lunedì 23 novembre 2015

LIBRI CHE CI AIUTANO A VIVERE FELICI di Giulia Fiore Coltellacci

Salve a tutti Readers, oggi sono qui per parlavi di un libro che per un bel po' di tempo ha soggiornato sul mio comodino...ma non perchè lo abbia trovato noioso, ma perchè questo è un libro che va letto in piccole dosi come se si stesse facendo una cura "medica"...
E' un libro che ogni blogger e ogni amante della lettura dovrebbe possedere e trattare come una Bibbia...

Prima dell'uso leggete con attenzione tutte le informazioni contenute nel foglio illustrativo.
Questo libro contiene medicinali di automedicazione che potete usare per curare disturbi lievi e transitori facilmente riconoscibili e risolvibili senza ricorrere all'aiuto del medico.
Possono essere acquistati senza ricetta ma vanno usati correttamente per assicurare efficacia e ridurre eventuali effetti indesiderati.

Questo libro è pensato come un manuale di pronto soccorso che gli inguaribili lettori di ogni età possono consultare al bisogno per cercare conforto e sollievo in caso di mal d'amore, malanni di stagioni o acciacchi all'età.

Detta così sembra un libro da ricovero... ma invece lettori miei...vi divertirete troppo a scoprire i tanti lati di un libro. Io mi sono ritrovata più volte a ridere da sola come una matta, quindi vi consiglio assolutamente di procurarvene una copia da consultare a seconda del momento o stagione.
Di che libro sto parlando?

 "I LIBRI CHE CI AIUTANO A VIVERE FELICE" di Giulia Coltellacci


Kit di pronto soccorso per lettori di ogni età, da usare al bisogno. Se il dolore persiste consultare il libraio.

Storie perfette per uscire dal mal d’amore
Entusiasmanti rimedi alla tristezza profonda
Letture natalizie da leggere sotto l’albero
Libri antistress e antipanico
Bisogno di una cura intensiva? La saga giusta è quello che ci vuole!
Parole dolci per carenze affettive

E molto altro ancora…
I libri sono una potente arma di difesa, uno strumento fondamentale nella nostra perenne ricerca della felicità. Sono un vaccino omeopatico contro gli attacchi quotidiani del cinismo, della disillusione e, peggio ancora, del pessimismo; sono straordinari farmaci per curare malesseri interiori e inquietudini inspiegabili. Immergersi in una storia ci allontana dai crucci e può aiutarci a vedere le cose da un’altra angolazione. Questo sfizioso libro, una sorta di “biblioterapia”, vi suggerirà quale scegliere, a seconda del mood in cui vi trovate. Che abbiate bisogno di ridere, piangere, rattoppare il cuore a pezzi, evadere dalla realtà, superare indenni le feste natalizie, trascorrere una domenica di pioggia, ma anche guarire dalla febbre, tirarvi su di morale, procurarvi una scarica di adrenalina, sbollire un’arrabbiatura o tirare fuori la rabbia repressa, c’è sempre un libro che può aiutarvi. Basta sapere quale!


Ora vi lascio con una delle tante "PILLOLE" che troverete all'interno del libro:

IL DIARIO DI BRIDGET JONES di Helen Fielding

Supposta (saggezza)
...Bridget Jones è l'eroina di tutte le donne che si sentono piene di difetti. Bridget è l'Indiana Jones delle single irrequiete e inquiete, alla perenna e stancabile ricerca dell'arca dell'allenza tra i sensi ( includendo anche il sesso se è possibile) e del tempio maledetto delle relazioni stabili.
E' il cavaliere in gonnella (corta, cortissima) in missione per l'ultima crociata del terzo millennio: trovare un fidanzato, ovvero il Santo Gral...

Posologia
... è un antibiotico ad ampio spettro per contrastare un vasto assortimento di dolori femminili. Risulta fondamentale, per esempio, quando si ha il murale a terra per travagli sentimentali e/o professionali e/o familiari e/o legati ai chili di troppo. Utile anche antidepressivo, la lettura di qualche pagina riporta immediatamente il buono umore.

Effetti Collaterali
...Potreste essere contagiati dall'idea di scrivere un diario. In questo caso, raccomando di fare attenzione perchè annotare i propri pensieri può essere una pratica terapeutica liberatoria che consente di fare esplodere sulla carta le emozioni ma può rivelarsi anche devastante qualora si scrivessero solo sciocchezze con il pericolo di vergognarsi rileggendole a distanza di tempo. A volte è meglio non lasciare traccia dei propri pasticci...

Consigli
...Suggerisco di rendere ancora più efficace leggendo il secondo capitolo delle vicende della nostra eroina, Che Pasticcio Bridget Jones!, in cui la protagonista è alle prese con la vita di coppia, difficile e insidiosa quanto quella da single.

Terapie cinematografica sostitutiva
E se proprio siete impossibilitati a leggere, qui vi verranno consigliati i film tratti dai libri che troverete aall'interno.

Sono riuscita a convincervi? Questo libro non può assolutamente mancare nel vostro armadio dei medicinali ehm volevo dire nella vostra libreria.

2 commenti: