RECENSIONE: HUNGER GAMES DI SUZANNE COLLINS

Buongiorno readers, oggi vi parlerò di una serie spettacolare che vi lascerà ogni volta con il fiato sospeso fino alla fine.

HUNGER GAMES
di Suzanne Collins

Genere: Distopico
Editore: Mondadori
Prezzo: € 12,50 (€ 7,99 ebook)
Pagine: 256
Uscita: 20 Ottobre 2009
Quando Katniss urla "Mi offro volontaria, mi offro volontaria come tributo!" sa di aver appena firmato la sua condanna a morte. È il giorno dell'estrazione dei partecipanti agli Hunger Games, un reality show organizzato ogni anno da Capitol City con una sola regola: uccidi o muori. Ognuno dei Distretti deve sorteggiare un ragazzo e una ragazza tra i 12 e i 18 anni che verrà gettato nell'Arena a combattere fino alla morte. Ne sopravvive uno solo, il più bravo, il più forte, ma anche quello che si conquista il pubblico, gli sponsor, l'audience. Katniss appartiene al Distretto 12, quello dei minatori, quello che gli Hunger Games li ha vinti solo due volte in 73 edizioni, e sa di aver poche possibilità di farcela. Ma si è offerta al posto di sua sorella minore e farà di tutto per tornare da lei. Da quando è nata ha lottato per vivere e lo farà anche questa volta. Nella sua squadra c'è anche Peeta, un ragazzo gentile che però non ha la stoffa per farcela. Lui è determinato a mantenere integri i propri sentimenti e dichiara davanti alle telecamere di essere innamorato di Katniss. Ma negli Hunger Games non esistono gli amici, non esistono gli affetti, non c'è spazio per l'amore. Bisogna saper scegliere e, soprattutto, per vincere bisogna saper perdere, rinunciare a tutto ciò che ti rende Uomo.

SERIE HUNGER GAME 
1. Hunger Games, 20 Ottobre 2009
2. Hunger Games-La ragazza di Fuoco, 2 Novembre 2010
3. Hunger Games-Il canto della Rivolta, 16 aprile 2012
Recensione
Questo è stato il primo caso in cui il film mi ha ha fatto venire voglio di leggere il libro...ma la scintilla in realtà non è stata proprio immediato...Infatti come è apparsa la scritta "fine prima parte" nel terzo film mi sono detta: "nooo non può finire così devo sapere, devo sapere e poi l'illuminazione...ci sono i libri!" e mai più scelta è stata così azzeccata...tanto per cominciare il libro è scritto divinamente, ti tiene incollato ad ogni pagina, ti fa crescere l'ansia quando ti ritrovi nell'arena e ti fa sperare che l'amore tra Katniss e Peeta possa diventare vero...Rispetto al film poi è tutta un' altra storia (come sempre) qui finalmente sappiamo cosa pensano realmente i protagonisti e vengono spiegate tante cose che io vedendo tutti e tre i film (in attesa del quarto) a volte non avevo ben recepito.
Ogni anno Capitol City, l'incarnazione di una città futuristica piena di agi e vizi, organizza gli Hunger Games "i giochi della fame" nel quale da ognuno dei dodici distretti vengono estratti a sorte un ragazzo e una ragazza per parteciparvi e uccidersi finchè solo uno di loro non sarà rimasto in vita.
Katniss quando viene estratto il nome di sua sorella, si propone subito come tributo al suo posto, sapendo che sicuramente incontrerà la morte perchè nei giochi o vivi o muorie solo un tributo potrà vincere. A fargli compagnia, se così si può dire, dentro l'arena c'è anche Peeta, l'altro tributo del distretto 12 che fin da subito dichiara alle telecamere di essere da sempre innamorato di lei, Katniss pensa che sia una strategia di gioco, ma è impossibile non accorgersi che l'amore di Peeta nei suoi confronti è sincero.
Dentro gli Hunger Games le emozioni, i colpi di scena, le ansia e purtroppo le morti, non mancano mai fino alla fine si rimane incollati su quelle pagine per capire cos'altro succederà.
Quando poi una voce gli annuncia che c'è stato un cambiamento delle regole e che entrambi i trubuti di un distretto possono vincere questa edizione, Katniss va subito alla ricerca di Peeta, si affeziona sempre di più a lui prendendosene cura.
E come gli ha suggerito il suo mentore, fa finta di ricambiare i suoi sentimenti per le telecamere, il pubblico superficiale di Capitol City adora questo genere di cose. Ma Katniss non può non pensare anche al suo migliore amico di sempre lasciato a casa, Gale.
Tormentata dai suoi ricordi non capisce cosa prova per lui o cosa provi per Peeta. Ma io non riesco a non affezzionarmi a Peeta e a sperare che questo amore diventi vero...
Nel finale la protagonista ci lascia di stucco e per questo (come ho fatto io) dovrete andare di corsa a comprare subito il secondo libro "Hunger Games - La ragazza di Fuoco"
“Un bisogno reciproco di sopravvivenza ha fatto incontrare me e Gale. Io e Peeta, invece, sappiamo che la sopravvivenza dell’altro significa la propria morte. Come si sfugge a una cosa del genere?”

Nessun commento

Powered by Blogger.