5 COSE CHE... 5 LIBRI CHE HO AMATO DA PICCOLA

Buongiorno readers,
oggi la giornata è iniziata veramente male qui a Roma...sciopero e diluvio universale = traffico e gente matta in giro...non potete capire... tra l'altro sono veramente piena di lavoro quindi pubblico subito la carinissima rubrica del venerdì, 5 COSE CHE... Per questo venerdì mi sono fatta proprio un bel tuffo nel passato vi dico solo che per ricordarmi questi libri sono dovuta entrare in soffitta ahahaah

Rubrica che ricordo è stata ideata dal Blog TwinsBooksLovers!
Se volete partecipare anche voi...siete i benvenuti. (Post di presentazione)


Il tema di oggi è 5 LIBRI CHE HO AMATO DA PICCOLA

1. PAPA' GAMBALUNGA




Judy sogna, ma sa che difficilmente i suoi desideri si avvereranno. Un giorno però all’orfanotrofio arriva un benefattore che, colpito dal suo talento nella scrittura, decide di aiutarla in cambio di una lettera al mese. Dell’uomo Judy ricorda solo la lunga ombra, e per questo inizia a chiamarlo “Papa Gambalunga”. A lui manda l’ironico resoconto delle sue giornate, senza mai riuscire a strappargli un incontro: chi si nasconde dietro il misterioso John Smith?
Mamma mia che libro mi sono ricordata quanto ho amato questo romanzo...penso proprio che appena finito di pubblicare il post andrò a comprarmi il libro ahahahah

2. IL LIBRO DEGLI ERRORI


Grazie a Gianni Rodari la letteratura per l'infanzia è stata sottratta al limbo di una produzione minore e restituita, nella sua affascinante complessità, alla storia della letteratura e a quella della pedagogia; il percorso dello scrittore di Omegna non si configura, però, come accomodante itinerario nei luoghi letterari dell'ironia, del paradosso e ancor meno si caratterizza come sentiero tutto interno all'attivismo pedagogico italiano, ma assume via via i segni della contemporaneità, dell'inquietudine, della tensione morale, della coraggiosa protesta civile. L'umorismo dell'assurdo, il gioco della dissacrazione dei luoghi comuni, gli stravolgimenti del linguaggio altro non sono che l'invito reiterato a liberarci dagli schemi, dai pregiudizi, dal conformismo per guardare più lontano; in un momento storico in cui i punti di riferimento morali e civili sembrano smarriti i libri di Rodari ci indicano, anche al di là della felice invenzione e del piacere della lettura, le strade della tolleranza, le vie dell'amicizia sulle quali converrà incamminarci se vogliamo ancora scommettere sul futuro delle nuove generazioni.

Non saprei proprio spiegarvi il perchè ma ero entrata proprio in un loop con questo libro ogni giorno lo leggevo aahahahah


3. PEL DI CAROTA


Un classico straniero della narrativa per i ragazzi, un testo di qualità perché affidato, per la traduzione, a Frediano Sessi, scrittore contemporaneo di grande fama ed esperienza. Pel di Carota racconta le avventure di un ragazzo che non è certo tutto zucchero e dolcezza, anzi spesso è cinico, un po' maleducato ed egoista, insomma pieno di difetti che derivano in gran parte dalla sua famiglia. È un libro che può divertire e arricchire il mondo dei ragazzi, ma insieme parlare al mondo dei grandi.




E lo so vi sto tirando fuori tutti titoli strani ma era la mia dolce nonnina a passarmi questi libri...forse è stata proprio lei a trasmettermi l'amore per la lettura

4. I RAGAZZI DELLA VIA PAL




Due bande rivali di ragazzi danno vita a una piccola guerra per il possesso di un campo abbandonato che si affaccia sulla periferica via Pàl. Inizia la guerriglia con il furto della bandiera di via Pàl più volte recuperata e persa nella difesa disperata del luogo dei sogni. Nella battaglia finale il più piccolo, il soldato semplice Nemecsek ammalato di polmonite, scappa dal letto per incoraggiare i compagni: il suo sacrificio sarà inutile. Il ragazzo morirà qualche giorno dopo senza sapere che il campo è stato venduto per lasciare posto alla costruzione di un altro palazzo.





Anche qui bellissimo classico che sicuramente conoscerete in quanto sono stati tratti anche dei film

5. NARRATIVA




La vita di Miss Polly Harrington, una donna ancora giovane e bella, ma con il cuore indurito dalla solitudine e dal senso del dovere, viene travolta come da un uragano quando le piomba in casa la nipote Pollyanna, una ragazzina allegra ed esuberante. L’ottimismo e la gioia di vivere della piccola contagiano tutto il paese, ma quando perfino la zia comincia ad addolcirsi, un crudele scherzo del destino sembra sopraffare Pollyanna, che rischia di non riuscire più a giocare al suo amato “gioco della contentezza”.

In realtà con questa lettura c'è stato sempre un rapporto di odio amore... probabilmente lo metterò tra i classici da leggere per vedere cosa mi scaturisce oggi eheheh

Oltre ai libri ci tenevo a farvi vedere anche le mie riviste preferite ahahah...


Ora sono curiosa di conoscere con un commento quali sono i Vostri 5 Generi preferiti, magari faccio qualche nuova scoperta...

13 commenti

  1. Ciao Sonia!!! Che bei libri, io avevo Tom Sawyer dell'edizione del tuo "Pel di Carota" *.* i ragazzi della via Paal l'ho letto in un vecchio libro di mia mamma, tutto rovinato e ingiallito dagli anni, che bel ricordo che mi hai suscitato!!

    RispondiElimina
  2. Ciao Sonia...che carinasce questa rubrica, se riuscirò la adotterà anche io l'anno prossimo!
    I ragazzi della via Palermo e Anna dai capelli rossi li avrei inseriti anche io tra i miei 5 libri 😍

    RispondiElimina
  3. Questi libri non li ho letti però ho visto il cartone di Pollyanna un sacco di volte!!!

    RispondiElimina
  4. I Ragazzi della Via Pal è bellissimo! Il corriere dei Piccoli!Quanto lo amavo anche io!
    xoxo Connor

    RispondiElimina
  5. De "I ragazzi della via Pal" ricordo di aver visto il film, sempre da piccola, e credo che mi fosse anche piaciuto tanto. Oppure me lo sono sognato e un film non esiste. Esiste, vero?

    RispondiElimina
  6. Sonia ciao! :) Beh che dire, sono più che d'accordo con te!!! Libri stupendi letti quand'ero piccola...e che tutt'ora amo!! Non per niente i classici hanno il loro fascino...W i classici!!! ;-) ♥ e quanti numeri di Topolino che ho letto durante l'infanzia... li divoravo!!! ;-)

    RispondiElimina
  7. Oddio Pollyanna Aahha, ma anche papà gamblunga... cioè ma io amavo lay oscar e topolino xD

    RispondiElimina
  8. Ciao Sonia! Non ho letto nessuno di questi libri, ma ora inserisco almeno "Papà Gambalunga" e "Pollyanna" nella mia WL! Di "Pollyanna" mi ha parlato molto bene una mia amica che l'ha letto di recente...

    RispondiElimina
  9. Sono tutti titoli che ho già sentito, ma mai letto..l'unico Topolino che ogni settimana compravo con la mia paghetta di ben 3000 lire e 2 euro poi (preistoria proprio xD)..non so perché, ma non riuscivo proprio a rinunciarci..adoravo soprattutto le storie con paperino, o comunque quelle dove Topolino non faceva troppo il saccente!! U_U

    RispondiElimina
  10. Pel di carota bello. Buona domenica

    RispondiElimina
  11. I ragazzi della via PAL è uno dei libri che mio papà mi leggeva sempre da piccola <3

    RispondiElimina
  12. Ciao!! Abbiamo Pollyanna in comune e Papà Gambalunga *_*, ho rivisto tutte le puntate del cartone animato un paio di anni fa xD l'ho adorato da piccola e l'ho adorato adesso che non sono più così piccola, devo devo devo recuperare il romanzo!!!!

    RispondiElimina

Powered by Blogger.