BOOKS LEAGUE: CALENDARIO DELL'AVVENTO - CASELLA 21

Buongiorno readers,
non so se avete visto sulla Blogosfera in questi giorni, il bellissimo Calendario dell'Avvento ideato dal Blog "Palle di Neve di Co", comunque se vi era sfuggito, oggi avete l'occasione di assistere all'apertura della casellina numero 21!


Prima di cominciare, vi ricordo che il Calendario dell'Avvento della Book's League prevede ogni giorno l'uscita di un post a tema natalizio in cui troverete argomenti divertenti, curiosi e qualche idea di regalo ma... visto che è un Calendario dell'avvento potrete trovare anche una piccola sorpresa giornaliera che premierà il lettore più fortunato in base ad un sorteggio RANDOM. Quindi correte commentate e vi attribuirò un numero.

Come fare per partecipare? Basta seguire queste semplici regole
  • commentare i singoli post, lascia la tua email in caso di vincita
  • essere lettore fisso del blog del giorno
  • partecipare all'evento, che trovi QUI
  • FACOLTATIVO ma super apprezzato è l'iscrizione al GRUPPO di Facebook BOOK'S LEAGUE (QUI)

Canto di Natale
di Charles Dickens

Genere: Narrativa
Editore: Giunti
Prezzo: € 5,00 (ebook € 0,49 )
Pagine: 144


Nella gelida notte della vigilia di Natale il vecchio Scrooge, che ha passato tutta la sua vita ad accumulare denaro, riceve la visita terrificante del fantasma del suo socio. Ma è solo l’inizio: ben presto appariranno altri tre spiriti, per trasportarlo in un vorticoso viaggio attraverso il Natale passato, presente e futuro. Un viaggio che metterà Scrooge di fronte a quello che è realmente diventato: un vecchio tirchio, insensibile e odiato da tutti, che ama solo la compagnia della sua cassaforte. Riuscirà la magia del Natale a operare un miracolo sul suo cuore inaridito?
Recensione

Chi è che almeno una volta nella vita non ha sentito parlare del vecchio Scrooge? In un modo o nell'altro grazie alle transposizioni cinematografiche o ai cartoni della Disney tutti lo abbiamo conosciuto, ma in quanti hanno letto Canto di Natale, la storia di Charles Dickens che ha dato vita a tutto questo?
Per quanto mi riguarda ho visto la storia di Scrooge in tutti modi, film, cartoni, musical ecc ma è solo adesso, a 35 anni...che ho finalmente letto il libro... mi ci voleva questa iniziativa per farlo ehehe.

La penna di Dickens narra la storia di un vecchio avido di nome Ebenezer Scrooge che, a causa di varie vicessitudini accadutegli con il tempo, si ritrova a non crede più nella magia del Natale. Scrooge poi con gli anni si è inaridito sempre di più, pensando solo al successo e agli affari e trascurando così, oltre gli amici, anche l'affetto del suo unico nipote.
Ambientato in una Londra decadente, la stesura del libro sembra presentarsi già come un'opera teatrale. Canto di Natale infatti, si divide in cinque parti quasi fossero degli atti da mandare in scena. Nel primo atto facciamo subito la conoscenza del burbero Scrooge e del suo scrivano ma ciò che colpisce di più è l'incontro con lo spettro del suo defunto amico/socio, Marley,  il quale gli annuncia, che presto verranno a fargli visita altri tre spettri: lo spirito dei Natali passati, lo spirito del Natale presente e lo spirito dei futuri Natali.

Caldo e freddo non facevano effetto sulla persona di Scrooge. L’estate non gli dava calore, il rigido inverno non lo assiderava. Non c’era vento più aspro di lui, non c’era neve che cadesse più fitta, non c’era pioggia più inesorabile. Il cattivo tempo non sapeva da che parte pigliarlo. L’acquazzone, la neve, la grandine, il nevischio, per un sol verso si potevano vantare di essere da più di lui: più di una volta si spargevano con larghezza: Scrooge no, mai.
Inizia così il cammino di conversione del nostro protagonistina che si troverà a compiere un viaggio tra la povertà e il degrato di una Londra ancora lontana dallo sviluppo industriale ma alle prese con la Poor Law, ovvero la legge contro la povertà che invece di favorirli, li ha in realtà colpiti ancora più duramente e con questo libro Dickens, sembra quasi voler sottolineare i problemi legati alla società.

Ogni spirito mostrerà a Scrooge frammenti della sua vita e ognuno, farà in modo di fargli sapere quello che le persone pensano di lui. Scrooge piano piano, si renderà conto che anche nella povertà si può essere felici.


Sicuramente non sapremo mai se questa storia/favola è stata scritta da Dickens per gli adulti o per i più piccoli perchè, parliamoci chiaro, quale bimbo ha perso la magia del Natale?
Ma una cosa è certa, Dickens voleva sicuramente trasmettere il messaggio che, per essere felici e contenti, non serve il classico finale perfetto da favola, ma basta semplicemente imparare ad avere la capacità di apprezzare le piccole cose.
La scritturà un po' retrò a volte mi ha rallentato nella lettura ma fidatevi, questo classico almeno una volta nella vita va letto.
CHARLES DICKENS


Scrittore inglese nato nel 1812. Ha vissuto un’infanzia difficile e Charles Dickens fu condizionato soprattutto dalla situazione economica della famiglia. Il padre infatti finì in prigione per debiti e Charles Dickens fu costretto a lavorare in fabbrica; da qui deriva il suo odio per i lavori manuali e la necessità di vivere in isolamento. Giunto alla maggiore età divenne cronista parlamentare. Successivamente collaborò con alcuni giornali in cui apparvero parte dei suoi romanzi.
Scrisse “Il circolo Pickwick”, “Oliver Twist”, “La bottega dell’antiquario”, “Le due città”, “Canto di Natale”, Dombey e figlio eDavid Copperfield.
CALENDARIO

Se avete perso qualche casella la potrete trovare nei link qui sotto:

1. Palle di neve di Co: Lettera a Babbo Natale
2. Io resto qui a leggere: Recensione film natalizio
3. Flowerstardust: Un racconto di Natale
4. The Reading Pal: Romanzi LGBT+ a tema natalazio
6. Scheggia tra le pagine: Regali di natale
7. Daily Connor: Oggetti Natalizi
9. Bookaholic Made 4 book: Menu natalizio
10. I libri di Katherine: Ricetta dolce di natale
1. Books Like If It’s Raining: Consigli di lettura natalizi per i più piccoli
12.  Flowerstardust: Puntate di telefilm a tema Natale
13. Libri, Libretti e Libracci: La playlist di Natale
14. My pages à la page - Personaggi natalizi cattivi o cinici
15. PopFilosofia - La filosofia del Natale
16. Io resto qui a leggere - Creare decorazioni natalizi a tema libri
17. I libri di Katherine - Recensione libro tema natalizio
18.Sogni d’inchiostro - Recensione libro tema natalizio
19. La spacciatrice di libri: Libri da leggere nel periodo Natalizio
20. Scheggia tra le pagine - Menu per Vigilia

Le prossime caselle vi aspettano sui seguenti Blog

22 venerdì: Milioni di Particelle - I cartoni Disney sul Natale.
23 sabato: Made 4 book - Natale: ieri e oggi
24 domenica: BUONE FESTE !!!

16 commenti

  1. Solo una volta??? Secondo me è d'obbligo leggerlo ogni Natale ..come i film che si rivedono volentieri e che vengono trasmessi sempre durante le feste :-)
    bebatag@gmail.com

    RispondiElimina
  2. Canto di Natale devo leggerlo anche io😊quest'anno vorrei proprio farcela.
    È stato divertente essere parte di questo calendario.😚 Alla prossima occasione. Buon Natale!🎄🎅😃

    RispondiElimina
  3. Ciao Sonia! 😊 cje bello un post interamente dedicato a questa opera di Dickens! Ed è un bella cosa anche che tu sia riuscita a leggerlo finalmente!😉 📖 io sono dell'idea che i libri siano sempre più completi dei film... certo non in tuttissimi i casi, ma per la maggior parte delle volte sì.
    La prima volta che ho letto "Il canto di Natale" ero alle elementari, non mi spaventava la copertina un po' scura né il numero di pagine... e mi è piaciuto talmente tanto che l'ho riletto varie volte crescendo. 😊 Magari capiterà anche a te di rileggerlo nei prossimi anni.😉

    RispondiElimina
  4. Romanzo davvero imperdibile, emozionante e pieno di significati.
    Dovrebbero farlo leggere anche a scuola.

    RispondiElimina
  5. Conosco il libro e la trama generale (ma chi non li conosce?!) purtroppo però non l'ho ancora letto 😭 ma spero di recuperarlo presto perché sono curiosissima di scoprire tutta la storia!

    RispondiElimina
  6. Non l'ho mai letto ma ho visto qualche film o cartone animato ispirato al romanzo, fra cui Barbie e il canto di Natale! Lo so, sarebbe anche l'ora di leggerlo e farlo leggere alla mia bambina.

    RispondiElimina
  7. Ne ho gia' sentito parlare di questo libro ma a dire la verita' non l'ho mai letto.Pero' leggendo la trama e la recensione mi ha incuriosito parecchio!

    RispondiElimina
  8. Un libro che vorrei leggere, ho sempre guardato in tv i film d'animazione che riprendono la storia, ma non ho mai letto il libro,magari il 2018 sarà l'anno della svolta!:)

    RispondiElimina
  9. Ho giusto letto questo libro nei giorni scorsi! :D
    Mi è sempre piaciuta questa storia perché ha un messaggio molto bello e sempre attuale! Il personaggio di Scrooge mi ha sempre affascinata, è un uomo che ha saputo davvero imparare dai suoi errori!

    RispondiElimina
  10. Adoro la storia originale di Dickens e ho amato il personaggio di Scrooge!

    RispondiElimina
  11. Confesso che è una storia che ho sempre ignorato, non ho mai letto né visto niente del Canto di Natale. Sicuramente adesso che siamo nel periodo natalizio mi è salita la curiosità e la tua recensione ha contribuito ad accrescerla. L'ho aggiunto alla lista infinita dei libri da leggere ;)

    RispondiElimina
  12. Ciao Sonia. ❤
    Bellissimo questo articolo. . . ❤
    Ahimè devo confessarti che non ho mai letto quest'opera di Dickens, ma avevo già in programma di leggerla quanto prima, la tua recensione non ha fatto altro che rafforzare questa mia idea. ❤
    Sono più che sicura che sia un libro che meriti, poi io adoro il Natale. ❤
    Bello l'estratto, il protagonista è davvero molto cinico, riuscirà a cambiare? chissà. . . ❤

    RispondiElimina
  13. Stupendo libro letto tanto tempo fa ..mette sempre tanta malinconia però

    RispondiElimina
  14. Libro mai letto ma visti tutti i film e cartoni animati tratti da esso! Pone l'attenzione su cose importanti come la famiglia e la gentilezza

    RispondiElimina
  15. Proprio l'altro giorno ho visto in tv il film e mi è quasi venuta voglia di rileggere il libro, che al tempo adorai, così come ho adorato tutti i lavori di Dickens. Sono d'accordo sul fatto che la sua penna sia un po' retrò e per questo si fatica un pò a proseguire, ma credo che sia una di quelle storie che insegnano tanto e che quindi meritano di essere lette. <3

    RispondiElimina
  16. Una storia che adoro, mi piace troppo. Di solito ogni Natale leggo il libro e vedo il film. Quest'anno ho visto solo il film. Ciao e buon anno.

    RispondiElimina

Powered by Blogger.