CINEGATTO: SERIE TV - ALTERED CARBON

Buongiorno readers,
eccoci qui belli e pimpanti per un altro appuntamento della Rubrica dedicata al Cinema e alle Serie TV... Oggi qui su Cinegatto, Valerio ci parlerà di Altered Carbon


Scheda Film

Altered Carbon è una serie televisiva statunitense creata da Laeta Kalogridis, tratta dal romanzo cyberpunk Bay City (Altered Carbon) di Richard K. Morgan. La prima stagione, composta da 10 episodi, è stata distribuita a livello internazionale su Netflix dal 2 febbraio 2018.


È l'anno 2384, l'identità umana può essere codificata come I.D.U. (Immagazzinamento Digitale Umano) e caricata su supporto detto "pila corticale" inserito chirurgicamente nella colonna spinale, e trasferito da un corpo all'altro: ciò permette agli esseri umani di sopravvivere alla morte fisica facendo in modo che i ricordi e la coscienza siano "inseriti" in nuovi corpi sintetici, clonati o naturali, che vengono considerati come mere custodie della mente. Questa tecnologia tuttavia è molto costosa e non alla portata di tutti, inoltre alcuni per convinzione religiosa (Neo-Cattolici) la rinnegano. La distruzione della pila comporta la "vera morte" ovvero la morte dell'identità oltre che della custodia. I viaggi interstellari vengono cosi resi possibili trasmettendo il contenuto della pila col procedimento definito "agotransfer" (orig. "needlecasting" riferimento al calco di una statua riempito a siringa) mediante il quale la coscienza viene trasferita da una custodia su un pianeta ad un'altra su un altro pianeta.
Le persone più ricche e potenti del mondo, i "Mat" (orig. "Meth" in riferimento a "Methuselah"), sono gli unici a potersi permettere infinite custodie e backup delle I.D.U., il che li rende virtualmente immortali, quasi degli Dei, con un seguito di "credenti".
Takeshi Kovacs, un ex combattente di padre slavo e madre giapponese di speciali unità militari chiamati "Spedi" (orig. "Envoy" ovvero soldati "inviati" o "spediti") che si oppongono al Protettorato, viene ucciso e la sua pila relegata in stasi carceraria. Viene però innestato dopo 250 anni dalla morte in una nuova custodia che era in precedenza il corpo di Elias Ryker, agente di polizia di Bay City (l'antica zona di San Francisco), per volere di Laurens Bancroft, un facoltoso e potente aristocratico Mat dall'età di oltre 360 anni, che si è apparentemente suicidato, perdendo tutti i ricordi dall'ultimo backup cioè delle 48 ore antecedenti la morte. L'uomo è convinto di non essersi suicidato e ingaggia lo Spedi per indagare su quello che ritiene un omicidio.
RECENSIONE


Perché un potente e facoltoso ultracentenario dovrebbe togliersi la vita nel suo studio? E non avere tracce dei suoi ricordi nelle ultime 48 ore antecedenti questo folle gesto? Forse qualcuno di altrettanto potente lo voleva tenere all’oscuro di qualcosa? E’ per questo che il magnate Laurens Bancroft, una volta reinstallata la sua memoria in un nuovo corpo clonato, decide di ingaggiare un ex soldato mercenario per indagare su quello che lui ritiene essere un omicidio, il suo! Tutto questo è il preludio ad una nuova serie fantascientifica targata Netflix, Altered Carbon, tratta dal romanzo Cyberpunk Bay City di Richard. K. Morgan.


Anno 2384, la memoria e l’identità umana possono essere salvate e codificate come I.D.U. (Immagazzinamento Digitale Umano) e caricate direttamente nel nuovo ospite umano, clonato o naturale, attraverso la “pila corticale” alla base della colonna cervicale: tutto ciò permette agli esseri umani di sopravvivere alla morte fisica! Solamente la distruzione della pila contenente l’I.D.U. determina la “vera morte”, ossia la morte dell’identità nel corpo ospite. Tuttavia questa tecnologia ha un costo, che non è alla portata di tutti…. i “Mat” (le persone più ricche e potenti, gli unici a potersi permettere infinite custodie e backup delle I.D.U., virtualmente immortali come degli Dei..) comandano l’intera Bay city, tra loschi affari e giochi di potere, mentre la corruzione e lo sfruttamento dei più poveri la fanno da padrone…


Tutto ciò fa da sfondo allo scongelamento di Tak dalla sua stasi carceraria su ordine di Bancroft. Tak, alias Takeshi kovacs, di padre slavo e madre giapponese, soldato dell’unità speciale “Spedi” ritenuto colpevole di crimini contro il Protettorato, dovrà indagare sullo strano caso di suicidio del magnate… solo in questo modo potrà riottenere la libertà e riconciliarsi col suo passato.


Inizia così questa detective story, tra riferimenti a cult del genere (da Blade Runner ad Atto di forza) e omaggi ad Edgar Allan Poe (Kovac alloggia al “Raven hotel” e il receptionist tuttofare è la stessa rappresentazione di Poe in formato “intelligenza artificiale”); Altered Carbon riesce a cucire (puntata dopo puntata, grazie all’aiuto dei flashback e di apparizioni oniriche) un elaborata trama, condita da colpi di scena, amore e un importante quesito…la tecnologia ci renderà liberi e immortali oppure schiavi, accrescendo le diseguaglianze sociali?


Voto





Nessun commento

Powered by Blogger.