martedì 21 giugno 2016

VERTIGINE DI SOPHIE JOMAIN

Buongiorno readers,
ieri sera sono andata a vedere lo spettacolo di Fiorello e non potete capire le risate che mi sono fatta, amici miei, fiorello è un genio, riuscirebbe a far ridere anche la persona più triste del mondo e se ancora non siete convinti delle sua bravura...andatelo a vedere a teatro è veramente un GRANDE!!!
Dopo questa pubblicità gratuita ^_^ ritornando a parlare di libri...questa settimana ho deciso che voglio recuperare tutte le recensioni che ho ancora in arretrato...ce la farò prima che inizi a sognarmele la notte? Al momento sono arrivata a quota sei...


Iniziamo subito con un libro che mi ha letteralmente sorpreso...Vertigine di Sophie Jomain

Titolo: Vertigin - Le stelle di Noss Head 2
Autore: Sophie Jomain
Editore: Fazi Lain
Genere: Fantasy
Prezzo: € 13,50 (ebook 6,99)
Pagine: 300

All’alba dei diciotto anni, Hannah è semplicemente furiosa all’idea di lasciare Parigi per trascorrere un’altra vacanza estiva a Wick, la piccola cittadina a nord della Scozia dove vive la nonna. Per una ragazza della sua età, abituata alla frenesia della metropoli, non esiste posto più noioso. A risollevarle il morale, per fortuna, ci sono le vecchie amicizie ma anche le nuove conoscenze, fra cui il misterioso Leith, dalla bellezza statuaria e dal fascino irresistibile. Non importa se su di lui circolano strane voci: l’attrazione è immediata, reciproca e incontenibile. Per Hannah sembra che stia iniziando la storia d’amore che tutte le ragazze sognano, ma ogni fiaba che si rispetti ha il suo lato oscuro, e quella della giovane si sta per trasformare in un incubo.
Fra antichi racconti e creature straordinarie, sullo sfondo del suggestivo paesaggio delle lande scozzesi e delle coste del Mare del Nord, Vertigine coinvolge il lettore in una storia avvincente che soffia sul fuoco del mito, facendo divampare le fiamme della leggenda e della passione. Una trama emozionante unita a una scrittura ipnotica che vibra della scoperta del primo amore sul filo incredibile della magia. Perché le fiabe a volte sono più reali di quanto pensiamo.

La serie “Le stelle di Noss Head” è composta  da:
1. (Le stelle di Noss Head #1) Vertigine
2. (Le stelle di Noss Head #2) Rivalità 
3. (Le stelle di Noss Head #3) Accomplissement
4. (Le stelle di Noss Head #4) Origines prima parte
5. (Le stelle di Noss Head #5) Origines seconda parte


Perchè ho parlato di sorpresa? Perchè miei cari lettori, dopo aver letto svariati pareri negativi su questo libro, mi sono detta, vabbè a quanto pare non è piaciuto a nessuno quindi perchè leggerlo? Così molto diplomaticamente l'ho eliminato dal mio kindle... poi uno spiraglio di luce all'orizzonte, la Casa Editrice è stata così gentile di omaggiarmi di Rivalità, il continuo di Vertigine, che non potevo limitarmi a cestinarlo, in fondo si tratta pur sempre di un libro, di carta!!! Quale strada prendere quindi...verso la luce o l'oscurità? Detta alla romana: "Mo' che faccio?" Ok la decisione è presa, andrò incontro al mio destino... accendo la "luce" del Kindle e riattivo Vertigine, precedentemente eliminato, inizio i primi capitoli e mi viene fatto subito un sortilegio punitivo...non riuscirò più a staccare gli occhi dal libro fino all'arrivo dell'ultima pagina...
Ahahah a parte questa piccolo sproloquio vi voglio confermare che il libro mi è piaciuto molto e che forse per una volta mi sono lasciata influenzare troppo dalle critiche perchè lasciatemelo dire, Vertigine è bel libro!
Sicuramente smontata dai molti pareri negative che avevo letto in giro, non riponevo grandi aspettative nel libro e forse è stato proprio questo a farmi apprezzare in tutto e per tutto la storia di Vertigine.
Probabilmente in molti si pensavano di trovare in questa nuova serie Francese, la degna erede di Twilight anche perchè ormai, visto la quantità di libri che vengono pubblicati sul genere, è normale paragonarli alla prima novità "assoluta", come è  normale paragonare tutti i libri erotici a "Cinquanta sfumature di Grigio", ma Vertigine non è Twilight e se anche il filo conduttore può sembrare simili, ci troviamo di fronte ad una storia completamente diversa.
La lei umana ovviamente non può mancare, quindi abbiamo Hannah, una ragazza parigina momentaneamente arrabbiata con i genitori, perchè la costringeranno a passare, proprio all'alba del suo diciottesimo compleanno, i due mesi delle vacanze estive dalla nonna a Wick, un piccolo paesino della Scozia.
Se c'è una lei umana può mancare secondo voi il tenebroso e misterioso ragazzo dal fascino irresistibile? Direi proprio di no quindi ecco a voi Leith, un bellissimo ragazzo nato e cresciuto a Wick, in lui scopriremo delle caratteristiche molto particolari...

Respirò profondamente. "Mi sono nascosto tutta la vita, ho combattuto per non dover rivelare chi sono. Con te ho la sensazione di poter essere me stesso".
"Perché è vero." sussurrai, emozionata.
Una scintilla gli attraversò lo sguardo. "Non desidero altro che conoscerti, Hannah. Passare del tempo con te, lasciarmi.. andare. Per questo a volte faccio fatica a controllarmi." si confidò dispiaciuto.
Strizzai gli occhi, mi aveva spiazzata.

Detto questo se proprio vogliamo trovare una similitudine con Twilight possiamo forse ritrovarla nei protagonisti, lei umana e lui con dei poteri soprannaturali, dopo di che stop, Vertigine va per la sua strada.
Il primo punto che mi ha fatto subito apprezzare molto questo libro, è stato senza ombra di dubbio, l'ambientazione Scozzese. Vi dico solo che in un nano secondo mi sono ritrovata sulla barca di Davis, vicino a Hannah con la mia Reflex a scattare foto alla splendida alba contornato da un paesaggio di rocce e colline.
Ogni descrizione mi ha fatto desiderare di trovarmi fra quelle coste frastagliate e immersa dentro i bellissimi  castelli di Wick e Iverness...


Sono rimasta colpita poi dalla visione mitologica che l'autrice ha voluto attribuire al suo personaggio maschile che, se ancora non lo avete capito, (scusate lo spoiler) è un lupo mannaro.
Secondo la Jomain infatti i Lupi Mannari hanno origine da un personaggio della mitologia, Tyros (ovviamente inventato), che punito per la sua crudeltà, è stato condannato a vivere in solitudine nei boschi, ma Tyros, in un modo che non vi sto qui a spiegare altrimenti vi toglierei ogni curiosità, ha dato origine a cinque specie di lupi mannari.
In questo frangente non potete capire come i miei cricetini hanno iniziato a frullare...penso che un giorno farò un post su gli autori e i loro lupi mannari, perchè è veramente curioso vedere come ogni scrittore che ha trattato l'argomento, è riuscito a dare una spiegazione diversa alla licantropia.

Se poi devo andare a cercare il pelo nell'uovo anche io, posso dirvi che l'unica cosa che non ho apprezzato molto in questo libro, è stata la rapidità o meglio la facilità con cui alcuni passaggi importanti, problematici e destabilizzanti per una diciottenne, si siano risolti in un attimo, come se niente fosse successo praticamente... Ma tralasciando questo, il mio impatto con il libro è stato più che positivo.
Come potete ben immaginare la storia gira intorno ai nostri due protagonisti, ma abbiamo anche il modo di conoscere e apprezzare anche altri personaggi, come la migliore amica di Hannah, Sissi che pur trovandosi  Parigi mantiene una fitta corrispondenza con Hannah via email che molto spesso ci strappa anche un sorriso.
Oppure c'è Gwen la ragazza che ama il paranormale e che dona ad Hannah un filtro d'amore che la metterà nei guai...
E la dolcissima nonnina Elaine? Dove la vogliamo lasciare? Spero di ritrovarla anche in Rivalità così presente perchè è stato un personaggio veramente carino e secondo me anche molto importante... mentre i genitori di Hannah...mmmhhh forse un po' troppo accondiscendenti e se vogliamo dirla tutta ai fini della storia, anche abbastanza inutili.
Vi ritroverete tra le mani un libro che alla fine si fa leggere da solo, infatti l'ho divorare in due giorni...e se prima di iniziare Vertigine avevo qualche dubbio su Rivalità, ora non vedo l'ora di iniziarlo, sono proprio curiosa di vedere come si evolverà la storia tra Hannah e Leith.

"Risposi al suo bacio senza riserve, fregandomene follemente dei limiti che avremmo potuto oltrepassare, la sola cosa che contava era che li avremmo oltrepassati insieme..." 


8 commenti:

  1. Di questo libro mi è piaciuta tantissimo la storia dei lupi mannari che si lega alla mitologia un colpo di originalità, lo devo ammettere...ma ho trovato lei...boh, posso dire stupida? xD
    Cosa che ha fatto scendere la mia attenzione per il libro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Personalmente a parte Catnip di Hunger Games e Clary negli ultimi libri di Shadowhunters fin ora non ho trovato un personaggio femminile nei fantasy che non sia stupida ahahaah ^_^

      Elimina
    2. Anche questo è vero ahahahaha

      Elimina
  2. E io che l'avevo snobbato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come hai potuto leggere anche io tranquilla ahahahah ^_^

      Elimina
  3. Questa è l'unica recensione positiva che ho letto su questo libro. Continuavo a leggere cose come "ma è uguale a Twilight", "Storia già letta e riletta" e come te ho perso completamente interesse. Ora però mi metti in difficoltà perché mi hai incuriosita! Dai magari potrei dargli una possibilità come lettura estiva.

    RispondiElimina
  4. Ciao!!! Anche io appartengo alla cerchia ristretta (?) di persone che hanno apprezzato Vertigine! Io l'ho trovato proprio carino! Un abbraccio Maria

    RispondiElimina
  5. ciao, ho letto anche io questo libro, titubante per le molte opinioni negative. Si fa leggere, e in fretta. Mi è piaciuta molto l'ambientazione, meno i personaggi. Lei ha il cervello di una dodicenne. Però la curiosità è rimasta e leggerò rivalità. Non sapevo ci fossero 5 libri, speriamo non si perda per strada.
    PS E' la prima volta che passo di qui, mi piace molto il tuo blog

    RispondiElimina