RECENSIONE: LA DRIADE E LA STREGA DI CORNELIA LONGO

Buongiorno readers,
e ben ritrovati anche in questo primo venerdì di luglio... siete pronti al week end? Io non so voi ma non vedo l'oro di sguazzare nell'acqua di Ostia.
La giornata purtroppo è ancora molto lunga quindi eccomi qui per parlarvi di un Fantasy veramente bello.

La Driade e la strega
di Cornelia Longo

Genere: Fantasy
Editore: Self Publishing
Grafica: Catnip Design
Prezzo: € 14,99 (€ 2,99 ebook)
Pagine: 429
Uscita: 16 Maggio 2018

E se lo spietato destino di una Driade e una strega reggesse la vita di un intero mondo? Elementali è una terra governata dalla sacralità della Natura, disseminata di Foreste incantate, creature mitologiche, castelli opulenti, villaggi oppressi e un’Accademia di stregoneria celata nel mistero. Chi è Celia? Quali sono le sue origini e perché possiede un marchio a forma di mezzaluna su un polso? Chi è Yvonne? Perché il suo passato e il suo futuro sono indecifrabili e i suoi comportamenti hanno attirato pericolose curiosità? Quali forze intrecciano due identità così diverse? Ma soprattutto... la storia le vedrà alleate o avversarie? In uno scenario fantasy sempre più spietato e sfaccettato, raggirato da personaggi mossi da secondi fini, le protagoniste si troveranno a lottare per ciò in cui credono, mettere in discussione la loro identità, svelare segreti e menzogne (col rischio di esserne travolte) e sacrificare se stesse per abbracciare un destino che pare già tracciato. Un destino di imprevedibili incontri, battaglie, fughe, intrighi e avventure mozzafiato.
RECENSIONE

Celia ed Yvonne apperentemente sono due semplici ragazze... la prima è impegnata a frequentare l'Accadema di stregoneria, l'altra a cercare di trovare la sua vera identità.
Entrambe solari e dall'animo buono, non sanno che il destino le metterà molto presto, l'una sulla strada dell'altra... una Strega e una Driade, l'oscurità e la luce, Magia e Natura, la pedina nera e la pedina bianca.
In uno scenario tutto fantastico fatto di vasti terreni, Foreste incantante e Regni oppressi, Celia e Yvonne si ritroveranno a dover compiere una scelta molto importante per la salvaguardia di Elementali, essere alleate o avversarie.

Le lezioni della vita sono severe, ma spetta a noi scegliere come reagire
Tra Elfi, Driadi, Ninfe, Streghe e "animali fantasici", La Driade e la Strega vi porterà all'interno di un mondo magico, in cui l'amore e il rispetto per la natura e la Terra in cui si è nati, dovrebbe prevalicare su tutto ma che invece, a causa dei terribili gesti distruttivi dell'uomo, hanno reso nocivo anche un posto così meraviglioso.


Attratta dalla fantastica copertina, Cornelia Longo non ha fatto altro che confermarmi che al di là delle "vesti", La Driade e la Strega è un libro che merita di essere letto e assaporato ad ogni capitolo.
Lungo la storia incontrete tantissimi personaggi: umani, creature mitologiche, streghe ecc... ma vi assicuro che ognuno, contribuirà a rendere la storia ancora più avvincente.
Ho amato soprattutto la scelta narrativa e anche se non si tratta di un vero e proprio Pov, i capitoli si alternano tra le vicende che riguardano Yvonne a quelle di Celia. Nel corso del romanzo quindi assisteremo ad una crescita esponenziale di entrambe le protagoniste che, attraverso le loro personali vicende, ci accompagneranno all'interno di una lettura mozzafiato fatta di intrighi e colpi di scena.

Gli uomini erano il cancro di Elementali; gli uomini stavano per cambiare ogni cosa.
L'ambientazione è stata curata dall'autrice in ogni minimo dettaglio, tanto che l'accademia di stregoneria mi ha ricordato molto Hogwarts e i paesaggi perennemente in contrasto tra loro, quelli di GOT.
Elementali è un mondo ricco di leggende e creature magiche, tutto qui ha una propria anima e anche il semplice ramoscello può trasmettere un potere ineguagliabile.
La luna, il vero elemento importante di questa storia da cui prendono vita le Driadi, veglia su Elementali e le creature che la abitano.

Questa è Elementali: il nostro mondo, dove tutto ciò che vedi possiede uno spirito interiore. La Natura è viva, mia cara: ogni ruscello, ogni montagna, ogni albero ha la sua storia da raccontare e cicatrici da rimaginare. Non devi sottovalutare nemmeno un singolo fiocco di neve, perchè anche lui si posa sempre nel posto giusto.
Lo stile della Longo è ammirevole e nonostante il libro superi le 400 pagine, la sua scrittura, così scorrevole ed emozionante, non mi ha permesso, tanto facilmente, di staccare gli occhi da questo libro.
La Driade e la Strega lo consiglio a tutti gli amanti del Fantasy soprattutto a coloro che vogliono cimentarsi in un romanzo fatto di leggende, battaglie, amori, giochi di potere e strategie.

1 commento

  1. Mi è arrivata oggi la copia vinta al blog tour e non vedo l'ora di iniziarlo!
    Bella recensione ;)

    RispondiElimina

Powered by Blogger.