BLOGTOUR: WOLF LA RAGAZZA CHE SFIDO' IL DESTINO DI RYAN GRAUDIN - 3° TAPPA

Buongiorno miei cari gattolettori,
se avete amato e sognato con Wolf: la ragazza del destino, con il secondo libro che chiude questa serie della Graudin targata DeA, Wolf: La ragazza che sfidò il destino, dovrete sicuramente preparare i fazzoletti...
E per chi ancora non conosce la serie, in questa tappa vi presenterò la protagonista, Yael.

WOLF La ragazza che sfidò il destino
di Ryan Graudin

Genere: Distopico
Editore: DeA
Prezzo: € 14,90 (ebook € 6,99 )
Pagine: 446
Uscita: 6 Giugno

HA RISCHIATO TUTTO PER VENDICARSI. 
ANCHE LA VITA. MA ORA C’È IN GIOCO QUALCOSA 
DI PIÙ IMPORTANTE: 
LA VITA DEL RAGAZZO CHE AMA.
È il 1956 e il mondo è in fermento: dopo decenni di dominio assoluto, Hitler è stato assassinato e la Resistenza è pronta a prendere le armi. A innescare la scintilla è stata Yael, la ragazza dagli straordinari poteri mutaforma, miracolosamente sopravvissuta al campo di concentramento. È solo grazie al suo coraggio se il Nuovo Ordine ha le ore contate. O almeno così tutti credono. Ma la verità è molto più complicata di come appare, e le conseguenze di quanto è accaduto sono devastanti. Ora Yael è in fuga in territorio nemico. Non è sola, però. Insieme a lei ci sono Luka e Felix, i due ragazzi che ha dovuto tradire per portare a termine la sua missione e che adesso vuole proteggere a ogni costo. Ed è nel bel mezzo del caos che il passato e il futuro di Yael si scontrano, obbligandola a fare i conti con i propri sentimenti. Odio e amore, vendetta e perdono. Scegliere non è facile, soprattutto quando sul piatto della bilancia ci sono da un lato il destino del mondo intero e dall’altro la vita di chi ama. Quale sarà la scelta di Yael? Vita o morte?
L’adrenalinica conclusione dell’appassionante saga di Ryan Graudin, iniziata con Wolf. La ragazza che sfidò il destino. Un romanzo straordinario dal finale travolgente, in cui l’arma più letale non è quella capace di uccidere, ma quella in grado di condizionare interi popoli.
FOCUS ON: LA PROTAGONISTA

E' il 1944 e mentre Yael si trova nel treno con la madre, vengono fermati da una squadriglia il quale fa salire un dottore, che ha il compito di scegliere bambini che dovranno essere utilizzati per lo svolgimento di un progetto speciale. La scelta ovviamente ricade su Yael, l'unica bambina che non ha avuto paura di guardare in faccia il suo nuovo nemico. 


"Il mondo non si stava solo muovendo.
Era vivo.
Ed era pronto a combattere"


Sono passati dodici anni dopo quella terribile notte in cui una madre e la sua bambina spaventata ma allo stesso tempo spavalda, sono state separate. E' il 1956 e abbiamo appena scoperto che gli esperimenti del dottore, su Yael, hanno dato alla ragazza la capacità di prendere le sembianze di altre persone, di plasmare la sua pelle in chiunque ella voglia essere.








Yael però ha deciso di utilizzare il suo dono per una giusta causa e una volta che è riuscita a scappare dal laboratori del dottore, si è unita alla Resistenza, il cui scopo è quello di liberare il mondo da Hitler. 
In questi anni Yael ha sofferto molto, ricordiamo che ha dovuto affrontare un'infanzia terribile perchè separata dalla madre solo per avere dimostrato di non temere nessuno ed è stata sottoposta continuamente a dolorosi esperimenti intenti a testare una teoria che, non aveva nessuna vera base scientifica. 
L'unico risultato di questo folle esperimento, è stata la sua trasformazione in un mostro dalle mille facce. La vera tragedia tuttavia non è stato il dolore che ha affrontato e del quale noi ne siamo testimoni attraverso il suo punto di vista.
Il vero dolore infatti è il non sapere più chi è...

Yael infatti non ha più memoria del suo volto, non ricorda più il suo aspetto ma peggio ancora, non ricorda più chi è. Ormai è una ragazza segnata dal suo passato, porta con se le cicatrici di quello che ha dovuto sopportare e un ricordo indelebile sul suo corpo: un tatuaggio che le ricorderà per sempre ciò che ha perso e che non riavrà mai più. 

"Il mondo è sbagliato, sto solo facendo la mia parte nel cercare di aggiustarlo" 

E' vero è segnata, ma non è spezzata e proprio per questo motivo, decide di usare la sua maledizione come un dono, lottando contro i vaneggiamenti di un uomo che crede nella superiorità dell' unica razza ariana.

CALENDARIO e GIVEAWAY

Volete provare a vincere una copia del libro? Allora continuare a seguire questo fantastico Blogtour e tentate la fortuna...
Troverete la prossima tappa sul blog La stamberga d'inchiostro.



Queste sono le poche regole per il giveaway:

OBBLIGATORIE:
- Diventare lettori fissi dei blog partecipanti
- Seguire su Instagram Carlo Salvato e La Stamberga d'inchiostro
- Commentare tutte le tappe
- Mettere mi piace alla pagina Facebook DeA Young Adult


FACOLTATIVA:
-Condividere le tappe

Il giveaway inizito il 12/06, finirà il 18/06!

a Rafflecopter giveaway

6 commenti

  1. Yael T.T La sua storia mi ha fatto venire i brividi. Non vedo l'ora di vedere come finisce questa splendida serie.
    Lettori fissi: Salvatore Illiano
    Mail: salvatoreilliano95@hotmail.it
    Facebook :Salvatore illiano
    Instagram: Salvatoreilliano95

    RispondiElimina
  2. questo romanzo mi intriga sempre più.. è davvero bello vedere come un po' di questa fantasia dell'autore sia stata mischiata bene con fatti realmente accaduti. come gli esperimenti sui bambini! come ho scritto nelle altre tappe non ho letto il primo romanzo.. ma grazie a questo blog mi intriga sempre di più.. anche questa è una bellissima tappa. :) ti seguo con la mail eloisa23@hotmail.it e il nome del commento corrisponde al mio profilo su instagram! :)

    RispondiElimina
  3. Bella tappa e Yael è fantastica... però non ci vedo per niente Miley Cyrus come Yael xD

    RispondiElimina
  4. è sempre più intrigante questo romanzo, con una grande ed interessante protagonista femminile.

    Lettrice fissa: Deborah Rex
    Mail: drh.rex92@gmail.com

    RispondiElimina
  5. Credo che amerò Yael, ho un debole per quei personaggi che nonostante tutta la sofferenza che hanno passato riescono a non abbattersi, a prendere in mano la situazione e ad usare tutto quel dolore per qualcosa di buono.

    RispondiElimina
  6. Bellissima tappa, la protagonista si preannuncia indimenticabile

    RispondiElimina

Powered by Blogger.