REVIEW PARTY: COBRA - FUOCO DI RUSSIA #1 DI AMELIE

Hola readers,
ve lo avevo detto che sarebbero state tante le novità della giornata quindi ora eccomi qui a parlarvi di una Self che ho trovato molto interessante.


COBRA
di Amélie


Genere: Contemporary Dark Romance
Editore: Self Publishing
Prezzo: ebook € 2,99

Avevo quattordici anni quando ho conosciuto l’uomo che avrebbe cambiato la mia vita: Ruslan Isakov.
Poi non l’ho più rivisto, ma non ho mai dimenticato il suo fisico imponente e forte, il suo volto sofisticato e virile, i suoi occhi cangianti, ora verdi ora nocciola, che mi guardavano come se volessero carpire i segreti più intimi della mia anima. Non ho mai dimenticato il potere e la sicurezza che emanava, la sua voce ammaliatrice, le sue parole cariche di sottintesi.
La sera del mio diciottesimo compleanno, Ruslan è ricomparso per portarmi via, perché la mia famiglia mi ha venduto a lui e io ho lasciato che mi comprasse, decisa a salvare l’ultima cosa preziosa che mi era rimasta. Ruslan mi ha strappato via dalla mia adorata Tikhvin nel cuore della notte e alle prime luci dell’alba, ero già a San Pietroburgo, intrappolata fra le pareti ostili della sua villa nascosta fra i boschi, in balìa di un covo di serpi. Ruslan è il peggiore della famiglia Isakov.
Lui è un cobra.
Il diavolo in persona.
E questa casa maledetta è l’inferno di cui sono destinata a diventare regina.
Non so se sopravvivrò a loro e a tutto ciò che mi faranno, ma una cosa è certa: lotterò con ogni fibra del mio essere per non lasciarmi annientare.
Cobra è il primo volume della trilogia Fuoco di Russia.
RECENSIONE

Zara Kozlova aveva una vita perfetta, un fratello che amava, una casa che adorava, alberi e fiume che la invocavano... poi all'improvviso in una sola volta, tutta la sua innocenza viene portata via da uno sconosciuto. Grazie all'amore del fratello Jurij, Zara riesce a superare quella terribile sera finchè, il suo unico appiglio, sparisce nel nulla.
Passano così gli anni e del fratello ancora nessuna traccia eppure Zara sembra essere la sola a credere che sia ancora vivo.

La vita però non ha ancora finito di riservarle spiacevoli sorprese... Zara non sa infatti che l'incontro avvenuto quattro anni fa con Ruslan Isakov, un magnate russo, cambierà per sempre la sua vita.

"Quando i tempi saranno maturi, io tornerò da te. Queste sono state le sue ultime parole prima di lasciarmi.
Oggi è tornato."
E' la sera del suo diciottesimo compleanno e Zara si vede strappare dalla sua amata Tikhvin nel cuore della notte, per essere portata a forza nella dimora della famiglia Isakov a San Pietroburgo.
Si ritrova così a convivere con una famiglia ostile e pericolosa ma in realtà questo sarà solo uno dei problemi più piccoli.
Da questo momento infatti Zara è consapevole che Ruslan, colui che tra poche settimane diventerà suo marito, in realtà è un mostro, un serpente o meglio... il diavolo.



Sono sincera difficilmente leggo questo genere, non sono infatti una gran fan del Dark Romance o della violenza gratuita, ma appena ho letto i primi capitoli di questo libro, mi sono subito innamorata della storia e della scrittura dell'autrice.
Sembro quasi esagerata nel dirlo ma realmente non sono riuscita a staccare gli occhi dal libro fino a quando non ho letto la parola fine...e che dolore...

Finalmente ho avuto il piacere di conoscere una protagonista cazzuta!! Ho amato Zara fin dal primo momento e nonostante tutto quello che ha dovuto subire, non si è fatta mai piegare dal suo "carceriere". Ovviamente è da ipocriti dire di non subire anche il fascino di Ruslan, ma credetemi questa volta tanto di cappello alla protagonista femminile.
Forse è proprio per questo che l'autrice ha deciso di renderla la voce narrante di questa storia anche se, fortunatamente, in alcune occasioni, avrete anche il piacere di entrare nella mente di Ruslan.
La scrittura è molto piacevole e scorrevole e il libro si legge praticamente da solo.

"Ci sono infiniti Ruslan, infinite maschere, e io non farò in tempo a conoscerne una che un'altra avrà già preso il suo posto. E' questo che mi aspetta, non è vero? Una danza eterna con un diavolo dai mille volti."
Ovviamente nonostante l'oscurità di Ruslan e le violenze subite, soprattutto quelle psicologiche,  Zara non potrà fare a meno di essere attratta dal suo carnefice e attraverso un gioco malato, fatto di odio e desiderio, il lettore si ritroverà dentro ad una storia incredibile in cui i momenti di pura violenza, saranno fortemente in contrasto con quelli di apparente dolcezza e speranza.

Questo libro mi è piaciuto veramente tanto quindi non vedo l'ora di entrare in possesso del secondo volume di questa trilogia anche perchè ovviamente, l'autrice ha concluso il libro con un espediente narrativo molto efficace...un cliffangher pazzesco!

Nessun commento

Powered by Blogger.