FUMETTILANDIA: IL CORVO: MEMENTO MORI DI ROBERTO RECCHIONI E WERTHER DELL'EDERA

Buon pomeriggio miei amati lettori,
come tutti i lunedì la giornata oggi non è delle migliori però... con la presentazione di questi tre magnifici albi, spero di rallegrare almeno il vostro pomeriggio. 


IL CORVO: MEMENTO MORI
di Roberto Recchioni - Werther Dell'Edera
                                               

Genere: Horror
Editore: Edizioni BD
Pagine: 3 volumi
Prezzo: € 3,90
Il Corvo: Memento Mori è la storia di David, un giovane molto religioso che perde la vita e il suo primo amore durante un attacco terroristico a Roma. Rianimato dallo spirito della vendetta e deciso a farsi giustizia da solo, il ragazzo scoprirà il mondo non è bianco e nero come pensava... Approvato e supervisionato da James O'Barr, questo progetto ci vede collaboare con l'americana IDW; ogni albo uscirà in contemporanea nel nostro Paese e negli USA e sarà arricchito da contenuti speciali e una short story di autori del calibro di Matteo Scalera (sul primo numero), Daniele Serra e altri ancora.

RECENSIONE

Sono certa che tutti siamo a conoscenza della storia del Corvo, soprattutto grazie al film, che all'epoca dell'uscita, suscitò tanto scalpore a causa della morte sul set del protagonista, Brandon Lee. Morte tra l'altro che ancora oggi, proprio come quella di suo padre Bruce Lee, è avvolta nel mistero.

Ho amato il film soprattutto le parti poetiche che accompagnano le imprese del protagonista, Eric,  ma solo oggi e per questo non me ne vogliate, ho scoperto che il film è stato tratto dall'opera cult di James O'Barr. Il Corvo infatti, non è altro che una sorta di rappresentazione di una sua tragedia personale.

Oggi però non vi parlerò dell'autore o dell'opera di James O'Barr, ma bensì della miniserie a fumetti ispirata alla storia originale e che la BD Edizioni in collaborazione con l'IDW Publishing, hanno portato sia nel nostro mercato che in quello estero.

La storia di per sè mantiene quasi lo stesso filo logico, la nascita del Corvo infatti è scaturita dalla tragica morte di due giovani amanti ma in questo caso, il giustiziere notturno diventa David, un giovane credente, che si è visto strappare la vita per colpa di un attentato. A fare da sfondo alla rinascita di questo fantomatico antieroe pero non ci sarà l'oscura Detroit, ma Roma Caput Mundi.

"Ambientato a Roma il racconto ha inizio con un attacco terroristico che uccide David, la sua ragazza Sarah e la maggior parte dei fedeli che si erano radunati in una chiesa della città per un evento religioso. David ritorna come il “Corvo”, ma il suo obiettivo non è semplicemente quello di vendicarsi dei mandanti dell’omicidio della la sua amata. Il Corvo darà sfogo al suo desiderio di vendetta e le strade di Roma si tingeranno di rosso... ma sarà anche portatore di vera giustizia? E basterà tutto ciò a rendere pace e onore alla memoria della sua Sarah?"
Dire che sono rimasta completamente affascinata dalle tavole dei primi tre volumi, è quasi un offesa nei confronti di queste magnifiche opere... affascinante infatti non rende assolutamente l'idea, qui siamo in presenza di veri capolavori.

La narrazione in prima persona è stata affidata dall'autore romano Roberto Recchioni, direttamente al giovane protagonista David. E' molto sintetica e diretta ma vi assicuro che accompagnata dai disegni di Werther Dell’Edera, che per l'occasione ha usato un tratto chiaro/scuro e pesante proprio ad enfatizzare al meglio le gesta di David, renderà la raccolta ancora più interessante e "sorpredente".
Come per il fumetto e il film anche qui il tema principale è lo stesso... ovvero la vendetta ma anche la religione ricoprirà un ruolo molto importante in questi spillati. David è infatti un cristiano praticante mentre a quanto pare l'attentato, è stato eseguito da un kamikaze di religione islamica.
Insomma potete stare certi che oltre all'azione, in questi fumetti non mancherà neanche la suspense degna di qualsiasi horror che si rispetti.
 
Vedere poi la propria città "eterna" ma allo stesso tempo dannata non ha fatto altro che accrescere la mia curiosità soprattutto perchè gli è stato attribuito un fatto di cronaca utopico ma purtroppo abbastanza reale, che spero rimanga racchiuso solo fra queste pagine.

Una menzione speciale va fatta anche all'intero prodotto finito. Le copertine sono infatti tutte bellissime e impeccabili e la possibilità di scegliere tre varianti per ogni volume pubblicato è stata un'idea molto carina. Troverete quindi autori come Roberto Recchioni, Werther dell’Edera, Matteo Scalera, Davide Furnò e Alberto Ponticelli.
E' innegabile che sicuramente su questo prodotto in molti ci hanno puntato, tutto è stato studiato nei minimi dettagli e niente è stato lasciato al caso. Pensate... anche le alette finali, utili a tenere il segno delle pagini, sono state create affinchè possano ricordare le ali di un corvo.

La miniserie è composta da 4 spillati di 33 pagine e in ogni albo, a parte la storia principale, potrete trovare anche delle short story autoconclusive di altri autori, che faranno comunque da sfondo al racconto.
Ho trovato anche geniale, poetico e per alcuni tratti inquietante, l'idea di inserire nelle tavole, citazioni tratte dai passi più violenti dei testi sacri, proprio a ribadire il concetto che la religione in questi albo non è un "personaggio invisibile".


In attesa del quarto e ultimo episodio, se siete amanti del genere, vi consiglio assolutamente di leggerlo anche perchè a mio avviso questi fumetti sono talmente belli che meritano anche solo di essere riposti nelle vostre librerie.

Storia: 10/10
Disegni: 10/10


Nessun commento

Powered by Blogger.