IL SEGRETO DELLA CRISALIDE DI DENISE ARONICA

Buongiorno a tutti, come avete passato il week end? Quanti libri avete letto o iniziato? Mamma mia ma avete visto che freddo? Tutto insieme poi, non dico che gli altri giorni facesse caldo ma almeno per quanto mi riguarda ancora non avevo tirato fuori le sciarpe invece questa mattina per quanto ero coperta sembravo un piccolo puppazo della Michelin...
Ma veniamo a noi ora che con questo splendido libro concludo le recensione dei libri letti nel 2015.

Titolo: Il segreto della crisalide
Autrice: Denise Aronica
Autoconclusivo
Autopubblicato
Genere: Narrativa contemporanea
Data di pubblicazione: 9 novembre 2015
Pagine: 330
Prezzo ebook: 0,99 € 

AMAZON | Aggiungilo su GOODREADS

Sono passati quasi nove mesi da quando i genitori di Olivia sono morti, ma lei non è ancora riuscita a farsene una ragione. Sa di non essere pronta a passare oltre e a lasciarli andare per sempre e non intende sforzarsi per farlo, così trascorre le sue giornate a tenere il conto del tempo che passa in modo maniacale, imbrattandosi il braccio con un pennarello, chiusa nella sua nuova camera a casa dei nonni, a leggere fino a dimenticarsi di tutto il resto. Nemmeno per Max, il suo fratellino di otto anni, è semplice riuscire a fare breccia nella solida armatura che Olivia ha costruito tutto intorno a sé e anche i nonni, pur sforzandosi di non darlo a vedere, non potrebbero essere più preoccupati per lei, che si rifiuta persino di parlare con uno psicologo. Sarà per via della sua reticenza e testardaggine a rifiutare qualsiasi tipo di sostegno che nonna Margherita prenderà una decisione drastica. Olivia sarà costretta a frequentare per un paio di mesi una sorta di centro estivo molto particolare, gestito da un’amica di vecchia data di sua madre, in cui un’equipe di specialisti si occupa di aiutare adolescenti affetti da dipendenze comportamentali. Proprio lì al centro, grazie alla compagnia di Daniel, un nerd dipendente dai videogiochi, e di Andrea, una ragazza viziata, volubile e misteriosa, Olivia riuscirà finalmente a lasciarsi andare e ad aprire un po’ il suo cuore. Il dolore per la sua terribile perdita però, continuerà ad assillarla, soffocando sul nascere ogni più piccolo sprazzo di felicità. Olivia sarà così costretta a rendersi conto che dovrà iniziare a lottare con tutte le sue forze per riuscire ad avere di nuovo il controllo sulla sua vita prima che sia troppo tardi.
 
 
Eccomi qui finalmente riesco a recensire questo bellissimo libro, ma se devo dirvi la verità non so proprio da dove iniziare se dall'autrice, che è una blogger molto disponibile e che grazie alla sua bravura e pazienza ha dato una sferzata di armonia al mio Blog (se volete cambiare la vostra grafica rivolgetevi a lei Daydream Design ) o se dal destino che ha voluto, proprio mentre leggevo questo libro, mettere sulla mia strada un bruco...
Ma partiamo dal romanzo che è l'aspetto più importante di una recensione... mi sono appassionata al "Il segreto della Crisalide" già dalle primissime pagine. Olivia, la nostra protagonista, ha perso i genitori in un incidente d'auto da soli nove mesi, e insieme al piccolo fratellino Max, si è trasferita dai nonni materni.
Olivia però è chiusa in se stessa, ha abbandonato i suoi vecchi amici, non usa il cellulare per avitare di avere contatti con il mondo esterno, frequenta la scuola quasi fosse un automa... l'unica sua via di fuga dal dolore, che ha contribuito a chiuderla in questa armatura invalicabile, è la lettura...attraverso i libri Olivia riesce a sognare mondi diversi in cui lei e Max sono ancora felici.

« Leggere  è l'unica cosa che mi aiuta davvero a liberarmi la mente e che mi permette di estraniarmi da tutto. E' il solo modo in cui riesco a sopportare tutto quanto.. »

La nonna però non può più vedere sua nipote in questo stato e quelle braccia sempre pieni di numeri la spingono a chiedere l'aiuto di Veronica, la migliore amica di sua madre nonchè una psicologa.
Dopo qualche giorno trascorso a Firenze in casa di Veronica dove Olivia farà anche la conoscenza di Daniel, suo figlio, partiranno tutti insieme per una specie di centro estivo, un progetto ideato da Veronica che prevede il confronto e la convivenza tra ragazzi affetti da dipendeza comportamentale.
Olivia quindi si troverà a fare la conoscenza di ragazzi che. in qualche modo come lei, si estraneano dalla società.
Ad ognuno sarà sequestrato l'oggetto della propria dipendeza, cellulari, videogiochi ecc... e a Olivia ovviamente il kindle...si troverà quindi ricapultata nel mondo reale, ma grazie all'aiuto e alla dolcezza di Daniel (dipendente dei videogiochi) Olivia riuscirà piano piano ad uscire fuori dal suo "bozzolo".

E' stato un libro commovente, ma mai, anche se si è affrontato un tema abbastanza tosto, come la morte di due genitori, il romanzo è risultato pesante.
Denise ha dato vita ad un racconto delicato, dolce e piacevole.
E' spettacolare come l'autrice giochi sulla metamorfosi Farfalla/Olivia, all' inizio è avvolta da una corazza impenetrabile di dolore proprio come un bruco che si chiude nel suo bozzolo, ma piano piano grazie all'amore, riesce ad aprirsi, gestendo il dolore, proprio come una farfalla.


Comunque oltre a Olivia e Daniel anche gli altri personaggi mi sono sembrati molto affascinanti e ognuno, pur con le sue problematiche, è riuscito a trasmettermi qualcosa.
Consiglio a tutti di leggere questo libro, perchè in fondo, tolta la tragedia, in ognuno di noi c'è una piccola Olivia...perchè chi di voi oltre che leggere per puro piacere non legge anche per evadere qualche ora dalla realtà? Se volete seguire l'autrice questa è la sua pagina facebook e questo il suo blog.
 

Apettate lettori è' rimasta in sospeso la storia del bruco... volete sapere come è andata a finire? Bene non lo so neanche io ahahah so solo che il bruco di giorno in giorno si è coperto sempre di più e ora è avvolto da questo bozzolo....

Chissà se li sotto è iniziata la metamorfosi e se prima o poi si trasformerà in farfalla...

7 commenti

  1. Alcuni bruchi ci impiegano mesi interi prima di venire fuori sotto forma di farfalla *__* può anche darsi che esca in primavera, sai? Mi affascinano da morire! Spero di trovarne uno di cui prendermi cura prima o poi...
    Grazie di cuore per questa splendida recensione, Sonia ^.^ sono felicissima che il libro ti sia piaciuto e che sia riuscito a emozionarti! Bellissima anche l'immagine che hai creato *_* insomma... grazie grazie grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Denise è stato un libro veramente emozionante...

      Elimina
  2. Che bella recensione *_* Anche a me è piaciuto particolarmente. Oh, ma hai un piccolo bruco in trasformazione?? Che dolceee **

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si ma ho i miei dubbi con questo freddo poverino...vediamo un po' cosa succederà a fine mese...

      Elimina
  3. Anche a me è piaciuto questo romanzo. Denise è una scrittrice delicata e dolcissima. Spero di leggere presto qualcos'altro di suo. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non lo hai già letto c'è anche La linea sottile ^_^

      Elimina
    2. Grazie del suggerimento, ma ero in dubbio visto che è il primo di una duologia. In genere aspetto per leggerli di seguito. Il finale del primo è molto in sospeso?

      Elimina

Powered by Blogger.