giovedì 12 gennaio 2017

Pagina 69 #1

Buongiorno readers,
come vi avevo detto sono ritornate a pieno ritmo le Rubriche del Blog quindi come ogni giovedì eccomi qui con la rubrica dedicata agli autori emergenti, Pagina 69.Oggi con me ci sarà un Romanzo Western Comico scritto a quattro mani...

Se sei un autore emergente e vorresti anche tu il tuo spazio nella Pagina 69 pui inviarmi il tuo materiale a gattolibraio@libero.it

Ricordo che la rubrica è stata ideata da Ornella di Peccati di Penna.
  • prendete un libro di un autore emergente ancora da leggere
  • scrivere la pagina 69 (pagina 69 che vedo sul mio dispositivo)
  • scrivere titolo e autore per chi fosse interessato a leggere il libro

HERMANOS -A. BOGANI & E. POZZOLI

Editore: Inspired Digital Publishing
Genere: romanzo western ironico
Prezzo: ebook € 1,99
Pagine: 243
America, fine dell’ottocento. Un pistolero eccellente poco riflessivo e molto esuberante, uno stratega infallibile e di poche parole, un ex-soldato americano pavido e pigro ed un medico senza le giuste qualifiche alla ricerca della propria strada, si ritrovano in fuga dall’Arizona verso il Messico.
Ricercati con l’accusa di furto di un carico d’oro sia dall’esercito Americano che da quello Messicano e con la certezza della fucilazione in caso di cattura, si vedono costretti a mettersi sulle tracce dei veri responsabili che li hanno volontariamente cacciati in quella spiacevole situazione.
Una volta scoperta la reale destinazione dei lingotti e dei veri ladri, il gruppo apparentemente improvvisato avrà ancora il coraggio di cercare vendetta per la falsa accusa e di provare ad impossessarsi dell’oro?


«Ma chi me lo ha fatto fare» si stava chiedendo tra sé e sé il cavallo. Probabilmente lo stesso pensiero stava passando anche per la testa di Julio. Però il suo cavallo fu particolarmente diligente durante la discesa. Metteva una zampetta avanti all’altra, tastando il terreno di fronte a sé per assicurarsi che fosse abbastanza solido, prima di fare il passo. Aveva sentito un sacco di storie sui cavalli che finivano in mano a quell’uomo, e nessuna di queste finiva bene. Voleva prendersi tutte le precauzioni del caso per uscirne vivo. Era cresciuto in cattività, allevato con il solo scopo di portare da un punto all’altro uomini scorbutici dalle chiappe troppo pesanti o troppo ossute. E per di più lo facevano trottare sempre sulle solite strade. In questi giorni almeno aveva fatto un percorso diverso, vero, ma lui voleva di più. Lui voleva poter correre libero tra le sabbie di quel grande deserto che vedeva sempre stendersi a destra e a sinistra delle vie che cavalcava, a perdita d’occhio. Voleva sentire la sabbia sfuggirgli sottile tra la chioma e l’eco dei suoi zoccoli che rimbombava in quel grande vuoto ripieno di sole e rocce. Per questo voleva uscirne vivo.

Ed effettivamente aveva fatto tutto ciò che era in suo potere per evitare il peggio, ma quando mancava ormai poco al fondo Julio si sbilanciò un attimo, afferrò la coda del cavallo di Cisco per tenersi su e quello rispose con un potente calcio in faccia al suo destriero, che immancabilmente perse l’equilibrio e finì con il muso sul fondo della caverna, spaccandosi il collo ma quantomeno attutendo la caduta di Julio, che rimase paralizzato dalla paura sulla carcassa del cavallo. Cisco lo raggiunse poco dopo, pallido in volto per lo spavento che si era preso. Lo fissò con gli occhi color del ghiaccio sgranati, poi proseguì senza dire nulla, avanzando piano. Julio si tirò in piedi, si tolse la polvere di dosso, fece un cenno dispiaciuto col cappello in direzione del cavallo e trottò dietro a suo fratello.


Alessandro Bogani nasce nel 1995 in provincia di Milano, ha conseguito il diploma di maturità
scientifica ed è attualmente iscritto al corso di laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche. L’interesse per la letteratura si manifesta con forza durante gli ultimi anni di liceo, tanto da far nascere in lui il desiderio di sperimentare in prima persona il mestiere dello scrittore. Ha un debole per la fantascienza di Asimov e per quei libri dal sapore “terroso” come La strada, Il buio oltre la siepe e Furore, ma il suo sogno è di sperimentare e rivisitare quanti più generi letterari possibili, dal western alla fantascienza, confrontandosi con essi da scrittore per conoscerli meglio. Oltre alla letteratura, le sue passioni sono la musica, la cinematografia e la fisica, interessi che spesso s’intrecciano e vanno a contaminare ciò che scrive.

Edoardo Pozzoli nasce nel 1995 a Desio, una cittadina vicino alla metropoli milanese. Attualmente è iscritto al corso di laurea in Economia e gestione dei beni culturali, all'Università Cattolica di Milano. Sogna un'Italia che sappia valorizzare al massimo i suoi beni culturali, dai parchi archeologici alle mostre di arte contemporanea, cercando di dare un valido contributo a questa causa. Amante di gran parte dei generi letterari sin da piccolo, ha sempre avuto una predilezione per quello storico/narrativo, spaziando dalle epoche antiche fino a quelle più contemporanee. Appassionato di cinema, si è affacciato da qualche anno al mondo dei fumetti Bonelli, e spera di far tornare il genere western italiano nella vita degli italiani, con uno stile audace e moderno.

Allora che cosa ve ne sembra? Vi ha incuriosito la pagina 69? Se volete potete acquistarlo direttamente dal link qui sotto.

Nessun commento:

Posta un commento