PAROLE TRA I LIBRI #3

Buongiorno readers,
anche per questo appuntamento di Parole tra i libri sono piuttosto mattiniera, ma meglio così perchè oggi saranno tante le cose che vi dovrò mostrare. Come al solito ad accompagnarmi in questo fantastico viaggio delle citazioni ci sarann: Ely, Susy, Jessica, Chiara, Grazia e Rosalba.

Prima però vediamo un po' come nasce Parole tra i libri. Questa rubrica trae liberamente ispirazione da "Io e te come un romanzo" di Cath Crowley. Nel caso non aveste letto il romanzo in questione (qui la mia recensione)  lascerò che  sia la stessa autrice a parlarvi della Biblioteca delle lettere alla quale la nostra rubrica si ispira:
"La Biblioteca è ciò per cui è famosa la Howling Books, almeno a livello locale. Ogni tanto, sulle guide online della città, la segnalano come una delle cose da vedere assolutamente.
Si trova sul retro, vicino alle scale che conducono al nostro appartamento, separata dal resto della scaffalatura. Dentro ci teniamo copie di libri particolarmente amati: narrativa, saggistica, romanzi rosa e di fantascienza, poesia e atlanti e manuali di cucina. I clienti possono scriverci sopra. Possono cerchiare le parole che amano, evidenziare le frasi. Possono lasciare delle note ai margini, appuntare riflessioni sul significato delle cose. Abbiamo dovuto procurarci più copie di libri di autori come Tom Stoppard e John Green, perché Rosencrantz e Guildenstern sono morti e Colpa delle stelle sono pieni di appunti dei lettori. Si chiama Biblioteca delle lettere perché molte persone non si limitano a scrivere una nota a margine: scrivono lettere intere e le mettono tra le pagine dei libri. Lettere ai poeti, agli ex che non hanno più restituito la loro copia di Alta fedeltà. Per lo più, le persone scrivono a perfetti sconosciuti che amano i loro stessi libri: e qualche perfetto sconosciuto, da chissà dove, risponde."
I blog che mi accompagneranno in questa avventura sono:
 

Siete pronti ora per vedere la mia citazione?

"Le persone posso ridere di te anche ingiustamente. Ma questo è un problema loro, non tuo. Tu devi essere forte e sereno. Così nessuno ti potrà ferire."
Recentemente ho letto un libro per ragazzi che mi ha così colpito, che ho praticamente sottolineato ogni passo della storia.
Se vi ho incuriosito, il libro in questione è La bambina che non amava il suo nome di Elif Shafak e anche se è un libro per ragazzi vi assicuro che anche i grandi ne saranno colpiti.
La storia parla di Gerania, una bambina amante dei libri proprio come noi, che essendo stata sempre derisa e schermata dai suoi compagni, ha finito per odiare il suo nome.
Purtroppo a prescindere da questa storia, sono molti i casi di bullismo o altro che al giorno d'oggi, influiscono sulla vita di ragazzi e ragazze. Proprio per questo ho pensato di trascrivervi questa citazione.

Non bisogna mai e dico mai abbattersi o buttarsi giù anche se si viene presi di mira. Tutto questo vi renderà solo ancora più forti e più coraggiosi...

Gerania vive a Istanbul, ha undici anni ed è una bambina intelligente e curiosa, che fa sempre tante domande ai suoi genitori e agli insegnanti. Ha proprio una bella parlantina, e i grandi fanno fatica a starle dietro! Le piacciono gli animali, la pallavolo, la limonata… ma non il suo nome! Quello non lo sopporta. Quando i compagni la prendono in giro, lei si rifugia nei libri. E il libro che le piace di più è l'atlante, che ha ricevuto in regalo dal suo papà. Un giorno, è proprio nella biblioteca della scuola che a Gerania accade qualcosa di straordinario. Tra gli scaffali, vede una strana sfera luminosa: si tratta di un globo magico, che la guiderà verso un viaggo indimenticabile. Siete pronti per un'avventura incantata a Lefastor, il Paese delle Leggende, delle Favole e delle Storie? Lefastor è un mondo speciale, che vive di fantasia e rischia di scomparire. Ma forse, Gerania e i suoi nuovi amici, unendo le forze, riusciranno a salvarlo…

Cosa ne pensate di questa citazione?

3 commenti

  1. Non conosco il libro ma si che mi hai incuriosito e mi piace tanto anche la citazione che hai scelto

    RispondiElimina
  2. non conosco il libro ma adoro la narrativa per ragazzi, è una citazione molto giusta

    RispondiElimina
  3. E questo libro da dove salta fuori? Lo voglio leggereeeee!

    RispondiElimina

Powered by Blogger.