venerdì 18 dicembre 2015

PROGETTO SAD DOG

Buongiorno a tutti mie amici lettori, oggi voglio parlarvi di questa iniziativa che spero possa interessare a molti di voi, che oltre a bravissimi blogger siete anche scrittori...


Nasce Sad Dog Project, un nuovo modello di editoria
Il suo segreto? Essere un collettivo di autori che uniscono le competenze professionali maturate
in altri settori per realizzare prodotti alternativi ad alta flessibilità
 
Si chiama Sad Dog Project e segna un nuovo approccio al mercato editoriale. Non si tratta di una casa editrice tradizionale ma di un collettivo di autori emergenti che hanno unito le forze per proporre una valida alternativa sia al self publishing indiscriminato sia ai troppi vincoli imposti dagli editori. Ciascuno verifica il lavoro degli altri in un processo di editing condiviso e in un confronto costante che accompagna l’intero work in progress della scrittura. La proposta di Sad Dog è mirata: “Abbiamo deciso di concentrarci sui racconti di genere, un prodotto che le case editrici non hanno interesse a pubblicare. Troppo lavoro a fronte di profitti minimi.” Spiega Lorenzo Sartori. “Ma noi in questo formato crediamo e riteniamo sia un peccato che storie avvincenti che si leggono in una o due serate o durante gli spostamenti sui mezzi pubblici non possano venire condivise.” Gli fa eco Ilaria Pasqua. I raccontti di genere pertanto non rappresentano un vincolo ma sono una risorsa che caratterizza l’originalità di Sad Dog, aperta a storie brevi che spaziano dal noir al thriller, dalla fantascienza all’horror al giallo. “Sad Dog va a colmare quello spazio che le case editrici spesso non prendono in considerazione” dice Mario Pacchiarotti, “ma quando si tratta di romanzi e di formati più convenzionali, tutti noi pubblichiamo con altri editori.” I tempi di incubazione e lavorazione? Rapidi, perché Sad Dog riunisce figure differenti che si occupano della grafica, del marketing, della promozione e comunicazione con la competenza di un professionista ma con l’entusiasmo di un autore che cerca il meglio per il suo lavoro e fa di tutto per pubblicarlo senza lunghe attese. Flessibilità, ascolto e creatvità sono le parole chiave di Sad Dog che sposa le esigenze degli autori con quelle del mercato in un monitoraggio attento sulle necessità e le richieste e un processo agile di elaborazione di risposte adeguate. Il team riunisce 4 autori, dal Nord al Sud della penisola: Diego Tonini di Treviso, Lorenzo Sartori di Milano, Ilaria Pasqua e Mario Pacchiarotti di Roma, che si stimano e si aiutano l'un l'altro leggendosi a vicenda i manoscritti, editandoli, collaborando nella promozione e in tutte le attività volte a diffondere al pubblico i propri scritti. In Sad Dog la moneta di scambio è il tempo: ogni partecipante si impegna a donarne una parte per leggere, editare e commentare i testi altrui, ottenendo in cambio lo stesso; alla fine ognuno sarà responsabile del proprio scritto e lo pubblicherà sotto il marchio Sad Dog. Il nome del “progetto” arriva da Diego Tonini che lo spiega così: “stavo scrivendo un racconto e ho visto la mia cagnolina seduta lì vicino con la sua espressione triste e ho pensato: se avrò una casa editrice la chiamerò sad dog”.

INTERVISTA


CIAO, SONO LIETA DI CONOSCERTI MEGLIO.

TI PRESENTI COME (AUTORE, BLOGGER, LETTORE…)?
Cane.

Ma in realtà rappresento un gruppo di autori “indie” come amano farsi chiamare.



QUALE GENERE DI LIBRI AMI LEGGERE? 
Fantascienza, horror, thriller, giallo, noir
UN LIBRO IN PARTICOLARE CHE AMI?
Ma gli androidi Sognano Pecore Elettriche? Di Philip K. Dick.
Io, essendo un cane sogno spesso pecore, vere però
QUAL è L’ULTIMO LIBRO CHE HAI LETTO?
Sto leggendo “la Verità nelle Ossa” di un'amica Scrittrice, Luisa Gambaro
COSA PREFERISCI EBOOK O CARTACEO?
Ebook, ma mi piace molto anche il cartaceo. Insomma, l'importante è il contenuto, non il mezzo.
DOVE PREFERISCI LEGGERE?
In cuccia
QUALCOSA DI PIU' FRIVOLO E PERSONALE...
Sono molto giovane, sono nato a ottobre di quest'anno, e sono la mascotte di un gruppo di autori emergenti che si sono riuniti per pubblicare sotto lo stesso marchio, che si chiama appunto Sad Dog Project in mio onore; loro sono un po' i miei padroni e si chiamano Diego Tonini, Lorenzo Sartori, Ilaria Pasqua e Mario Pacchiarotti. Vengono tutti da città diverse quindi si incontrano poco e si vedono soprattutto su internet, ma sono simpatici e scrivono bene; non mi fanno mai mancare nulla e si stanno impegnando perché la gente mi conosca… Sai, io sono un cagnolino che ha bisogno di coccole.
CHE COLORE PREFERISCI?
Nero.
HAI UN PERSONAGGIO STORICO O DEL CINEMA O SCRITTORE AL QUALE TI ISPIRI O CUI VORRESTI ASSOMIGLIARE? PERCHE'?
Mercoledì Addams. Ammiro la sua gioia di vivere
COSA FAI NELLA VITA?
Abbaio. E compaio sulle copertine dei racconti
DA COSA NASCE QUESTA TUA PASSIONE?
Io voglio solo essere coccolato. I miei scrittori invece hanno sempre avuto questa passione, hanno anche pubblicato con delle case editrici, e continueranno a farlo, ma vogliono anche uno sbocco veloce e immediato per i loro racconti di genere, e vogliono avere il controllo su quello che pubblicano, dall'inizio alla fine: scrittura, editing, correzione di bozze,copertina, impaginazione e marketing. Lavorano in team, ognuno fa qualcosa e tutti leggono e revisionano i racconti degli altri, così che il risultato finale sia sempre di ottimo livello. Sai, troppo spesso, a causa di alcuna robaccia che è uscita, si identifica il self publishing con la bassa qualità, e ciò non è per niente vero.
QUALI I TUOI SOGNI PER IL FUTURO?
Riuscire ad acquistare tanti lettori così che i miei scrittori possano esserlo a tempo pieno

PER AUTORIPARLACI DEL TUO LAVORO/I :
Ognuno degli autori scrive un racconto in solitaria (lo scrittore deve essere solitario, e triste. Come me, del resto) e poi sottopone il suo lavoro agli altri che lo leggono, correggono i refusi e propongono delle modifiche, se ci sono, poi insieme si decide la copertina e la veste grafica. Alla fine l'autore pubblica il suo libro come meglio crede, su Amazon o su altri store. Vincoli: se vuole che io compaia in copertina deve sottostare alle regole riguardanti lunghezza e genere, e deve mettere l'ebook in vendita a 99centesimi, crediamo che questo sia il prezzo giusto per opere di questo tipo.
GENERE
Racconti di fantascienza, horror, gialli/thriller/noir
TITOLO
Per ora ne sono usciti quattro:
Murder, she baked di Diego Tonini
(genere horror)
Home Run di Lorenzo Sartori
(genere fantascienza)
Teuto Virus di Mario Pacchiarotti
(genere fantascienza)
Danger di Ilaria Pasqua
(genere horror)
FORMATO
Ebook e cartaceo
PREZZO
0.99€ l'ebook  3.49€  il cartaceo
TRAMA
Leggetevela sul mio blog www.sad-dog.blogspot.com  ;)
COVER



Queste sono le cover dei quattro racconti già usciti








LINK ACQUISTO

GRAZIE PER AVERCI DONATO UN PEZZETTO DI TE ;-)


Per contatti: saddogproject@gmail.com
http://sad-dog.blogspot.it/

1 commento:

  1. Molto interessante questo post, terrò d'occhio le uscite =)

    RispondiElimina