondo che non ha memoria di loro, e il motivo che li spinge a continuare il viaggio intrapreso per tornare a esistere. Ma il siero NH1 comincia a indebolire il fisico dei ragazzi e la conquista dell'antidoto si fa sempre più indispensabile. Soltanto Faith sembra resistere agli effetti collaterali e sviluppa un'inaspettata prontezza fisica e mentale. Sotto l'ombra dell'Illusionista e sulle tracce dei biglietti dell'uomo in nero, i ragazzi della squadra Gamma fronteggiano più volte le squadre degli Alfa e dei Beta: il gioco, però, comincia a svelare il suo lato crudele, che non accetta provocazioni né debolezze. Dopo uno scontro violento con una squadra avversaria nella base navale di Changi Bay, a Singapore, Faith scoprirà alcuni risvolti delle regole spietate dell'Illusionista e si troverà faccia a faccia con l'altro volto della competizione e di se stessa.
RECENSIONE

Ricordate dove eravamo rimasti con Absence il gioco dei quattro? Faith, Jared, Scott e Christabel si sono ritrovati ad essere improvvisamente invisibili. Una condizione che personalmente non augurerei neanche al mio peggior nemico. A causa della somministrazione di un siero poi, neanche i loro cari si ricordano più dei quattro ragazzi. 

Per il quartetto è iniziata così una estenuante lotta per la sopravvivenza che li porterà, seguendo gli indizi lasciati dall'uomo nero, l'unico che sembra essere a conoscenza del tutto, a spostarsi da una parte all'altra della Terra.
Li abbiamo lasciati quindi con qualche problema a Kuala Lampur, Christabel sembra infatti reagire male all'NH1 il siero che è stato inniettato a tutti loro per di più. Ricordo inoltre che non sono gli unici ragazzi a concorrere per tornare ad esistere, ci sono anche altre due squadre spietate pronte a tutto, gli Alfa (Abigail, Ephraim, Barrett e Sebastian) e i Beta (Raymond, Linette, Sachi e Denis).

Volati quindi alla volta di Singapore i ragazzi sembrano sempre più vicini a scoprire la verità, soprattutto Faith che rapita dagli Alfa, viene a conoscenza del vero piano dell'Illusionista, sconvolgendo così, definitivamente, la sua vita.
Paradossalmente poi l'unica che sembra reagire bene al siero NH1 è proprio lei, che ha sviluppato anche un'inaspettata prontezza fisica accompagnata però da eccessi di ira.
Riuscirà Faith a scappare dalla prigionia di Ephraim, (rivelatosi tra l'altro un personaggio molto intrigante) e ritornare dal suo gruppo dopo essere venuta a conoscenza di quasi tutta la verità?

Non si torna indietro dopo essere stati invisibili. Una volta che scompari, scompari.
Mentre nel primo libro Chiara Panzuti si è concentrata di più sul concetto dell'invisibilità, in questo secondo capitolo ha cambiato del tutto marcia, regalandoci sì molta azione e piccoli attimi di tenerezza, ma è riuscita anche a sorprenderci con ingeniosi colpi di scena.
Come per il primo romanzo anche qui ho avuto difficoltà a staccare gli occhi dalle pagine, la storia piace, trascina, coinvolge e non si può fare a meno di divorarla.

E' impossibile infatti non entusiasmarsi di fronte a questi due libri e anche se il primo mi era piaciuto molto, mi sento di dire che il secondo lo ha superato di gran lunga soprattutto grazie all'idea di inserire anche i punti di vista dei componenti delle squadre avversarie.
Ovviamente la vera e propria voce narrante rimane sempre la nostra Faith che ormai possiamo proclamare come la protagonista indiscussa.

Quello che era rimasto della disperazione si era trasformato in dolore, quello che era rimasto del dolore si era trasformato in rabbia, e la rabbia, alla fine, ero riuscita a inglobarla. Liberazione. O vendetta? Impossibile dirlo, ma ero viva e, cosa più importante, sapevo come vivere. Non ero più ombra, ma luce, la luce che mi ero scelta, e grazie a quello che sapevo, grazie alle mie azioni e alle mie reazioni, potevo arrivare in fondo
Riusciranno i ragazzi a riappropriarsi della propria esistenza? Cosa ha ancora in serbo per loro l'Illusionista? In attesa del terzo volume, se ancora non lo avete fatto, vi invito a tuffarvi anche voi nel fantastico mondo creato da Chiara Panzuti anche perchè, credetemi, in questa semplice storia potrete trovare tutti i vostri generi preferiti...

1 commento

  1. Ecco un tag carinissimo per te sul mio blog :)

    http://scriveremipiace.blogspot.com/2018/09/tag-conosciamoci-un-po-meglio.html

    RispondiElimina

Powered by Blogger.