FUMETTILANDIA: GIORGIO PERLASCA. UN UOMO COMUNE DI MARCO SONSERI E ENNIO BUFI

Buongiorno readers,
ultimamente mi sono ritrovata a leggere delle Graphic Novel interessantissime ma soprattutto ho avuto il piacere di approfondire la vita di alcuni personaggi storici di cui avevo solo "sentito parlare".


Giorgio Perlasca
di Marco Sonseri - Ennio Bufi
                                                       

Genere: Graphic Novel
Editore: Renoir Comics
Prezzo: € 12,50
Pagine: 112
Uscita: 12 Marzo 2011
Con un taglio narrativo avvincente e cinematografi co, diviso tra azione e momenti poetici, gli autori raccontano di come Giorgio Perlasca sia riuscito a salvare la vita a cinquemila ebrei; di come anche un solo uomo possa fare la differenza. Il primo libro a fumetti sulle vicende di Giorgio Perlasca, diventato "Giusto tra le Nazioni", che da solo ha salvato più di 5.200 ebrei.

RECENSIONE

Mi ritengo una persona abbastanza colta eppure...l'impresa umana di Giorgio Perlasca mi era completamente sfuggita. Sicuramente sarà stato uno dei tanti nomi menzionati durante le ore di storia che ora non ricordo più, ma grazie a questa splendida Graphic Novel della ReNoir Comics, ho potuto dare il giusto peso a questo importante personaggio storico.

Per chi non lo conoscesse ecco in breve la sua storia: Giorgio Perlasca era un forte sostenitore del Fascismo, in particolar modo della versione dannunziana e nazionalista ma una volta ritrovatosi negli anni della discriminazione ebraica, decidi di abbandonare completamente questa dottrina. A seguito di varie vicessitudini che lo avevano portato a Budapest, in Ungheria, si ritrova da prima a patteggiare per la propria incolumità richiedendo la cittadinanza Spagnola ma in seguito, dopo essersi reso conto di quante vittime innocenti stesse mietendo il Nazismo/Fascismo, sente il bisogno di assumere le vesti di diplomatico per proteggere, salvare e sfamare giorno dopo giorno, migliaia di ungheresi di religione ebraica ammassati in “case protette” lungo il Danubio.

Queste tavole disegnate da Ennio Buffi e sceneggiate da Marco Sonseri, vanno a ripercorrere proprio quel periodo della vita di Perlasca, un uomo comune che salvò più cinquelmila persone.

La storica impresa di Perlasca però, rimase segreta al mondo per tantissimo tempo, finchè alcune donne ebree ungheresi, che furono salvate all'epoca da lui, attraverso il giornale della comunità ebraica di Budapest cercarono e trovarono notizie di quel diplomatico spagnolo che durante la seconda guerra mondiale aveva contribuito a salvarle.

I tentativi costellano la vita degli uomini.
Sono impronte che si formano nel silenzio della nostra coscienza


Giorgio Perlasca fu testimone diretto della Shoah e della persecuzione verso gli ebrei in Ungheria e queste tavole non fanno altro che omaggiare, alla perfezione, questo grandissimo eroe diventato tale solo dopo 45 anni dalla fine della guerra.

Anche la scelta dei colori delle tavole, tendente al sepia, sono stati studiati alla perfezione in modo di da ricordare che si sta parlando di un fatto storico.

Le tavole nella loro perfezione, rendono anche il racconto fluido e scorrevole e nonostante i riferimenti storici siano minimi, proprio per esaltare l'importanza di Giorgio Perlasca, riusciarete lo stesso a collocarvi nel giusto periodo storico. Perchè Giorgio Perlasca tacque per tutto quel tempo? Chi lo sa... Probabilmente come voleva la tradizione ebraica, era veramente un Giusto ovvero un eroe con l'umiltà di dimenticare quanto di buono avesse fatto.

Non sappia la tua sinistra ciò che fa la tua destra

Sarebbe proprio bello poter vedere questa tipologia di libri nelle scuole, sicuramente gli studenti capirebbero meglio l'importanza di alcuni valori.
Non mi resta che consigliare questa splendida Graphic Novel a tutti coloro che vogliono ricordare, perchè per non cadere negli stessi errori bisogna RICORDARE ma soprattutto per chi vuole ampliare il proprio bagaglio storico.

Nessun commento

Powered by Blogger.