BLOGTOUR: L'ESTRANEO DI URSULA POZNANSKI E ARNO STROBEL - 1° TAPPA

Buongiorno readers,
come avete passato questo splendido week end soleggiato? Io praticamente a riposo ma nel vero senso della parola ho solo oziato ehheheh!
Purtroppo per noi però oggi è lunedì quindi è arrivato il momento di iniziare la giornata lavorativa ma prima di buttarmi sulla fatturazione sono qui ad aprire le danze ad un bellissimo Blogtour dedicato ad un Thriller Psicologico, "L'Estraneo" di Ursula Poznanski e Arno Strobel edito Giunti Editore.
Prima di lasciarvi alla mia tappa che si occuperà di accendere la vostra curiosità attraverso un booktrailer, ci tengo tantissimo a ringraziare il mio amichetto Fabio che mi ha aiutato a realizzarlo... se volete vedere qualche suo lavoro, video musicali, trailer ecc potete cliccare sulla sua pagina Facebook STIRLUSMOVIE.
Mi raccomando seguiteci che alla fine ci sarà anche una sorpresa!

L'Estraneo
di Ursula Poznanski e Arno Strobel
                                         
Genere: Thriller
Editore: Giunti
Prezzo: ebook € 6,99
Pagine: 282
Uscita: 31 gennaio
Immagina di essere sola in casa, avvolta in un accappatoio, mentre ti asciughi i capelli dopo un bagno caldo. Improvvisamente senti un rumore al piano di sotto, uno strano tintinnio, poi un cassetto che si apre e si richiude. Scendi le scale, ti avvicini alla porta della cucina e d'un tratto ti trovi davanti uno sconosciuto: occhi azzurri, capelli scuri, spalle larghe. Sei paralizzata dalla paura, inizi a gridare. Ma lui non scappa. E, cosa ancora più inquietante, ti chiama per nome, sostiene di essere il tuo fidanzato e non capisce come tu possa non riconoscerlo. Tu però sei certa di non averlo mai visto prima, afferri un fermacarte e glielo scagli contro. Chi è quell'uomo? Perché dice di conoscerti? Stai forse diventando pazza? Immagina di tornare a casa una sera e scoprire che la tua fidanzata non ti riconosce più. Comincia a gridare, è convinta che tu sia un ladro o un maniaco, ti scaglia addosso un fermacarte e corre a rinchiudersi in camera. Non riesci a capire, inizi a guardarti intorno e all'improvviso realizzi un fatto agghiacciante: le tue cose non ci sono più. Le tue giacche, che stamattina erano appese nel guardaroba, sono sparite. Non c'è più niente di tuo in quella casa. Stai forse diventando pazzo? Siete entrambi intrappolati in un incubo. E l'unico modo per uscirne è provare a fidarsi l'uno dell'altra...


BOOKTRAILER + INCIPIT



Joanna

Proprio nel momento in cui inizio a sentirmi ridicola, dal buio della cucina sbuca fuori un’ombra.
Il grido che vorrebbe uscirmi si smorza in gola, è come se all’improvviso non ci trovassi più aria. Sono un blocco di ghiaccio.
Scappa!, è l’unico pensiero che riesce a partorire il mio cervello, ma non sono in grado di tradurlo in azione. Le gambe non rispondono.
Sotto il lampadario c’è un uomo, ha i capelli scuri e le spalle larghe. Dice qualcosa, le sue labbra si muovono, ma io non riesco a capire nulla, tutti i suoni sembrano provenire da un mondo lontanissimo, solo il rombo del mio cuore è spaventosamente vicino e forte. È per lo shock? Ho un attacco di panico?
L’uomo dice qualcos’altro, ma è come se all’improvviso avessi dimenticato il tedesco. La stanza si mette a girare. Oddio, ci manca solo che svengo.
Lui inclina la testa di lato, esita. Poi si avvicina. Idiota, è il nuovo pensiero che prende a vorticarmi in testa, sei un’idiota! Perché non sei rimasta di sopra?
Esco dallo stato di trance solo quando l’intruso è così vicino che riesco a percepire il leggero sentore del suo dopobarba. Inizio a indietreggiare, ma verso la parete, non verso la porta. Quando cerco di correggere la mia direzione è troppo tardi, lui mi è già quasi di fronte.


«Se ne vada!» urlo, sperando che perlomeno smetta di avvicinarsi. E lui, con mio grande stupore, si ferma. Si ferma davvero.
«Se ne vada subito o chiamo la polizia!» Se grido ancora un po’ più forte forse mi sentiranno anche i vicini.

Un rapinatore a questo punto scapperebbe. L’estraneo, invece, non lo fa. Ma lui non è entrato per rubare, questo l’ho capito da un pezzo. I ladri non s’intrufolano certo nelle case altrui in giacca e cravatta. Il che significa che il motivo è un altro, che quest’uomo ha altre intenzioni... Un pensiero che all’improvviso scatena in me un tipo diverso di paura. Indietreggio ancora, sento la lampada a stelo cadere, io resto in piedi per miracolo.

«La prego» sussurro. «La prego, non mi faccia del male.»
Ci separano al massimo cinque passi. L’uomo continua a fissarmi, non mi scolla gli occhi di dosso.«Per carità di Dio!» dice. «Ma che succede?»
Fa un altro passo verso di me. Mi rannicchio, come se potesse aiutarmi, come per nascondermi dentro me stessa.
«Ho dei soldi, in casa, non sono tanti ma le dirò dove si trovano. Glieli darò tutti, okay? Prenda quello che vuole, ma la prego, la scongiuro... non mi faccia del male.» «È uno scherzo?» Alza le braccia e mi mostra i palmi delle mani. Vuoti.«Non stai bene? Chiamo il dottore?»
Non si è avvicinato, è questa la cosa più importante. Torno in piedi, lentamente. Il fermacarte, certo! Potrebbe essere il momento giusto per tirarglielo addosso...«Per favore, se ne vada. Non chiamerò la polizia, glielo prometto.»Lui socchiude gli occhi, fa un paio di respiri profondi e mi fissa. «Ma che cosa stai blaterando? Perché dici queste cose? Per quale motivo mi dai del lei?»Sta esitando, allora forse ho qualche possibilità. Sì, proverò a parlarci. E alla prima occasione buona me la darò a gambe.
«Perché... Perché ho paura... Non lo capisce?»
«Paura... di me?»
«Sì. Mi ha spaventata, mi ha spaventata a morte.»
Allarga le braccia, avanza ancora. «Joanna...»
Sa come mi chiamo... 

 Erik

Che diavolo sta succedendo qui?
Mi riscuoto, voglio capire. Senza più indugi vado verso la porta dell’ingresso, la apro e guardo fuori. Calma piatta. La richiudo. Meglio dare una mandata di chiave, la prudenza non è mai troppa. Poi inizio a salire le scale con passo pesante. Che mi senta pure, nessun problema, deve sapere che sto andando da lei. È ora di chiarirsi.In bagno non c’è nessuno. In un moto di stizza mi avvicino alla camera da letto, poggio una mano sulla maniglia e la abbasso. È chiusa a chiave. Ah.
«Joanna.» Il tono non è rabbioso, ma deciso: deve sentire che sono serio. «Joanna, adesso piantala, dai. Apri questa maledetta porta, così parliamo. Dio santo, non ti faccio nulla!»
Silenzio. Aspetto. Dieci secondi, quindici... Niente. «Joanna, per favore, rifletti. Se volessi farti del male, credi davvero che questa ridicola serratura riuscirebbe a impedirmi di entrare? Basterebbe un calcio per buttar giù questa dannata porta. Ma io non voglio sfondarla, perché è anche la mia porta, capisci? Noi viviamo in questa casa insieme. E se a te non risulta, allora... Un attimo... Joanna, mi stai ascoltando?»
Mi rendo conto di aver parlato molto in fretta. Mi capita sempre quando sono agitato e devo dire una cosa con urgenza.
«Jo, ci sei? Senti, mi è venuta un’idea. Fammi una domanda... Qualcosa che non posso non sapere se viviamo insieme. Okay? Dai, spara, una cosa qualunque...»
Di nuovo silenzio, ma poi mi sembra di sentire armeggiare intorno alla serratura. Clac. La maniglia si abbassa, la porta si apre, lenta. Dio sia lodato.
Joanna è davanti a me, girata di lato, però mi guarda, tiene ancora la mano sulla maniglia. I miei occhi superano il suo sguardo impaurito e si spingono verso il letto.
Una morsa di ghiaccio mi stringe il petto...
Forse non è Joanna ad aver perso la ragione, ma io.
Il mio piumone, il mio cuscino, il mio armadio... Non c’è più niente

CALENDARIO

Per non perdervi neanche una Tappa del Blogtour, qui sotto troverete il calendario con tutti gli appuntamenti...


SORPRESA!!!

Ed eccoci giunti alla sorpresa che vi ho annunciato nel post iniziale...un libro cerca casa...Che ne dite di provarlo a fare entrare in una delle vostre librerie? Compilate il form qui sotto.

a Rafflecopter giveaway
 

21 commenti

  1. ma che meraviglia! un blogtour interessantissimo per un libro. partecipo volentieri!
    Luigi Dinardo
    luigi8421@yahoo.it
    https://www.facebook.com/luigi.dinardo.56

    RispondiElimina
  2. Sembra un romanzo che potrebbe piacermi molto.....spero di riuscire a seguire ogni tappa perché mi incuriosisce;)
    Bel inizio! ^.^

    RispondiElimina
  3. allora ammetto di essere una fifona cronica, che se rimane da sola in casa lascia la luce o almeno la tv accesa... e di sicuro sto sempre con il mio cane!! questo romanzo già dalla trama mi mette ansia... ecco perché leggo in genere romance! ahahah però voglio leggerlo di giorno ovviamente, per cambiare un po'... mi intriga tantissimo e bellissima recensione complimenti <3

    RispondiElimina
  4. Wow!!!
    Che incipit!!!
    Oddio al posto di Erik sarei impazzita, tornare nella propria casa e non trovare più tutte le tue cose, ma soprattutto non essere riconosciuto dalla persona che ami!
    Questo libro deve essere mio!

    Partecipo al blogtour e al Giveaway ;-)
    Lettori fissi: Rosy Palazzo
    Mail: rosy.palazzo1612@gmail.com
    Instagram: @ross_3193
    Facebook e Google +: Rosy Palazzo
    Ho piacizzato le pagine richieste e condiviso su Facebook, Google + e Instagram ;-)
    Grazie mille per l'opportunità 😘

    RispondiElimina
  5. Mamma mia questo libro è bellissimo! Leggendo la trama mi è piaciuto subito e poi leggendo l'incipit mi è piaciuto ancora di più! È senz'altro una storia particolare e davvero misteriosa, quindi partecipo con piacere.

    RispondiElimina
  6. Urca, che presentazione!! *o* Non sapevo dell'esistenza di questo libro, né tantomeno di una storia così misteriosa ed intricata (ed intrigante!!) :-D Devo assolutamente scoprirne di più, quindi partecipo più che volentierissimo a questo BlogTour!!! ;-)
    Ho compilato tutti i passaggi nel form, ma in caso servisse, riscrivo anche qui la mia e-mail lamarama86@gmail.com
    Grazie a tutti e 5 i blog per questo BlogTour e a domani per la seconda tappa, son curiosissima!! :D

    RispondiElimina
  7. Partecipo volentieri :D amo i thriller psicologici, sono il mio genere preferito *_* <3 non conoscevo questo libro ma appena l'ho letto mi ha incuriosito molto e spero di avere la fortuna di poterlo leggere *_*

    RispondiElimina
  8. Avevo già adocchiato il romanzo! Questa tappa me lo ha fatto piacere ancora di più ^-^

    RispondiElimina
  9. Avevo già letto la trama da qualche parte e mi aveva subito colpita! E' stato amore a prima vista. Amo i thriller psicologici e questo sembra ancora più psicologico di quelli che ho letto *-*

    RispondiElimina
  10. O mio dio... sono sicura che adorerò questo libro! La trama e l'incipit sono così attraenti per me! Amo questo tipo di libri, dove tutto è il contrario di tutto e fino all'ultimo tu non ci capisci niente... partecipo e incrocio le dita!
    Condivisione tappa https://www.facebook.com/nicoletta.marasca/posts/1246230555456899

    RispondiElimina
  11. Wow, che trama, mi incuriosisce tanto! Quale sarà la spiegazione?! Sono curiosissima!
    Partecipo volentieri al blogtour.
    Indirizzo e-mail: hotstorm403@gmail.com

    RispondiElimina
  12. Una trama e una copertina da paura *_* Partecipo con moltissimo piacere, e non vedo l'ora di seguire il blogtour.
    Lettori fissi: Salvatore Illiano
    Mail: salvatoreilliano95@hotmail.it
    Facebook :Salvatore illiano

    RispondiElimina
  13. Mi sono bastate le prime righe per voler leggere questo libro a tutti i costi!!
    Partecipo con entusiasmo :-)

    RispondiElimina
  14. Non penso di aver mai incontrato un altro libro con queste premesse, con entrambi i protagonisti in seria difficoltà nel riconoscere l'altro (nel caso di Johanna) o la realtà (nel caso di Erik).
    Chi è davvero pazzo qui - sempre ammesso che ci sia qualcuno di pazzo?
    Affascinante, assolutamente affascinante.

    RispondiElimina
  15. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  16. Sono rimasta con il fiato sospeso leggendo questa tappa o_O
    Un Thriller davvero da paura.
    Mi domando, che cosa può essere successo? perchè Joanna non riconosce Erik?
    Sono troppo curiosa di leggerlo, lo avevo già adocchiato perchè trovo che la copertina sia da brividi, ma leggendo questo incipit ho avuto la conferma che cercavo... devo assolutamente leggerlo :)
    Partecipo al BlogTour :)
    Ti elenco le regole che ho rispettato nel form :)
    Seguo tutti i blog partecipanti al BlogTour con il nome: Elysa Pellino
    La mia email: mora_1993_@hotmail.it
    Seguo tutte le pagine Facebook dei blog partecipanti + quella della casa editrice " Giunti Narrativa " sempre con lo stesso nome: Elysa Pellino
    Ho condiviso questa tappa e condividerò tutte le altre su Facebook, Twitter e Google+ taggando la pagina " Il salotto del Gatto Libraio " :)
    LINK CONDIVISIONE FACEBOOK: https://www.facebook.com/elysa.pellino/posts/10209174802580925?pnref=story
    LINK CONDIVISIONE TWITTER: https://twitter.com/ElysaPellino/status/826192087523717120
    LINK CONDIVISIONE GOOGLE+: https://plus.google.com/u/0/104143485217744156564/posts/cghGfeeqPQE?sfc=false
    - Volevo specificarti che sono iscritta anche su Instagram, ma li non ho condiviso perchè devo ancora capire bene come si fa :)
    Ti seguo su Facebook, Twitter, e Google+ con il nome: Elysa Pellino
    Su Instagram con il nickname: e.l.i.s.a.93
    Nel form alla voce Condividi sui social, ho copiato tutti e tre i link di condivisione separandoli con uno spazio :)
    - Ho completato il form :)
    Grazie per la partecipazione ♡

    RispondiElimina
  17. Incipit davvero interessante mi piace troppo! Voglio leggere assolutamente questo libro
    grecoangela1987@libero.it

    RispondiElimina
  18. Oddio datemi questo meraviglioso libro *________________*
    L'incipit è qualcosa... mette i brividi! *.*
    Grazie per l'opportunità
    angelina.alboreo@hotmail.it

    RispondiElimina
  19. I thriller mi piacciono, l'incipit è grandioso.

    RispondiElimina
  20. Punto questo thriller da appena l'ho scoperto.. sembra una storia intrigante e carica di colpi di scena. Esattamente nelle mie corde ;)

    RispondiElimina
  21. Ho letto questa trama per caso ieri sera e fin da subito mi ha davvero incuriosito. Come trama sembra davvero molto interessante. Adesso che ho visto questo blog tour, non potevo non partecipare. Quindi eccomi qui :)
    Il booktrailer è molto bello, rende proprio l'idea della trama. Cioè, è una cosa abbastanza "agghiacciante", non mi viene altro termine in questo momento. Cioè, lei che non capisce chi è l'uomo davanti a se, lui che non capisce come mai quella che lui sa essere la sua fidanzata, dice di non conoscerlo. Questa cosa mi ha davvero incuriosita.
    L'incipit invoglia ancora di più. Cioè, se uno si ferma a pensare e ti metti nei panni di lei, giustamente ti chiedi chi diavolo è l'uomo che ti trovi davanti, ma allo stesso tempo, ti metti nei panni di lui e ti chiedi cosa diavolo sta succedendo e perché la persona che ami, dice di non conoscerti, ma anzi, vedi che ha addirittura paura di te. E non solo, manca tutta la tua roba.
    Adesso mi chiedo perché? Qualcuno ha cancellato la memoria a lei? E tolto tutta la roba di lui? Oppure qualcuno ha fatto qualcosa alla memoria di lui?

    Fb: https://www.facebook.com/alessandra.nek.negri/posts/1499927436714885

    Twitter: https://twitter.com/AleNekPattzStew/status/826877687545339908

    Google+: https://plus.google.com/u/0/103694204427832904610/posts/A4iZ3n4htVt?sfc=false

    Tumblr: http://alenekpattzstew.tumblr.com/post/156681058652/blogtour-lestraneo-di-ursula-poznanski-e-arno

    Instagram: https://www.instagram.com/p/BP-ya8Vg01M/

    RispondiElimina

Powered by Blogger.