RECENSIONE: TERESA PAPAVERO E LA MALEDIZIONE DI STRANGOLAGALLI DI CHIARA MOSCARDELLI

Buongiorno readers,
eccomi qui a parlarvi di una lettura molto carina e simpatica adatto proprio a questo periodo estivo.
Siete pronti quindi a partire per Strangolagalli e fare la conoscenza di Teresa Papavero?


TERESA PAPAVERO
e la maledizione di Strangolagalli
di Chiara Moscardelli

Genere: Giallo
Editore: Giunti
Prezzo: € 14,90 (€ 8,99 ebook)
Pagine: 320
Uscita: 16 Maggio 2018

Superati i quaranta un uomo diventa interessante, una donna zitella. Ma Teresa Papavero non se ne cruccia, ha ben altre preoccupazioni. Dopo avere perso l'ennesimo lavoro in circostanze a dir poco surreali decide di tornare a Strangolagalli, borghetto a sud di Roma nonché suo paese nativo, l'unico posto dove ricominciare in tranquillità. E invece la tanto attesa serata romantica con Paolo, conosciuto su Tinder, finisce nel peggiore dei modi: mentre Teresa è in bagno, il ragazzo si butta dal terrazzo. Suicidio? O piuttosto, omicidio? Il maresciallo Nicola Lamonica, il primo ad accorrere sul luogo, è abbastanza confuso al riguardo. Non lo è invece Teresa che, dotata di un intuito fuori del comune, capisce alla prima occhiata che qualcosa non va. Il fatto è che non le crede nessuno. Tantomeno Leonardo Serra, l'affascinante quanto arrogante poliziotto arrivato per indagare sulla morte del giovane. A peggiorare la situazione la misteriosa scomparsa di Monica Tonelli, una delle ospiti del B&B che Teresa ha aperto nella casa paterna con la complicità di Gigia, la sua amica del cuore. Tutto il paese è in subbuglio perché la sparizione della donna viene addirittura annunciata nel famoso programma "Dove sei?" e a indagare sulla Tonelli arriva proprio l'inviato di punta, Corrado Zanni. Per Teresa davvero un periodo impegnativo, coinvolta in indagini dai risvolti inaspettati e perseguitata dalle ombre del passato: la scomparsa della madre e il burrascoso rapporto col padre, il noto psichiatra Giovan Battista Papavero. E così, tra affascinanti detective, carabinieri di paese, reporter d'assalto e misteriosi sconosciuti, Teresa si trova risucchiata in una girandola di intrighi, in un susseguirsi di imprevedibili colpi di scena. Tanto a Strangolagalli non succede mai niente!
RECENSIONE

Teresa Papavero è la classica quaratenne sola, che non avendo ancora trovato la sua anima gemella sarete sicuramente pronti a definirla "zitella"... purtroppo questa è la dura legge di madre natura...un uomo dopo una certa età diventa affascinante e interessante (guardate Francesco Totti) se invece sei una donna, eccola lì che vai a finire nel girone delle Milf ovvero donne da rottamare.
Teresa Papavero però fino a questo momento non si è mai crucciata per amore infatti ha ben altri problemi da risolvere come l'ennismo fallimento lavorativo. Proprio per questo, ha deciso di lasciare la capitale e ritornare al suo paese nativo, Strangolagalli, borghetto a sud di Roma, situtato vicino Frosinone.

Strangolagalli sembra il classico paesello noioso e privo di novità ma quando Teresa, convinta ad usare Tinder da una sua amica, conosce Paolo e accetta di passare una serata romantica a casa sua, si ritroverà coinvolta in uno spiacevole evento.  Mentre Teresa è chiusa in bagno, in preda ad un'attacco di colite, (quante risate solo ad immaginarmi la scena) Paolo è morto, sembra che si sia lanciato dal balcone.
Ovviamente tutti sono coinvinti che si tratti di suicido ma Teresa, che agli occhi degli altri è stata vista sempre come una normalissima ragazza sempliciotta e se vogliamo dirla tutta anche un po' scemotta, in realtà nasconde delle grosse doti, come le incredibili capacità mnemoniche e il suo  intuito invidiabile.


L'arrivo poi di un arrogante ma bellissimo poliziotto, Leonardo Serra, e quello di Corrado Zanni l'affascinante inviato di punta di "Dove sei?" un programma che cerca le persone scomparse, daranno una scossa alla noiosissima vita di Teresa Papavero. Da una parte, grazie a Zanni, dovrà fare i conti con le ombre del passato dall'altra, si ritroverà coinvolta in una rocambolesca indagine in compagnia del dispotico Serra.

Riuscirà Teresa a provare che Paolo non si è suicidato? Ma soprattutto riuscirà a scrollarsi da dosso l'ombra della presenza ingombrante di un padre famoso e affermato nell'ambito della psicologia, che non gli ha mai permesso di esprire la propria opinione?

La scomparsa di sua madre e l’ingombrante presenza di suo padre e delle sue opinioni, l’avevano condizionata in tutto. Ma per quanto potesse essere importante l’opinione di un genitore o di un amico, non era paragonabile a quella che una persona poteva avere di se stessa. E la sua non era un granché.

Fatemelo dire... Chiara Morscardelli è un genio! Non conoscevo questa autrice ma grazie al suo fantastico personaggio e alla sua scrittura, ho capito che fa proprio al caso mio.
Teresa Papavero e la maledizione di Strangolagalli, è un romanzo che vi farà divertire, che riesciurà a coinvolgervi già dal primo capitolo ma che allo stesso tempo, si è rivelato un libro che fa riflettere e che tratta argomenti reali.
La protagonista può tranquillamente immedesimarsi in ognuna di noi e proprio per questo motivo, l'ho sentita vicina, vera... e non il classico personaggio utopico.
Devo dire però che anche gli altri personaggi sono stati una bellissima spalla per Teresa e tutti, dal sindaco alla simpatica Marisa, mi hanno fatto amare ancora di più questo improbabile giallo stile Jessica Fletcher.

Non era importante cosa si faceva nella vita, non erano importanti i traguardi raggiunti, la carriera. La cosa più importante erano le persone con cui condividere i piccoli gesti quotidiani.

Grazie alla Moscardelli e alla sua scrittura scorrevole e ironica, avrete il piacere di vivere un'avventura tutta da gustare! Il finale amoroso aperto poi, mi lascia ben sperare che presto avremo nuovamente notizie di questa simpaticissima Teresa Papavero.


2 commenti

  1. Ma dev essere proprio carino questo libro! Teresa mi sembra una protagonista piena di sorprese e anche la trama si prospetta divertente e con un pizzico di giallo che non guasta :)


    Una domandina: io sto col cellulare, quindi magari ho dei limiti nella visualizzazione, ma volevo sapere come fare per seguirti. Devo iscrivermi alla,newsletter o c è un "bottone" per il follow?
    Ciao:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Angela,
      si te lo confermo questo libro è stato veramente carino e ti dirò c'è anche un pizzico di Love Story quindi spero proprio di trovare altre avventure di Teresa.

      La visualizzazione dal cell è un po' stramba però se scorri fino in fondo dovresti trovare il bottone in cui c'è scritto seguimi ;-)
      Fammi sapere se ci sei riuscita poi a presto la Gatta

      Elimina

Powered by Blogger.