lunedì 27 marzo 2017

BLOGTOUR SOLO L'AMORE DI FRANCESCA LESNONI - 6 ° TAPPA

Buongiorno readers,
oggi ho il piacere di presentarvi la sesta tappa del Blogtour dedicato al libro di "Solo l'Amore" di Francesca Lesnoni.
L'autrice con il suo stile particolare e poetico, è riuscita a farci fare un viaggio, completamente diverso e insolito rispetto a quelli che siamo soliti fare verso mondi distopici o surreali.
Attraverso la ricerca di una donna infatti, finiremo per intraprendere una ricerca interione, la vera "essenza" del protagonista, Pier.
Non mancherà anche un po' di mistero e una fantastica passeggiata in una delle città più belle e più suggestive del mondo, Roma, la Caput Mundi dell'Impero Romano.


Solo l'Amore
di  Francesca Lesnoni

Genere: Narrativa Contemporanea/Romance
Editore: Self Publishing
Prezzo: ebook € 2,99
Pagine: 155
Lucia è scomparsa... nessuno sa che fine abbia fatto la dolce sorella di Carlo, unico indizio un biglietto:
"Non preoccupatevi, sto bene. Vado dove ho sempre desiderato essere, da che ho memoria..."
Nessuno però si preoccupa realmente della sparizione di Lucia tranne Pier che, innamorato da sempre di lei, decide di prendersi un anno sabbatico per dedicarsi alla misteriosa ricerca.
Per sua fortuna Pier potrà contare sull'aiuto di alcune persone, come i signori Dardi, due amabili vecchietti, che gli consegneranno dei bigliettini scritti da Lucia; o Luigi, un sapiente tappezziere con la passione per la lettura, che lo aiuterà a mettere ordine nei suoi taccuini pieni di appunti e divagazioni; o l’amatissimo padre che, al momento opportuno, saprà cogliere una traccia importante…
Ma, prima di trovare Lucia, Pier dovrà confrontarsi con una diversa percezione di sé e degli altri, rivisitare la propria vita, comprendere qual è il suo vero sogno...
Grazie al suo intelligente umorismo e piccoli colpi di scena, Pier si ritroverà su un aereo diretto a Parigi.
Sarà lì che finalmente rincontrerà Lucia?

Anche se può sembrare stolto o paradossale o folle,
ho scelto la metà mezza piena del bicchiere,
la sola che doni la vera gioia.
E sorrido

 
SCOPRIAMO I LUOGHI DEL ROMANZO

LAGHETTO DI VILLA BORGHESE


All'interno di Villa Borghese, un bellissimo parco proprio nel cuore della città, si possono trovare diverse tipologie di verde, dal giardino all'italiana alle ampie aree di stile inglese. Ma solo addentrandovi nel parco avrete la possibilità di vedere il meraviglioso laghetto abitato da papere e tartarughe. Questo era il posto di Lucia e Pier

Ho deciso di passare per Villa Borghese. Desideravo fermarmi al laghetto: era il nostro posto, di Lucia e mio. Da quando non ci vedevamo più, era diventato proibito. Troppi ricordi. Troppa nostalgia. Ma volevo cominciare a scalare l’impervia montagna, e in quella strana alba, in cui tutto sembrava improvvisamente possibile, ero diretto là, proprio là. Se qualcuno me l’avesse detto, non l’avrei creduto.

VILLA ADA


Continuiamo il nostro viaggio visitando un altro bellissimo parco romano...qui insieme a Luigi ci sediamo su una panchina del parco ad ammirare la natura e a farci coccolare da un bel libro. Chissà se Luigi mi offrirà uno di quei buonissimi dolcetti che porta sempre dietro.

Luigi era seduto sulla sedia pieghevole rivestita di tela bianca che porta sempre con sé, insieme a un thermos di caffè, qualche dolcetto, una bottiglia di Frascati dei Castelli Romani e delle crudités di cui è goloso. Non esistono panchine nel punto di Villa Ada in cui ama leggere per ore, alzando lo sguardo, di tanto in tanto, verso le palme e il laghetto stagnante che, con fervida immaginazione, lo fa sentire in Africa, continente in cui favoleggia di andare a vivere un giorno, lui che non è mai stato più a sud di Frascati dove va settimanalmente a rifornirsi di vino. Sono rimasto a contemplarlo, riesce sempre a intenerirmi quell’ometto smilzo, che ho il privilegio di avere per amico.


SAN LUIGI DEI FRANCESI


A pochi passi da Piazza Navona, mentre Pier inizia ad intraprendere il viaggio che lo condurrà più alla ricerca di se stesso che a quella di Lucia, si imbatte nella splendida Chiesa "San Luigi dei Francesi" entra e rimane a contemplare, come Lucia prima di lui, il famosissimo quadro del Caravaggio, La conversione di Matteo.



Senza comprendere che la vera casa è il cuore… quel cuore che avevo chiuso a doppia mandata… tanti anni fa… troppi… Cosa aveva provato Lucia mentre contemplava questo incredibile quadro?


PIAZZA DEL POPOLO


Roma può essere caotica, trafficata o rumorosa, ma quando hai bisogno di perderti in te stesso e raccogliere il tuo io, ogni singolo angolo di questa città sa donarti quel conforto... Per questo Pier si siede ad ammirare Piazza del Popolo e il suo immenso obelisco

Prima di tornare a casa mi sono seduto a Piazza del Popolo, ai piedi dell’obelisco. Avevo bisogno di raccogliermi nell’aria fresca della sera.


PIAZZA NAVONA


Due grandi maestri messi a confronto attraverso le due opere fantastiche di Piazza Navona, la fontanta dei quattro fiumi del Bernini e la Chiesa di Sant'Agnese del Borromini.
Anche io vorrei sedermi sulla stessa panchina di Pier e farmi cullare dal cielo.

Rosetta appena sfornata con stracchino e cicoria. Eccellente. Acqua presa a una  fontanella, messa in una bottiglia di vetro, chiesta al bar di fronte. Fresca. Ottima. La panchina tra la Fontana dei Quattro Fiumi e la chiesa di Sant’Agnese era libera. E’ stato il migliore pasto della mia vita. Non ho letto, mentre mangiavo. Mi sentivo allegro, leggero e desideravo godere a pieno di quell’allegria, di quella leggerezza. Il tepore del sole di primavera mi entrava nella pelle, nella carne, nelle ossa. Nel cuore? Mi sono sdraiato sulla panchina di pietra, ho messo lo zainetto sotto la testa. L’azzurro del cielo mi ha avvolto, cullandomi con delicatezza. Non ero forse un bambino? Ho chiuso gli occhi e mi sono addormentato.  


CHIESA SAN PIETRO

 
Si dice che il Bernini abbia realizzato il colonnato così come lo vediamo oggi per creare il senso dell'abbraccio della Chiesa verso i proprio fedeli. Se vi fermerete ad assorvare la grandezza di questa abbraccio vi renderete conto, proprio come Pier, di essere immensamente piccoli.




Ho costeggiato la parte finale del colonnato di destra, ritrovandomi di fronte la maestosità di San Pietro che ha avuto il pregio di farmi sentire immensamente piccolo. Per la prima volta la piccolezza non mi intimoriva, al contrario, mi rassicurava, donandomi pace. Era troppo tardi per entrare…

CHIESA DELLA MADDALENA


Shhh silenzio ci troviamo all'interno della Chiesa della Maddalena, chiudete gli occhi e perdetevi nel suo silenzio...

Ho oltrepassato la cancellata e salito i gradini con il cuore che batteva un po’ più forte. La chiesa era deserta. Una luce mi ha investito. Proveniva dalla grande vetrata su cui svetta una croce rossa. Mentre camminavo lungo la navata, sentivo quel rosso su di me, sui capelli, sulla nuca, sul dorso, sulle mani. Mi sono fermato, ho allargato le braccia. Quel rosso caldo, vivo, palpitante, mi ha abbracciato. Ho chiuso gli occhi. Anch’io l’ho abbracciato… perdendo il senso del tempo… del luogo in cui mi trovavo... dimentico della forza di gravità, di tutte le ansie, le paure, i pensieri…

LA CHIESA DEL GESU'




Se Lucia fosse un uccello, sarebbe l’allodola vivace che si leva all’alba per destarci dal sonno con il suo trillo gioioso; l’aquila maestosa che scruta l’orizzonte, non teme di fissare il sole e plana sulle sue grandi ali; l’aggraziata rondine che porta la primavera, viaggiatrice instancabile che non può posarsi sulla terra; la poetica tortorella, bianca cinerina, semplice e pura; l’elegante fenicottero rosa che s’innalza in formazione, disegnando insieme ai suoi compagni una grande v rosata nel cielo. V, come vittoria?; il pappagallino verde, veloce e diretto, esotico, ghiotto di frutta selvatica; avrebbe le ali celeste turchese, cobalto, della selvatica ghiandaia che si nasconde e cerca la tranquillità nel mistero degli alberi…

Abbiamo terminato il nostro bellissimo viaggio nella capitale, Pier ha capito tante cose ora, ha capito chi è veramente e il vero valore della vita ma soprattutto ha capito dove è Lucia... e voi? 



… se il vostro AMORE è scritto in cielo vivrà…


CALENDARIO + GIVEAWAY

Sperando che anche questa tappa vi sia piaciuta, vi invito a continuare questo splendido viaggio con noi per vincere il fantastico premio in palio.


E ora veniamo al momento della sorpresa fatta dall'autrice per voi lettori. Francesca Lesnoni infatti oltre ad aver messo in palio la copia digitale del libro ha pensato di regalarvi uno di quei "taccuini" usati da Pier, il protagonista maschile.


Una moleskine, ricordando Hem (Ernest Hemingway)
mentre scrive, seduto in un caffè di Parigi, assorto, intenso, innamorato…

Scrivere è cercare, leggere è cercare
un oltre che è già in noi.

La moleskine che riceverete è rossa perché rosso è il colore dell’AMORE.

E avrete una penna con tanti colori perché, quando cerchiamo, torniamo a vederli…
La bellezza è ovunque

_____________________________________________________________________


REGOLE GIVEAWAY:
  • Seguire tutti i Blog come Lettori Fissi
  • Essere iscritti alla Pagine Facebook dell’Autrice
  • Commentare tutte le tappe
  • Condividere taggando due amici (facoltativo)

a Rafflecopter giveaway

5 commenti:

  1. Roma è davvero bellissima *.* Credo sia perfetta come scenario per i libri!

    RispondiElimina
  2. Bellissima Roma, io la visito molto spesso ultimamente...
    Sono li praticamente ogni 2 o 3 mesi per fare dei controlli in ospedale, ed ogni volta che esco non posso fare a meno di perdermi tra le tante strade illuminate dalla luce del tramonto :)

    Partecipo molto volentieri al BlogTour e al Giveaway :)
    ( Ho letto e commentato le tappe precedenti, in attesa delle altre )
    " E' bellissimo il dono messo in palio, mi servirebbe proprio per appuntarci tutte le mie citazioni preferite "
    Di seguito ti elenco le regole che ho rispettato nel form :)
    Seguo tutti i blog partecipanti al BlogTour con il nome. Elysa Pellino
    La mia email: mora_1993_@hotmail.it " Spero possa esserti utile " :)
    Sono iscritta alla pagina Facebook dell'autrice " Francesca Lesnoni " sempre con lo stesso nome: Elysa Pellino
    Ho condiviso questa tappa su Facebook taggando la pagina del blog " Il salotto del gatto libraio " + due amiche :)
    LINK CONDIVISIONE: https://www.facebook.com/elysa.pellino/posts/10209628292677894?pnref=story
    Grazie per la partecipazione!!!

    RispondiElimina
  3. Trama suggestiva e ambientazione da sogno...libro inserito tra le mie liste di lettura....

    RispondiElimina
  4. a roma ci sono stata per un concorso ricordo ancora il caldo ma ricordo di essermi ritagliata uno spazio per conoscere questa favolosa città!

    RispondiElimina