RECENSIONE: LA PRINCIPESSA SI SALVA DA SOLA DI AMANDA LOVELACE

Buon pomeriggio,
non so voi ma siamo solo a metà giornata e già mi sento stanchissima...Perchè esiste il lunedì sarebbe bello poter iniziare la settimana di lunedì...e invece no!! Ora però è arrivato il momento di presentarvi un libro molto particolare che mi ha emozionata tantissimo.


La principessa si salva da sola
di Amanda Lovelace

Genere: Narrativa
Editore: Sperling & Kupfer
Prezzo: € 15,00 (ebook € 8,99)
Pagine: 195
Uscita: 27 Febbraio 2018

Una giovane donna mette nero su bianco frammenti della sua anima: parole che ripercorrono le tappe di un percorso di crescita, accettazione e scoperta - di sé, del proprio valore e della propria forza. Un viaggio in versi attraverso l'esperienza dell'amore e del dolore, della perdita e della rinascita. Si ricorda bambina, quando credeva nelle favole e aspettava un principe che arrivasse a salvarla. Si rivede prigioniera in una torre inespugnabile, vittima di sguardi, giudizi e false promesse, intrappolata in un corpo che lei stessa non aveva ancora imparato ad amare, fragile custode di un cuore di cristallo. Fino a quando, costretta dal destino ad attraversare il fuoco, capisce di non esserne stata annientata, di poter rimettere insieme tutti i pezzi, uno dopo l'altro, parola dopo parola. Scoprendo proprio in quelle parole, che sempre le hanno dato conforto, l'arma più potente per difendersi e salvarsi da sé, unica regina della propria vita. Amanda Lovelace ci accompagna in un viaggio catartico, un esempio di resilienza, un messaggio per tutte le donne: se vuoi ribaltare gli stereotipi e sfuggire ai ruoli che gli altri intendono cucirti addosso, scrivi da sola la tua storia.
RECENSIONE

La Principessa si salva da sola è un libro che sinceramente non avrei mai pensato di apprezzare e amare così tanto. Non si tratta infatti del solito Romance o di un qualunque libro di narrativa... è  un libro particolare, in cui la storia... viene narrata attraverso la POESIA.
Tutti i temi del romanzo, come il rapporto conflittuale con i propri genitori, il rapporto con il proprio corpo, l’amicizia, l’amore, la perdita ecc, vengono affrontati sotto forma di poesia. Poesie che pur essendo brevi sono tanto intense quanto significative.

quando morirò,
non sprecherò neanche
un minuto
a piangere
la mia scomparsa.
me ne andrò,
ma lascerò
dietro di me
tutte le mie 
mille & una
vite.

- chi va pazzo per i libri non muore mai davvero.


Ho iniziato il libro ridendo perchè i piccoli commenti alla fine di ogni poesia mi hanno fatta  sorridere veramente tanto, poi però ho iniziato a capire e più entravo in sintonia con la poesia e più mi sono sorpresa a commuovermi.
L'interno del libro è diviso in quattro parti ma solo leggendolo ho capito che in realtà rappresentano delle fasi della vita dell'autrice: la principessa, la damigella, la regina e Tu.
A mio avviso la denominazione di questi capitoli possono significare tante cose come l'infanzia, l'adolescenza, il diventare donna e il come si è diventati oggi ma ciò che conta non è cosa rappresentano, ma è, dove ci vogliono condurre.
Attraverso questi capitoli infatti vi ritroverete a percorrere con l'autrice, un percorso di crescita fatto prima di disperazione e solitudine e poi di accettazione e amore.

Tra l'altro è impossibile non identificarsi in alcune delle poesie dell'autrice, in ognuna troverete un significato intimo e fugace e ognuna a modo suo, parlerà di voi e della realtà che ci circonda.

siamo la generazione
a cui avete dat premi
di consolazione.

siamo la generazione
a cui avete fatto indossare 
caschi & ginocchiere.

siamo la generazione a cui avete 
vietato & censurato film.

siamo la generazione 
che avete iperprotetto per anni
& poi dato impasto ai lupi.

ora siamo la generazione 
che campa di caffè
& di tre ore di sonno.

siamo la generazione 
di laureati che fa lavori
da salario minimo.

siamo la generazione 
che guadagna quel che basta
per tirare avanti.

siamo la generazione 
che non volevate veder fallire
& che avete mandato verso la rovina.

-millennials.

Non fate come me che aprendo il libro mi sono spaventata perchè mi sono resa conto che al posto di un storia c'erano delle poesie, perchè questo è l'errore più grande che potreste fare. Le poesie sono la storia! Una storia di vita... vita che a seconda delle fasi può diventare allegra, spensierata, drammatica, triste e ancora felice bella ecc.

Torno a ripetere che pur non essendo vicino al mio genere, questo libro mi ha colpita veramente tanto e tralasciando le parti in cui si parla di amore che è il tema ormai preferito da tutti, sono rimasta molto impressionata di come, attraverso semplici e poche parole, Amanda Lovelace, riesca a parlare del suo disagio adolescenziale nei confronti del proprio corpo.

Fatemelo dire... Amanda Lovelace per me si è completamente distinta in quello che ormai è diventato un mondo fatto di standard e stereopiti. Ha usato un mezzo completamente poco comune di questi tempi e nonostante i molti pareri diversi, è riuscita a toccare il cuore di ognuno. Questa è una raccolta davvero emozionante e nelle vostre librerie non può assolutamente mancare soprattutto se... avete bisogno di trovare un po' più di fiducia in voi...

la principessa 
salto giù
dalla torre
& così
capì che 
aveva sempre
saputo volare.

- non aveva mai avuto bisogno delle ali.

1 commento

  1. Che libro particolare!!! Non so se lo saprei apprezzare, ma di certo è una perla di originalità!

    RispondiElimina

Powered by Blogger.