RECENSIONE: THE OUTSIDERS - I RAGAZZI DELLA 56° STRADA DI S.E. HINTON

Buongiorno readers,
sono sopravvissuta al week end... tra mal di denti, raffreddore ecc è stato un incubo... Per fortuna che a farmi compagnia ci sono stati i miei adorati libri. Vi voglio infatti parlare di una lettura fatta in questi giorni che devo dire mi ha particolarmente colpita. Sto parlando di The Outsiders - I ragazzi della 56° strada di S.E. Hinton edito Rizzoli. In realtà il romanzo non è proprio una novità editoriale, ma in occasione dei suoi cinquant'anni dall'uscita ne è stata fatta una nuova edizione ed io ho quindi trovato finalmente l'occasione di leggerlo.

The Outsiders
I RAGAZZI DELLA 56° STRADA
di S.E. Hinton

Genere: Narrativa per ragazzi
Editore: Rizzoli
Prezzo: € 17,00 (€ 9,99 ebook)
Pagine: 226
Uscita: 31 Agosto
Da quando un incidente d'auto si è portato via i genitori, Ponyboy, 14 anni, vive in equilibro instabile con i fratelli maggiori Darrel e Sodapop, con l'ombra dei servizi sociali a rabbuiare i giorni. La vera famiglia di Ponyboy è però più larga, e abbraccia gli altri membri dei Greaser, la banda dei ragazzi dei quartieri poveri in costante guerra con i Soc, i rampolli con la puzza sotto il naso e i portafogli sempre gonfi. Ma una sera Ponyboy e l'amico fragile Johnny conoscono due ragazze Soc, e si scoprono meno diversi di quanto credessero. Nella lunga notte, lo sconfinamento innesca però una spirale di rabbia violenta, mettendo Soc e Greaser di fronte all'unica domanda che non si sono mai posti: è davvero il quartiere in cui siamo nati a determinare chi siamo, e ancor più chi diventeremo, oppure tutti, ricchi o poveri, lottiamo con gli stessi dilemmi, e ammiriamo gli stessi tramonti?
Età di lettura: da 13 anni.
Recensione

Ci troviamo nei primi anni 60' dove le lotte tra bande sono all'ordine del giorno, soprattutto tra i Greaser e i Social chiamati anche Socs. I Graser (nome riferito alla brillantina usata per acconciare i capelli) sono la banda dei ragazzi dei quartieri poveri mentre i Socs è quella dei ragazzi borghesi, ricchi...arroganti. Entrambi si contendono le vie di Tulsa, una cittadina Americana. Ognuno ha i suoi sogni, i suoi ideali, i propri problemi esistenziali ma questa storia mette in evidenza quelli del piccolo Ponyboy un Graser di soli tredicianni. Ponyboy ha perso entrambi i genitori in un incidente per questo vive solo con i fratelli, Darrel e Sodapop. E' il più piccolo di casa e della banda insieme al suo amico Johnny.
Come tutti i Graser anche Ponyboy e i fratelli sono costretti ad affrontare la vita contando solo sulle proprie forze e quelle della banda, mentre i ragazzi viziati dei Socs, sono abitutati ad aver tutto e subito. Ogni pretesto dunque è buono per attaccare briga ma proprio durante uno di questi scontri, Ponyboy e Johnny si ritroveranno coinvolti in un qualcosa più grande di loro, che li costringerà a scappare cambiando così per sempre le loro vite e quelle degli altri.


Devo dire che sono rimasta al quanto stupita quando, arrivando alla fine del libro, ho appreso che l'autrice ha scritto questo libro all'età di soli quindici anni. Con disinvoltura ha narrato una storia molto impegnativa, denunciando anche atti di bullismo che oggi sono purtroppo all'ordine del giorno.
Parliamo quindi di un melodramma urbano che racconta il malessere giovanile di quegli anni, vengono descritti pensieri e bisogni maschile ma ricordiamo che l'autrice è una ragazza.
Il romanzo sostanzialmente è abbastanza semplice, è narrato in prima persona da Ponyboy, un ragazzo come detto prima di tredici anni, per questo a volte alcuni passaggi sembrano quasi privi di senso. In alcuni casi la storia può sembrare anche abbastanza prevedibile, la tragedia è nell'aria e si intuisce fin da subito che qualcuno dei ragazzi non finirà la storia con noi.

Voi Greaser avete dei valori diversi. Siete più emotivi. Noi siamo sofisticati, distaccati al punto di non provare nulla. Non c'è niente di vero in noi.

Ogni personaggio poi, Ponyboy, Johnny, Darry, Soda, Steve, Dally e Two-Bit, è caratterizzato talmente bene, che sembra quasi di conoscerli tutti veramente di loro conosciamo tutto sia il lato esteriore che quello psicologico. Sono dei ragazzi uniti, pronti ad aiutarsi e a spalleggiarsi in qualsiasi momento, dandoci quindi saggio del vero valore dell'amicizia.
E' stata una lettura che mi ha veramente toccato e per questo consiglio a tutti di leggere il libro.

Nessun commento

Powered by Blogger.